Martedì, 18 Dicembre 2018

MONTÙ BECCARIA - AGOSTO MONTUESE : «UN SUCCESSO CHE CI INVIDIANO IN TANTI»

Lasciato alle spalle un giugno positivo, in cui Montù Beccaria è riuscito a valorizzare la produzione vinicola locale attraverso la manifestazione BeviAMOntù, realizzata in collaborazione da Pro Loco e altre associazioni, il paese si prepara a bissare con la Mostra dei Vini, storica kermesse con oltre mezzo secolo di vita che si prepara a diventare l’appuntamento numero uno dell’estate. Il “contenitore” sarà l’Agosto Montuese, che ogni anno richiama in paese molti giovani. Una manifestazione di cui va fiero il primo cittadino Amedeo Quaroni.

Che importanza ha l’Agosto Montuese per il suo comune?

«L’Agosto Montuese è un appuntamento fisso da molti anni, è la nostra festa per eccellenza ed è la vetrina del nostro prodotto principe che è il vino, con la Mostra dei Vini che quest’anno è giunta alla 54° edizione. Nata come Settembre Montuese, questa manifestazione fa ormai parte della nostra tradizione e della nostra storia.

È diventata un appuntamento irrinunciabile per tantissimi amici e turisti che vengono da fuori. Una grande festa che ci ha permesso di farci conoscere e apprezzare».

è un buon modo per attirare giovani?

«I giovani a Montù sono i protagonisti principali di questa manifestazione, e lo sono in due versioni: da operatori-organizzatori e come ospiti. È un rincorrersi di gioventù e questo rende la festa gradita e appetibile a tutti, un successo che ci invidiano in tanti e che si ripete ogni anno».

Si valorizza adeguatamente il vino del territorio?

«Per la valorizzazione del vino e del territorio il discorso sarebbe lungo e certo bisognerebbe fare molto di più e meglio in tutte le direzioni. L’aver mantenuto comunque un appuntamento fisso per 54 anni è sicuramente un vanto e un bel biglietto da visita per il nostro paese».

Da un paio d’anni la Pro Loco, in collaborazione con le altre associazioni del paese, propone nel mese di giugno un altro momento particolarmente legato alla produzione locale che ha già avuto un grande successo, BeviAMOntù. Da Sindaco apprezza il lavoro della Pro Loco? E da cittadino?

«Ho sempre apprezzato tantissimo il lavoro della Pro Loco di Montù Beeccaria e delle Pro Loco in generale, sia come cittadino che come amministratore, e nel passato ne ho fatto anche parte attiva. Una volta si diceva che un paese per essere veramente tale doveva avere tre cose: l’orologio (il comune), la chiesa e la Pro Loco. Le prime due sono istituzionali e rendono per questo importante il paese, la Pro Loco è la gente, è l’impegno e la voglia di fare e misura la vitalità e il gradimento di un paese; a Montù i valori sono entrambi molto alti».

Un augurio per il futuro del suo paese e delle sue associazioni?

«L’augurio è che ci sia sempre più collaborazione fra le associazioni e che insieme si possano realizzare tante belle cose per il nostro paese. Da parte dell’Amministrazione ci sarà sempre la massima collaborazione e il massimo aiuto nelle diverse forme possibili. Il Paese è vivo, bello e attrattivo se lo vogliamo tutti insieme e se spingiamo tutti nella stessa direzione, non basta solo il Sindaco!».

  1. Primo piano
  2. Popolari