Lunedì, 10 Dicembre 2018

CORVINO SAN QUIRICO – SI RIVIVE IL CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA CON UNA PROPOSTA DI MUSICA, IMMAGINI E SENTIMENTI

Corvino rivive il centenario della grande Guerra con una proposta di musica, immagini e sentimenti. Maria Teresa Lanati ed Edoardo Vaccaroli, già creatori della recente mostra fotografica “Lo sguardo degli eterni” e dei documentari “Mi ricordo: voci per non dimenticare” e “L’anima dei luoghi perduti di Corvino”, tornano con un nuovo evento, “LA GRANDE GUERRA-Corvino al fronte” “I nostri lavori hanno come scopo quello di rinsaldare l’identità e l’appartenenza alla comunità, riunendosi, passando del tempo insieme, emozionandosi. Confermando gli obbiettivi di aggregazione, cultura e divertimento”. A 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale, propongono insieme a ProLoco Corvino una grande manifestazione per commemorare quei ragazzi, antenati, amici, vicini di casa, abitanti di Corvino,  una generazione intera trascinata nella terribile esperienza della guerra.

Apertura dell’evento, sabato 22 settembre dalle ore 20.30, con il “Concerto Patriottico”: la rievocazione di un evento di importanza nazionale e storica, ovvero la partecipazione del Maestro Arturo Toscanini agli avvenimenti della Prima Guerra Mondiale, dirigendo nel 1917 dirigeva una banda militare vicino al fronte, al Monte Santo. Gesto per il quale fu decorato con la Medaglia d’Argento. Scriveva alla moglie: “Suonammo in faccia agli Austriaci e cantammo i nostri inni nazionali, la musica inconfondibilmente italiana si rovesciò verso la Tarnova, risvegliando l’attenzione degli austriaci che aprirono il fuoco”. E ancora: “Puoi immaginare la mia sorpresa e la violenta emozione che ne seguì, piansi come un bambino e mi sentii confuso da questo alto simbolo di onore che credo di non meritare. Che cosa vi era di più umile e semplice che portare alcuni strumentisti ed un po' di musica sul Monte Santo in mezzo a quei cari soldati??”  Il Gruppo strumentale bandistico di Felino (Parma) riproporrà per l’occasione un programma simile a quello del Maestro sul Monte Santo, con musiche patriottiche e marce militari: Inno di Mameli, San Giusto, La leggenda del Piave, ... ;  e arie di Giuseppe Verdi come “Si ridesti il leon di Castiglia”, “Suona la tromba”, “Va’ Pensiero”.

Introdurrà la serata Nicola Luberto, direttore del Museo Casa Natale di Toscanini a Parma. Il pomeriggio di domenica 23 (dalle ore 15.00) sarà dedicato alla presentazione e visione della mostra “Noi c’eravamo”, curata da Maria Teresa Lanati ed Edoardo Vaccaroli, frutto di una laboriosa ricerca e raccolta di materiale fotografico, epistolare e di cimeli, tra i compaesani di Corvino San Quirico. “Si ascolteranno storie di chi la guerra l’ha vissuta attraverso chi l’ha raccontata e scritta” Ci sarà anche un momento di riflessione sui “Ragazzi del ’99” (nati nel 1899), che hanno compiuto i loro 18 anni combattendo sul fronte, chiamati dopo la disfatta di Caporetto a cambiare le sorti della storia sacrificando gioventù e vita: diversamente dai giovani nati un secolo dopo (1999). Gli Alpini del Coro “I.Timallo” di Voghera, introdurranno alla visione della mostra con la loro suggestiva coralità.

“Questo lavoro è nato da ricordi personali a cui hanno contribuito stimoli e curiosità sempre crescenti da parte nostra e di chi inizialmente pensava, per ragioni di memoria, di non poter essere, a malincuore, d’aiuto al nostro intento. Il passato è riemerso da solo.” Tutta la manifestazione si svolgerà presso la storica cornice dell’Azienda Agrituristica “La Cantabrüna”: un cortile d’altri tempi e un giardino accogliente e curato (vicino al Centro Polifunzionale di Corvino San Quirico, Via Rivetta 2).

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari