Sabato, 17 Novembre 2018

STRADELLA: «MI HA DANNEGGIATO L’AUTO E SE NE È ANDATO»

"Egregio Direttore, mi chiamo Cinzia e sono una vostra lettrice. Normalmente sono una persona piuttosto riservata che non sente molto la necessità di esternare al mondo intero i propri sentimenti, ma in questo caso rabbia e delusione hanno la meglio. A seguito di quanto mi è accaduto vorrei, tramite il suo giornale, diffondere un messaggio, sia all’autore del danno, sia in generale di principio e civiltà. Grazie per l’attenzione. Questo il testo del messaggio che vorrei leggesse “l’altro autista”:

«Mi rivolgo all’autista del “probabile” furgone Ducato che mercoledì 4 Aprile 2018 tra le 16.30 e le 16.45 ha urtato la mia auto, una Lancia Y, in sosta nel parcheggio davanti al condominio in Via Partigiani a Stradella, ovviamente senza lasciarmi alcun biglietto di recapito.

Volendo pensare, caro autista, che non te ne sei accorto, sappi che è successo. Ma visto il danno che hai procurato alla mia auto, parafango e paraurti ammaccati e fanale rotto, nutro seri dubbi.

Non lo sai che noi automobilisti abbiamo l’obbligo di essere assicurati per la responsabilità civile proprio per queste occasioni?

Capisco che poi le assicurazioni aumentano… però esistono anche delle garanzie aggiuntive (es. “bonus protetto”) che ti consentono, almeno per una volta, di non fare il “coniglio” e di comportarti come una persona civile.

Magari l’assicurazione non ce l’hai e questo sarebbe anche peggio perché, pensaci, se investi una persona cosa fai?

Oltre ai soldi ci sono anche l’etica e la dignità delle persone. Il mondo non è dei furbi, ma degli intelligenti!»

Cinzia - Stradella (lettera firmata) 

INVIATE LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPO A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

agierre-marzo quarto-serteca TecnoSerramenti-copia studio-medico-tagliani ASM-INTERA panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari