Sabato, 17 Novembre 2018

OLTREPÒ PAVESE – BORGO PRIOLO - "METTERE IN COMMERCIO BOTTIGLIE DI BONARDA AL PREZZO DI EURO 2,19 NON AIUTA A PAGARE DI PIÙ LE UVE AI SOCI"

"Egregio Direttore, in merito alle dichiarazioni di Marco Stenico — Terre d’Oltrepò — apparse sul Periodico di luglio, osservo quanto segue:

1) portare il fatturato di Terre ad un 75% di vino sfuso ed un 25% di bottiglie è un obiettivo molto modesto poiché occorre almeno il 50% di fatturato per le bottiglie cioè l’incremento di almeno il 10-15% per ogni anno in modo di arrivare al 50% in tre anni;

2) in tal modo le uve potrebbero essere pagate di più ai soci elevando il prezzo di mercato dei vari marchi di cui dispone Terre d’Oltrepò;

3) certamente mettere in commercio nelle GDO bottiglie di Bonarda San Saluto al prezzo di Euro 2,19 non aiuta a pagare di più le uve ai soci;

4) sulla Cantina la VALLE della VERSA S.r.l. di cui Terre detiene il 70% (il 30% è di Cavit) è una vera anomalia trattandosi di una Società a responsabilità limitata con sede sociale a Milano in Via G. Mameli 10, in luogo dell’allora preesistente Cantina La Versa S.p.A. con sede in Santa Maria della Versa (PV) il cui capitale sociale era per il 98% di Terre d’Oltrepò. è singolare che la Versa S.r.l. non abbia nemmeno un socio di professione viticoltore residente nell’Oltrepò’ Pavese e che i patti parasociali sono un punto di indubbio vantaggio per CAVIT;

5) da ultimo l’acconto corrisposto ai soci da pochi giorni, pomposamente annunciato, è inferiore del 20% a quello solitamente corrisposto pur tenendo conto della minore quantità conferita nella vendemmia trascorsa.

  Avv. Ennio Granata -  Azienda Agricola Granata Giorgio - Borgo Priolo"

INVIATE LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

agierre-marzo quarto-serteca TecnoSerramenti-copia studio-medico-tagliani ASM-INTERA panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari