Martedì, 11 Dicembre 2018

GODIASCO - SI RINNOVA, PER IL 348° ANNO DI FILA, L’APPUNTAMENTO CON LA “FIERA DI SAN MARTINO”

Si rinnova domenica 11 novembre, per il 348° anno di fila, l’appuntamento con la “Fiera di San Martino” di Godiasco. L’evento, che anima il borgo oltrepadano per una giornata all’insegna della tradizione e della convivialità, celebra l’antica festa popolare citata nella celebre poesia “San Martino” di Carducci: in questo periodo, come racconta il poeta, si rinnovavano i contratti agricoli annuali, ci si incontrava per scambi e commerci e, non ultimo, si aprivano le botti per il primo assaggio del vino nuovo.

In continuità con quanto avveniva in passato, Godiasco continua a celebrare “L’estate di San Martino” con una manifestazione ricchissima di appuntamenti attraverso cui si esprime l’identità di un luogo ricco di storia, di un paese che trova nella conservazione i motivi per rinnovarsi e guardare al futuro. Oggi la Fiera di San Martino ha cambiato veste, e ha come scopo la promozione e lo sviluppo del turismo, ma rimane un momento molto sentito dalla comunità godiaschese. 

Il programma di quest’anno comincia sabato sera alle 21 con l’anteprima “Aspettando San Martino” al Teatro Cagnoni, dove va in scena la commedia dialettale brillante del G74 “Né di Venere né di Marte”.

L’inaugurazione ufficiale è prevista domenica alle 11 in piazza Cagnoni con il coro “Comolpa in osteria” diretto dal maestro Eraldo Pedemonte: a partire da quest’ora apriranno gli stand in piazza Fiera e in piazza Mercato, dove sarà possibile trovare prodotti artigianali e agricoli di qualità. La fiera, però, si snoderà poi in tutto il centro storico, diramandosi in ogni direzione.

In piazza Mercato saranno presenti un’esposizione di macchine agricole antiche e moderne e i punti ristoro delle Pro Loco e della Croce Rossa.  In piazza Cagnoni sosteranno i banchetti delle associazioni del territorio, e poco distante il Gruppo Alpini di Godiasco preparerà caldarroste e vin brulè per tutti.

Tanti gli appuntamenti a Palazzo Pedemonte, dove tutto il giorno si canta con il coro “Comolpa in Osteria” e dove sono in programma tre diverse esposizioni: la prima, dedicata ai funghi, è curata dal Gruppo Micologico di Voghera, mentre le altre due (intitolate rispettivamente “Dalla vigna alla cantina” e “Dal seme al pane”) costituiscono un omaggio ai due alimenti principi della tradizione contadina locale e prevedranno una degustazione gratuita di pane fatto in casa, crema di zucca, mosto cotto e antiche varietà di patate.  Sempre nel cortile di Palazzo Pedemonti sono in programma lo scambio dei semi e l’esposizione di circa duecento varietà di antiche mele e pere.

In via Castello verranno esposti gli ingrandimenti di antiche foto e cartoline di Godiasco, in via Pietro Nenni si posizioneranno la carrozza con i cavalli e la corte agricola con gli animali della fattoria, mentre in piazza castello si tornerà a giocare come si faceva una volta con gli “Antichi giochi di legno”. In piazza Conciatore verranno ricreate le botteghe dei mestieri di un tempo, in via del Molino (dove sono previste anche le visite guidate al piano terra dell’antico mulino) si fermeranno i produttori del gusto con le loro proposte enogastronomiche, al bar del campo sportivo “Conti” sosteranno le fiat 500 e le auto d’epoca del gruppo “Gli amici dell’Oltrepo”.

Sempre in piazza Cagnoni, nel “Museo dell’arte contemporanea del legno locale e della mineralogia”, sarà esposta la mostra permanente dei “Diorami di Riccardo Bedaglia” (lascito del Maestro Giovanni Novaresio), mentre al di fuori è prevista l’esposizione delle fotografie inviate al Concorso Fotografico Nazionale “Memorial Massimo Sala”. 

Nel programma dell’evento anche diversi spettacoli. Dalle 10.30 alle 17.30 si esibiranno: 

  • Gli sbandieratori e i musici di Borgo San Lazzaro (Asti)
  • Il Gruppo Folkloristico Pavullese con La tradizione dei "lacchè" a ritmo di monferrina
  • La “Banda delle zucche del Cusi
  • Il gruppo antichi mestieri “Amici di San Vittore”
  • Il teatrino dialettale di “Giuan e Cucù”

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari