Domenica, 05 Aprile 2020

VOGHERA - GIORNATA DI RIFLESSIONE SUL TEMA DEL CONTRASTO DELLE LUDOPATIE

Libera Voghera, CGIL, AUSER organizzano una giornata di riflessione sul tema del contrasto delle ludopatie. "Voghera Be Smart!" Stati generali sull’azzardo, Voghera 27 febbraio 2020, Auser, Via Cignoli, Voghera. Gli stati generali sull’azzardo della città di Voghera si presentano come un momento di riflessione pubblica al quale parteciperanno numerosi esperti, persone ed organismi  impegnati nel contrasto delle ludopatie, rappresentanti di amministrazioni che hanno cercato mediante una efficace regolamentazione di limitare l’espansione del gioco d’azzardo.  

Nelle iniziative di contrasto delle ludopatie anche nella città di Voghera vogliamo fare un ulteriore passo avanti. Tutti i  Comuni, infatti, hanno a disposizione una piattaforma digitale denominata “SMART” alla quale possono connettersi rilevando la dimensione del fenomeno nel proprio territorio: vengono messi in rete non solo dati sintetici (capitali impegnati e dimensione media delle giocate comune per comune) ma anche topografici, con l’esatta distribuzione, via per via, della presenza di spazi e strumentazione utilizzata dai “giocatori”.

Su questa base dati sarà possibile stendere un efficace  Regolamento Comunale che punti al massimo alla riduzione del danno, individuando ex ante luoghi sensibili e popolazione “debole”. Insomma, come hanno fatto altre città, che hanno visto regredire in modo significativo l’impatto sociale del gioco d’azzardo, sarà possibile anche nel nostro territorio avviare iniziative concrete di supporto a chi vive imprigionato in questa pericolosa patologia, la ludopatia.  Perché giocare a soldi  non è un gioco: è dimostrato che troppo spesso esso evolve in malattia: diventa cioè una “dipendenza”. E’ un fatto che si può essere “patologicamente” dipendenti oltre che da sostanze chimiche, come le droghe, anche da pratiche sociali diffuse e legalmente autorizzate, come il gioco d’azzardo. Questa modalità “malata” di praticare “il gioco”, un tempo ritenuta accettabile - e i cui effetti erano circoscritti a un numero ristretto di vittime - oggi si presenta con modalità devastanti e massive: perché genera, consapevolmente, distruzione di ricchezza economica  e fratture irrimediabili nella  coesione comunitaria che tiene insieme famiglie, società e stato. 

Il gioco d’azzardo non è una colpa da espiare tra le mura della propria indifesa famiglia, come non è un capriccio, un gioco appunto, che rende moralmente accettabile l’assenza di azioni di soccorso a chi ne è rimasto vittima. La ludopatia è una delle più subdole “pesti sociali”  che ha stravolto la vita di migliaia e migliaia di famiglie, ed è così diffusa anche perché ad ognuno e tutti tocca vivere in questi paurosi “tempi bui”: è il sintomo di una malattia più profonda, non una delle cause del disagio sociale.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari