Lunedì, 22 Aprile 2019

BRONI – RIVIEZZI : “LA STAGIONE 2018/2019 DEL TEATRO CARBONETTI SEGNA UN VERO E PROPRIO SPARTIACQUE RISPETTO AL PASSATO”

"La Stagione 2018/2019 del Teatro Carbonetti di Broni segna un vero e proprio spartiacque rispetto al passato, tante sono le novità che abbiamo messo in campo rispetto alle precedenti. – spiega il sindaco Antonio Riviezzi - La prima e più grande novità riguarda la cornice temporale e la durata della stagione. Quest’anno è la prima volta che ci troviamo qui tutti insieme a presentare il cartellone del Carbonetti nel mese di giugno. L’anticipo di quasi tre mesi rispetto al passato, quando la presentazione si teneva a settembre, è figlia del fatto che quest’anno la stagione partirà ufficialmente nel mese di ottobre e non più a metà novembre, in modo da allinearci con la programmazione degli altri teatri."

Inoltre, all’interno della stagione in partenza, il Carbonetti rispolvererà la propria vocazione cinematografica con il “Cinemino”; si tratta di una vera e propria rassegna di tre proiezioni, organizzata in collaborazione con l’Associazione Consulta Giovani Broni,  che si terrà nella galleria del teatro.

L’inaugurazione ufficiale della stagione è fissata domenica 14 ottobre 2018, la biglietteria, in funzione da sabato 1° settembre avrà un nuovo orario di apertura, il mercoledì e il venerdì dalle 17 alle 19, per venire incontro a chi lavora, mentre il sabato è confermato l’orario dalle 10 alle 12. Riguardo ai contenuti, la nuova stagione è il risultato di un lungo lavoro progettuale da parte dell’Amministrazione Comunale di Broni in collaborazione con le realtà e le Associazioni culturali locali, finalizzato a valorizzare la ricchezza e la varietà dei generi proposti, per intercettare ogni fascia d’età e soddisfare quante più possibili tipologie di interesse, grazie anche alle preziose indicazioni del pubblico. Il cartellone 2018/19, infatti, è stato ideato e calibrato sulla base dei consigli e dei desiderata del nostro numeroso ed affezionato pubblico, grazie ai questionari raccolti nell’arco dell’intera stagione precedente. In particolare, l’insieme degli spettacoli riesce a centrare uno dei principali obiettivi che il Comune di Broni si è prefissato quest’anno, e cioè il contenimento dell’incidenza della voce di costo degli spettacoli sul conto economico del teatro, mantenendo inalterata la qualità della proposta offerta, anzi, se possibile aumentandola ancora di più, ottimizzando le risorse a disposizione e puntando all’incremento delle presenze. Da un punto di vista prettamente quantitativo, nonostante la diminuzione degli spettacoli in abbonamento, proposta di numerosi abbonati della prima ora che hanno giudicato un po’ troppo impegnativa la stagione appena conclusa, l’offerta degli eventi previsti quest’anno è più ricca di quattro appuntamenti rispetto allo scorso anno.

Da un punto di vista qualitativo, invece, la stagione 2018/19 segna la maturità del Carbonetti; facendo tesoro delle passate stagioni, l’offerta di spettacoli in programma costituisce un unicum in grado di divertire, emozionare, commuovere, avvincere ed appassionare; non solo, è una stagione che, pur garantendo leggerezza e divertimento, saprà anche regalare stimoli e spunti di riflessione non scontati. Altra importante novità rispetto al passato riguarda l’aumento degli appuntamenti gratuiti, che quest’anno saranno ben quattro, per aprire le porte del teatro a tutti, avvicinandosi a quelle famiglie, a quei giovani ed a quegli anziani che, per vari motivi, non sono mai potuti venire a teatro o sono venuti pochissime volte negli ultimi anni. I quattro appuntamenti gratuiti riguardano l’evento musicale natalizio, una serata di divertimento per uomini e donne in occasione della Festa delle Donne, lo spettacolo Barbablù 2.0, della Compagnia Teatro In Mostra, per rendere omaggio alla Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne, tema purtroppo di estrema attualità, ed infine, nell’ambito dei festeggiamenti per il 25 aprile, Sotto i girasoli della Compagnia Punto Teatro Studio di Milano. Vista la “mission” storica propria del Carbonetti, - conclude il Sindaco - suo vero e proprio marchio di fabbrica fin dalla riapertura del 2013, consistente nella volontà di aprirsi quanto più possibile al territorio, alle associazioni ed alle realtà culturali locali, altra grossa novità di quest’anno sarà “InOltre”; si tratta di una vera e propria rassegna che, all’interno del cartellone, raccoglierà una serie di eventi e spettacoli proposti e realizzati da realtà del circondario che hanno le proprie radici e culturali nel territorio provinciale.

Entrando nel vivo della proposta...ad aprire il sipario della stagione 2018/19, domenica 14 ottobre alle ore 17.00, l’opera lirica La Bohéme di Giacomo Puccini, una produzione Circolo PaviaLirica, con Luigi Albani e Maria Simona Cianchi, cui seguirà la cena di gala nel ridotto del teatro dedicata ai prodotti dell’Oltrepò. In cartellone 19 spettacoli, di cui 10 le proposte in abbonamento. Primo appuntamento domenica 28 ottobre ore 21, con lo spettacolo Gagman di e con Lillo & Greg. Il duo comico propone cavalli di battaglia tratti dalla loro carriera teatrale, televisiva e radiofonica. Venerdì 8 novembre Debora Villa, conosciuta al grande pubblico per il personaggio di Patty in Camera Caffè, andrà in scena con la nuova produzione dello spettacolo Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere. Venerdì 23 novembre L’evoluzione arranca con Giobbe Covatta e Mario Tozzi, uno strano incontro tra un uomo di spettacolo impegnato nella divulgazione dei problemi ambientali e un geologo divulgatore per mestiere, prestato allo spettacolo. Sabato 1 dicembre è la volta di Fare un’anima di e con Giacomo Poretti, l’attore del trio comico Aldo Giovanni e Giacomo porta in scena un monologo dal linguaggio umoristico e ironico, che raccoglie divagazioni e provocazioni sul concetto di “anima”. Sabato 15 dicembre Eleganzissima, una serata all’insegna della classe e del glamour con Drusilla Foer, la fashion icon si racconta al pubblico, alternando aneddoti della sua meravigliosa vita a momenti musicali. Dopo la pausa natalizia Enrico Bertolino ci farà conoscere un nuovo genere di teatro: l’Istant Theatre, questo il titolo dello spettacolo che porterà in scena venerdì 18 gennaio 2019, uno spettacolo creato al momento che tratta di attualità, cultura, politica in un continuo scambio di battute tra l’attore e il pubblico. Le proposte in abbonamento continuano venerdì 1 febbraio con Pesce d’aprile, il racconto di un grande amore, un’esperienza di vita reale, toccante, intima e straordinaria: in scena Cesare Bocci e Tiziana Foschi, per uno spettacolo tratto dall’omonimo romanzo autobiografico, edito Sperling & Kupfer, che in meno di un anno ha venduto più di diecimila copie. A grande richiesta torna venerdì 15 febbraio, Francesco Tesei con il suo nuovo spettacolo di mentalismo The Game, in cui interagirà con il pubblico in una serie di “giochi” il cui esito è appeso ad un filo molto sottile. Lunedì 4 marzo, a carnevale, l’appuntamento è con il musical La Famiglia Addams, che vede in scena Gabriele Cirilli nei panni di Gomez Addams alle prese con problemi familiari che non si sarebbe mai aspettato di dover affrontare: la figlia, Mercoledì Addams, si è innamorata...

Per gli amanti della prosa leggera sabato 30 marzo Alle 5 da me, con Gaia De Laurentiis e Ugo Dighero, una commedia esilarante che racconta i disastrosi incontri sentimentali di un uomo e di una donna: lui in cerca di stabilità affettiva, lei ossessionata dal desiderio di maternità. In chiusura di abbonamento sabato 13 aprile, Live show, con Dario Ballantini, due ore di live show ricco di musica, trasformismo e gag, supportato da una band d’eccezione, Ballantini interpreta i brani famosi di Zucchero, Vasco Rossi e Gianni Morandi. Diversi gli appuntamenti musicali che compongono il cartellone del Teatro Carbonetti. Domenica 27 gennaio in scena l’operetta La principessa della Czarda, operetta in tre atti di Leo Stein e Béla Jenbach, con le musiche di Emmerich Kálmán, la Compagnia d’Operette Elena D’angelo, che firma questa produzione, si contraddistingue per la volontà di proporre allestimenti che si attengano alla tradizione operettistica italiana. A febbraio tornerà, con la seconda edizione, la Masterclass Corea InCanto, questa volta gli artisti coreani si prepareranno su un repertorio che andrà dalla musica barocca a brani del Don Giovanni di Mozart per il concerto conclusivo, sabato 9 febbraio. A chiusura della stagione musicale il concerto In Viaggio, fra musica e danza nel tempo e nel mondo, una serata che parte dall’opera lirica e arriva, passando dal tango e dalle canzoni, alla musica da film. E’ pensato per il “grande pubblico” che si lascia portare nella soffitta della Bohème, nella speranza di Madama Butterfly, negli infimi quartieri di Buenos Aires con Maria di Piazzolla, nella magia delle colonne sonore che tutti conosciamo da La vita è bella a C’era una volta in America, senza dimenticare La dolce vita, Amarcord e molti altri. Teatro Carbonetti Broni Teatro Carbonetti | Via Leonardo da Vinci, 27 – Broni www.teatrocarbonetti.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. STAGIONE 2018-19 4 L’Amministrazione Comunale ha inserito nella prossima stagione 4 appuntamenti gratuiti, su prenotazione che stimolino la partecipazione collettiva, tendendo a dissolvere i confini tra le tre comunità coinvolte nell’evento teatrale, e in generale la distanza tra attore e spettatore, e tra persona e personaggio. Domenica 23 dicembre, le arpe della Celtic Harp Orchestra, saranno le protagoniste del concerto di Natale che l’Amministrazione comunale omaggia, come di consueto, alla cittadinanza.

Altri saranno gli eventi gratuiti inseriti in stagione: in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, martedì 27 novembre, sarà in scena al Carbonetti lo spettacolo Barbablù, con Laura Negretti e Alessandro Quattro. Lo spettacolo non racconta la storia di un marito violento e delle conseguenze delle sue azioni, ma la storia di un viaggio nella testa di una donna. La ricerca di un’identità forte che si è persa, sfilacciata fra violenze e soprusi che sono diventati la norma. Sempre alle donne è dedicato un altro appuntamento, venerdì 8 marzo, festa della Donna: Donne nella mia vita di e con Claudia Penoni, apprezzata dal pubblico televisivo nel personaggio di Kripstak al fianco di Leonardo Manera negli sketch del Cinema Polacco di Zelig. La Penoni si tuffa con ironia nella guerra dei sessi e ne riemerge con uno spettacolo che diventa un piccolo trattato umoristico “da camera”. Mercoledì 24 aprile, l’Amministrazione Comunale celebra la ricorrenza del giorno della Liberazione offrendo uno spettacolo che rievoca la guerra e le sofferenze inferte a coloro che l’hanno vissuta, Sotto i girasoli racconta la storia di Augusto, Carmine e Federico, tre ragazzi costretti a partire per la guerra. La voce fuori campo e le registrazioni originali di Augusto Tognetti, sopravvissuto alla ritirata di Russia e al campo di concentramento nazista di Buchenwald, accompagnano l’incessante procedere degli eventi vorticosi che andranno dritti al cuore del racconto. Lo spettacolo è prodotto dalla Compagnia Punto Teatro Studio di Milano. ...InOltre InOltre è un’appendice della stagione teatrale che si apre al territorio, un piccolo segnale sociale, il Carbonetti a disposizione delle energie creative oltrepadane, forse, più di tutti possiamo segnalare l’adesione al progetto di Silvio Negroni coi Fio dla nebia, un gruppo musicale pavese attivo dai primi anni ‘90 che canta prevalentemente in dialetto pavese riprendendo anche celebri canzoni popolari lombarde e non, ci presenteranno il loro nuovo album. Sondando tra le colline abbiamo scovato appassionati di tango che avranno modo di partecipare a 3 appuntamenti nel ridotto del teatro, le serate hanno lo scopo di far riscoprire il tango non solo come ballo, ma come rito collettivo in cui le individualità si possono incontrare e divertirsi tra un piccolo buffet, musicisti argentini nella magia dell’abbraccio danzato. Poi ancora balletto, musical, serate a tema: tutti i protagonisti di “InOltre” troveranno la propria cornice ideale qui su questo palco.

Il legame del Teatro con il suo territorio è l’aspetto che, forse, sta più a cuore all’Associazione Amici del Teatro Carbonetti - afferma il presidente Marco Rezzani - . Siamo stati felici di percepire questa disponibilità a lasciare il palcoscenico a coloro che per tanti anni hanno lavorato sul tema artistico/teatrale, piccole scintille creative che, diffuse nei nostri paesi, tengono vivo l’entusiasmo e la dinamicità proprie del teatro. Non dimentichiamo infatti che il Carbonetti nasce per la prima volta nel 1881 proprio per volontà dei cittadini, saranno poi le famiglie borghesi dell’epoca a percepirne la necessità e a realizzare l’opera. Il nostro teatro ha visto il suo periodo di massimo splendore proprio con la rivista, col varietà, con quella tipologia di spettacolo divertente ma mai banale, che fa riflettere senza turbamenti, che eleva gli animi senza forzature... la strada ce l’hanno già indicata i nostri nonni, a noi non resta che proseguire lasciandoci semplicemente contaminare dall’attualità di proposte e dal mondo contemporaneo.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari