Domenica, 20 Ottobre 2019

BRONI - IL CARBONETTI INAUGURA LA RASSEGNA TEATRALE PER FAMIGLIE

Il Teatro Carbonetti di Broni inaugura domenica 13 ottobre la rassegna teatrale per famiglie Di.Do.menica. La rassegna propone tre appuntamenti rivolti ai più piccoli a partire dai 3 anni, rivolgendo l’attenzione al tema dell’accoglienza, tema di grande attualità e che accomuna i tre spettacoli scelti.
“Storia di un bambino e di un pinguino”, primo appuntamento in programma domenica 13 ottobre ore 16.30, è una produzione firmata dal Teatro Telaio di Brescia per la regia di Angelo Facchetti con Michele Beltrami e Paola Cannizzaro. La piéce porta in scena una storia buffa per parlare di mondi sconosciuti che si incontrano, della difficoltà di comunicare e comprendere chi è altro da noi, di un oceano da solcare per far crescere in noi affetto ed amicizia. E così diventare grandi. Come nasce un dialogo? Sono così importanti le parole? Tra mille gesti che restano incompresi e piccole gag surreali, continui fraintendimenti, alcuni enormi, altri apparentemente insignificanti, tra mille avventure e tempeste, i due arriveranno alla fine del loro viaggio. Ma un viaggio può veramente avere una fine?
La vicenda racconta di un bambino che un giorno trova un pinguino davanti alla porta di casa. Un pinguino che sembra davvero molto molto triste. Probabilmente si è perso, e il bambino cerca di capire da dove arriva, cosa vuole: “Perché è triste questo pinguino”? Il bambino decide di trovare il modo di riportarlo a casa, costruisce una barca e affronta con lui il lungo viaggio verso il Polo Sud, perché, come tutti sanno, i pinguini vivono al Polo Sud. Ma se non fosse quello di tornare a casa il suo primo desiderio?
Gli altri appuntamenti in calendario della rassegna Di.Do.menica sono: “Il piccolo clown” domenica 17 novembre ore 16.30; “Moun, portata dalla schiuma e dalle onde” domenica 1 dicembre ore 16.30.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari