Martedì, 16 Luglio 2019

GODIASCO - LA PARROCCHIA DEL BLUES OSPITERÀ I RIVER BLONDE

Lunedì 25 marzo, ore 21,15, La Parrocchia del Blues ospiterà al Teatro Cagnoni di Godiasco (PV) RIVER BLONDE, 2 musicisti romani davvero speciali.

RIVER BLONDE
Dietro il nome River Blonde si nascondono (ma neanche tanto) due musicisti romani innamorati del blues, della chitarra slide, della musica ricca di groove in generale. Un incontro che riesce spesso a sorprendere per l’efficacia delle performance live e un repertorio che mescola efficacemente pezzi originali e cover personalissime, intense canzoni e trascinanti momenti strumentali.
Il duo è formato da STEFANO TAVERNESE (voce, chitarre elettriche, acustiche e resofoniche, strumenti a corde vari) e GUIT-ARMANDO SERAFINI (percussioni, chitarra) in uno spettacolo ad alta gradazione ritmica e sonica che spazia dalla musica tradizionale delle rive del Mississippi al rock contemporaneo, contaminato a volte da un tocco di celtica malinconia o caratterizzato da un beat trascinante degno di una danza africana.
"Sono due... ma sembrano quattro!" è il commento davanti al 'volume di fuoco' di RB. 

STEFANO TAVERNESE
Eclettico strumentista, performer ricco di humour e fantasioso interprete vocale, fin dagli anni ottanta spazia fra musiche tradizionali o etniche di ogni tipo, blues, jazz, rock con la chitarra, il violino e un numero imprecisato di altri strumenti a corde. 
Numerose le collaborazioni con noti artisti italiani e internazionali, dal rock sanguigno dei Gang al progressive d’autore della PFM, dai virtuosismi chitarristici di Bob Brozman alle originali rivisitazioni dell’Orchestra Italiana di Renzo Arbore, fino all’alternative rock-blues dei Bud Spencer Blues Explosion.

ARMANDO SERAFINI
Decine di migliaia di visualizzazioni sul web per i video in cui suona dell’ottimo funk a colpi di nocche su qualsiasi superficie o con un set di percussioni personalizzato a base di legno e metallo, alias Guitarmandrum. Nocche’n’roll senza mezzi termini…
Non a caso il suo nome d’arte è Guitarmando, ‘Sir Guit’ è un chitarrista coi fiocchi e alle sue originalissime percussioni ha unito le sei, dodici (e anche otto del bouzouki) corde.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari