Lunedì, 27 Maggio 2019

BRONI - L’EVOLUZIONE ARRANCA

Dopo il grande successo di pubblico riscontrato per Giacomo Poretti con Fare un’anima, il cartellone del Teatro Carbonetti ha in serbo altre serate imperdibili. Tra queste, sabato 15 dicembre alle ore 21, andrà in scena lo spettacolo L’evoluzione arranca che vede protagonista il comico Giobbe Covatta il quale ci parlerà dei Sapiens e del loro destino. Sapiens è l'aggettivo che distingue l'uomo dall'animale. L'uomo sa, capisce, discerne, agisce con consapevolezza e non solo per istinto.
E allora perché non preserva il suo habitat? Perché assume comportamenti autodistruttivi per la specie? Perché si è fatto un'idea di felicità inscindibile dal possesso esclusivo pur facendo parte di una collettività?
Il monologo, mescolando diversi linguaggi, affronta i problemi del terzo millennio - cambiamento climatico, fine delle risorse, inquinamento - analizzandone le ragioni sociali e prefigurando gli scenari futuri.
In causa l'economia contro la biologia; in parallelo l'osservazione del modus vivendi degli animali e delle società tradizionali, guardando all'Africa come paradigma.
Il tono si muove agile tra il dato scientifico e l'aneddoto comico. E tra grafici naif delle differenze tra il cervello maschile e femminile, citazioni di Gerald Durrel e un'iperbolica raccolta differenziata ad opera dell'Arcangelo Gabriele, si plana verso il sogno realizzato della felicità primitiva della tribù dei Turkana.

Per questo spettacolo sono previste agevolazioni sul costo del biglietto per gli associati AMREF (tariffa ridotta) e per i ragazzi sotto i 25 anni (ingresso unico 10€)

Per informazioni www.teatrocarbonetti.it Biglietteria presso il Teatro Carbonetti, via Leonardo Da Vinci 27, Broni. Mercoledì e venerdì dalle 17 alle 19; sabato dalle 10 alle 12. (tel. 0385/54691), acquisto-on line tramite il sito del Teatro Carbonetti.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari