Martedì, 21 Maggio 2019

2019: CENTENARIO DI FAUSTO COPPI, ECCO GLI EVENTI NEI LUOGHI DEL 'CAMPIONISSIMO'

Tutto è pronto a Castellania dove l'Airone nacque il 15 settembre 1919. Premi, competizioni, libri...il pellegrinaggio degli appassionati è già iniziato. Turisti in arrivo da tutto il mondo.

Il cicloturismo nella bikenomics incide per 2 miliardi di euro. E il 2019, centenario della nascita di Fausto Coppi, è l'anno del cicloturismo.

Si apre quindi una grande stagione cicloturistica per Castellania, il piccolissimo borgo piemontese (solo 90 abitanti) in provincia di Alessandria, famoso nel mondo per aver dato i natali  lunedì 15 settembre 1919 al più grande campione di ciclismo di tutti i tempi, Fausto Coppi, il 'Campionissimo', l' 'Airone', come venne ribattezzato per le sue mitiche vittorie raggiunte con il più puro spirito sportivo.

"In suo onore il paese cambierà perfino il nome - annuncia con orgoglio il sindaco Sergio Vallenzona - diventando  Castellania / Coppi; inoltre il Comune ha in corso con i preposti uffici della Regione Piemonte la procedura che prevede l'accreditamento,  di "Castellania- Museo a cielo aperto".

Per l'occasione Castellania rinnova anche il look, infatti l'archistar Mario Cucinella, su richiesta del Comune e  dei figli di Coppi, Fausto e Marina, opererà un restyling  dell'area che comprende il Mausoleo dedicato ai fratelli Coppi e il piazzale antistante con la casa comunale. E saranno risistemati anche  i muri all'ingresso del borgo con le opere di Riccardo Guasco. 

Tutto insomma deve essere al meglio per accogliere migliaia di visitatori attesi su quel dosso nel tortonese,  circondato dai vigneti, dove Fausto bambino scorrazzava con una rudimentale bicicletta regalatagli dallo zio, senza immaginare che quella pedalata spensierata lo avrebbe portato sulle più alte vette del successo.

Unica struttura ricettiva sul posto è Borgo Castellania, una sorta di country house  con 38 camere singole, doppie e multiple, per circa 70 posti letto. Ideale per gruppi. La cucina è tradizionale, con i prodotti del territorio, ricco di golosità enogastronomiche. Borgo di Castellania offre anche un parco di 50.000 mq con  campo da calcetto (o da tennis) e docce private. Nel grande patio è allestita una scacchiera gigante all'aperto. La connessione internet wireless è ovunque. La vista meravigliosa sulla valle suggella l'unicità di questo sito.

Numerosi gli eventi del programma di commemorazione, oltre alle numerose iniziative di carattere nazionale che si svolgeranno sul territorio nei prossimi mesi - come il Giro d'Italia che il 22 Maggio arriverà a Novi da Carpi.

Una fitta serie di manifestazioni che culmineranno nella fatidica data del 15 Settembre, quando Fausto venne al mondo un secolo fa, per la celebrazione più solenne e conclusiva.

Ecco i principali appuntamenti che si svolgeranno proprio a Castellania ed altri importanti sono in fase di organizzazione.

Domenica 19 Maggio, prima edizione del premio 'Numero 1 tra i Numeri 1'. E' promosso dal Comune di Castellania, Casa Coppi e tutte le associazioni attive intorno al nome di Fausto Coppi.   Spiega il sindaco Vallenzona: "Castellania insieme al 'suo numero 1' ospiterà e premierà 19 personaggi del cosiddetto triangolo di Coppi -Castellania-Tortona-Novi Ligure- che per le loro peculiarità possono considerarsi dei numeri uno nel settore di appartenenza: imprenditoria, cultura, arte, innovazione, comunicazione ecc.. Con questo progetto si intende portare alla conoscenza di tutti la forza del nostro territorio!".

Domenica 30 Giugno, La Mitica del Centenario, con diversi eventi collegati

5 Luglio, 30° Giro d'Italia femminile, prologo cronometro a squadre Cassano-Castellania. 

Domenica 15 Settembre, la Cas-Cas (Caserta- Castellania) che straordinariamente partirà dalla Reggia di Caserta con grande enfasi rievocando l'impresa di Coppi nel 1945, quando, soldato, tornò a casa in bici dopo la guerra percorrendo tutto lo Stivale. Nella stessa data si svolgerà anche la cicloturistica Magenta-Castellania

Tra Luglio e Settembre, le altre cicloturistiche del Centenario: Mortara-Castellania e la Corsico-Castellania-Corsico. Il 18 Agosto  ci sarà il giro dei calanchi, gara podistica che si svolge interamente lungo i sentieri di Castellania e che ogni anno richiama più di 300 partecipanti e il trend è in crescita.

E' in fase di organizzazione la Cronoscalata dei Campionissimi (Cassano Spinola- Castellania).

Le celebrazioni del centenario, a Castellania, si concluderanno con un grande evento corale  sabato 14 e  domenica 15 Settembre.

Infine, al Borgo di Castellania, nuovo complesso strutturato anche per ospitare convegni, incontri, etc, si terranno diverse conferenze, tra le quali la presentazione del  libro più completo, con le immagini più belle, le più intime e in gran parte inedite di Fausto Coppi, con i testi di grandi giornalisti sportivi italiani come Orio Vergani, Giulio Crosti, Ruggero Radice “Raro”, Luca Liguori, Gian Paolo Ormezzano, Claudio Gregori, Gianfranco Civolani, Paolo Francia, Sergio Neri, Italo Cucci, Claudio Ferretti, Gianni Mura, Salvatore Giannella, Marino Bartoletti. Un volume unico e prezioso, con oltre 350 scatti del fotografo Walter Breveglieri che ritraggono  Coppi come mai era stato visto prima: durante le gare, nell’esultanza della vittoria, nei momenti di tristezza profonda per la morte del fratello Serse, nei suoi momenti di riposo in famiglia e in gara. 

BORGO CASTELLANIA- SCHEDA

E' a un'ora da Milano, Genova e Torino. 

Come si arriva

In treno: Stazione ferroviaria di Tortona.

In auto: da Milano autostrada A7 (MIlano Genova)- da Torino austostada E 70

ITINERARI  & ESCURSIONI

Per mountain bike 

- Tracciato ad anello lungo circa 60 km che che si snoda lungo l'alveo del torrente Scrivia tra l'abitato di Castelnuovo Scrivia e quello di Cassano Spinola.

-Sentiero ''Andrea Bricchi'': partenza da Tortona (loc. San Guglielmo) e arrivo all' Abbazia Rivalta Scrivia, andata e ritorno km 12- a piedi ore 3, in mtb ore 1,30.

-Percorso ciclo pedonale Torrente Scrivia: unisce Tortona a Capanne di Cosola. Da lì si può proseguire  fino a giungere a Portofino, in Liguria, con uno sviluppo di oltre 100 km.

Sentieri

-Da Caldirola parte un sentiero che sale fino all’eccezionale punto panoramico della cima del  Monte Ebro (1700 mt).

-Tortona (loc. San Guglielmo) Abbazia Rivalta Scrivia: andata e ritorno 12 km.

-Tortona - Volpedo:  12,53 km, partenza da Tortona, nei pressi del cimitero, all’incrocio tra via Arzani e Strada Paghisano, ove è presente una bacheca informativa sulla “Via del Mare”.  

-Volpedo - Serra del Monte: 12,54 km, percorso  in gran parte su asfalto che costituisce la seconda tappa della “Via del Mare”. Il sentiero parte nei pressi del ponte sul torrente Curone che divide l’abitato di Monleale da quello di Volpedo.   

-Serra del Monte - Fabbrica Curone:  15,48 km per escursionisti. Il percorso costituisce il terzo tratto del lungo itinerario denominato “La Via del Mare”. Stupendi scorci panoramici, aree archeologiche. Si arriva dopo Fabbrica Curone (479 mt.)  alla millenaria Pieve del paese.

-Cà’ del Bello - Molo Borbera: per escursionisti, 10,01 km. E' un itinerario di lunga percorrenza in fase di realizzazione da parte della Sezione CAI di Novi Ligure. Partenza da Stazzano e poi percorso pressoché circolare, ricalcando i confini delle valli Borbera e Spinti, fino ad Arquata Scrivia.    

-Pertuso - Roccaforte Ligure: 7,23 km, per escursionisti esperti.   Percorso impegnativo, soprattutto nel primo tratto, per il dislivello e per alcuni passaggi esposti sulle rocce di puddinga, attrezzati con corde fisse e passerelle in legno. Si parte dal piazzale antistante la stele di Pertuso (mt. 376) al km.15,6 della Val Borbera lungo la strada provinciale SP 140.  Scorci panoramici   ampi e affascinanti sulle strette di Pertuso e del primo tratto della Val Borbera. Arrivo  alla parrocchiale di Roccaforte Ligure (mt. 782).

-Vignole Borbera - Roccaforte Ligure, per escursionisti, 16,87 km. Il sentiero parte dall’Ufficio Turistico della Val Borbera, situato sulla provinciale 140, all’inizio dell’abitato di Vignole Borbera. L' itinerario si snoda tra la Val Borbera e la Valle Spinti e nonostante la sua ragguardevole lunghezza è un percorso particolarmente piacevole, grazie alla continua alternanza di ambienti, dalle vallate boscate, alle zone

calanchive alle linee panoramiche di crinale. Si incrociano diversi sentieri più brevi che permettono di compiere varie deviazioni in base alle esigenze di ogni utente.

-Arquata Scrivia - Colla del Prete, per escursionisti, 9,39 km. Partenza dalla    piazzetta di S.Rocco ad Arquata Scrivia e si arriva al ventoso valico della Colla del Prete (mt. 635), che, nelle belle giornate, offre uno splendido panorama sulle vette circostanti. 

  1. Primo piano
  2. Popolari