Sabato, 25 Maggio 2019
Lettere al Direttore

Lettere al Direttore (65)

"Gentile Direttore, da anni soprattutto il fine settimana mi reco a Salice Terme con mio marito e qualche volta con i miei nipotini, per mangiare un buon gelato e passeggiare nel parco. Ormai da mesi mi trovo a riscontrare un grave problema di cui nemmeno le forze dell’ordine, evidentemente, riescono a trovare una soluzione. Nel parco vi sono sempre numerosi cani sciolti, sia di taglia piccola che grande e quando chiedo cortesemente di legare il cane, mi viene risposto in malo modo, e spesso mi vedo costretta a litigare con l’ignoranza di alcuni padroni che pretendono di avere anche ragione.…
"Egregio Direttore, mi chiamo Cinzia e sono una vostra lettrice. Normalmente sono una persona piuttosto riservata che non sente molto la necessità di esternare al mondo intero i propri sentimenti, ma in questo caso rabbia e delusione hanno la meglio. A seguito di quanto mi è accaduto vorrei, tramite il suo giornale, diffondere un messaggio, sia all’autore del danno, sia in generale di principio e civiltà. Grazie per l’attenzione. Questo il testo del messaggio che vorrei leggesse “l’altro autista”: «Mi rivolgo all’autista del “probabile” furgone Ducato che mercoledì 4 Aprile 2018 tra le 16.30 e le 16.45 ha urtato la…
"Gentilissimo Direttore, La raccolta differenziata dei rifiuti è un obiettivo voluto e perseguito da decenni. Premesso che culturalmente non siamo ancora meticolosamente bravi a differenziare i rifiuti. Lo si nota in tutti gli ambienti pubblici e privati laddove sono presenti i contenitori di raccolta, che il cittadino smaltisce un po’ come gli pare. Vero anche che in molti siti pubblici (compresi i privati che erogano un servizio pubblico), non si mettono ancora capillarmente a disposizione i contenitori per la raccolta differenziata almeno per le materie principali: carta, lattine, indifferenziato, plastica. La non ancora raggiunta cultura meticolosa nella differenziazione dei rifiuti…
“Un’opera di grande interesse realizzata con finanziamenti pubblici ora abbandonata. Si fa un gran parlare delle ingenti somme di finanziamenti pubblici che nei prossimi anni verranno convogliate sul territorio della Valle Staffora al fine di incentivare l’afflusso turistico, valorizzando il territorio. Progetti importanti, senz’ombra di dubbio. Tuttavia, onde evitare sprechi di denaro pubblico, sarebbe necessario che anche le opere in precedenza realizzate siano realmente e correttamente utilizzate. Purtroppo questo molto spesso non avviene. Ne è un chiaro esempio il museo dell’ex ferrovia Voghera-Varzi di Ponte Nizza. Non faccio fatica ad immaginare che quella della cultura sia una tematica avulsa alla…
"Gentile direttore, a mio avviso è una vergogna che in Oltrepò non vi siano asili nido gratuiti per tutti. È da circa mezzo secolo che si è persa la capacità di ricambio generazionale, intesa come capacità di generare un numero di figli sufficiente a mantenere numericamente stabile la popolazione. I giovani in età riproduttiva nel frattempo si sono ridotti del 70% nell’indifferenza totale delle istituzioni, che non sono mai state all’altezza del loro compito. Solo adesso qualcuno, in mezzo al coma generale, si sta rendendo conto che la situazione, anziché seria ma non grave, è grave, anzi tragica, ma non…
“Egregio Direttore, Quale insegnamento riceve un ragazzino preadolescente quando, a seguito di un rimprovero da parte di un insegnante, viene «difeso» con troppa foga da parte della famiglia: «Lo farò ancora, tanto non mi possono punire, anzi, puniremo noi». E gli altri alunni? La scuola attualmente ha perso il suo potere formativo, ma, nella maggior parte dei casi non è colpa della scuola. Mi rivolgo ai genitori che in gruppi social, criticano, sviliscono e denigrano l’operato degli insegnanti; ai genitori che ad un rimbrotto o ad un brutto voto ricevuto dal figlio/a, si scagliano acriticamente contro l’istituzione scolastica. E quando…
agierre-marzo TecnoSerramenti-copia lidobuca-copia studio-medico-tagliani panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari