Lunedì, 18 Novembre 2019

VARZI - IL BLU E BIANCO DELLA CONTRADA DI ORAMALA ….. IL PALIO DELLA SPOSA

Il simbolo più importante della contrada è senza alcun dubbio, il castello di Oramala.

Esso è un fortilizio situato nel comune di Val di Nizza in provincia di Pavia. È posto su uno sperone roccioso a 758 m s.l.m. affacciato sulla valle Staffora. Venne costruito nel  X secolo dalla famiglia Malaspina, nel 1029 possesso del ramo Obertengo. Dopo un passaggio, nel 1157, nelle mani dei marchesi D’Este e nel 1161 del vescovo di Tortona, ritorna, nel 1164, grazie a Federico Barbarossa ad Obizzo I.

Verso la fine del XII secolo, con le fortune dei Malaspina, vede il momento di maggior splendore, diviene centro di diffusione culturale ospitando trovatori provenzali. Nel 1474 la rocca viene fortificata da Manfredi Malaspina, per adeguarla alle nuove esigenze difensive dovute all’entrata in uso dell’artiglieria. Fuori dai flussi della storia il fortilizio rimane alla famiglia Malaspina sino alla fine del XVIII secolo, quando i marchesi di Oramala, trasferendosi a valle, ne decretano il declino; abbandonato, cominciò ad andare in rovina. Nel 1985 gli attuali proprietari, i fratelli Panigazzi, iniziano la ristrutturazione e il ripristino delle parti crollate, che è tuttora in corso. Nel 2005 viene aperto al pubblico il Museo dell’arte contadina e degli attrezzi del ferro. Attualmente il castello è sede dell’Associazione Culturale Spino Fiorito ed è circondato dal Parco Letterario “Dante e i Trovatori nelle terre dei Malaspina”.

Durante la manifestazione del “Palio della Sposa” la contrada di Oramala è senza alcun dubbio una delle più temute in quanto sono già due le inserzioni nell’albo d’oro del palio. Per due edizioni consecutive 2016 e 2017, i portantini Nicola Cifaratti, Andrea Cifaratti,  Alberto Caronni e Ludovico Gullo, si sono aggiudicati la vittoria al termine di due gare ricche di colpi di scena. Il capitano Andrea Camporotondo ha avuto cosi il privilegio di sollevare per ben due volte l’ambito stendardo del “Palio della Sposa”.

  1. Primo piano
  2. Popolari