Martedì, 21 Gennaio 2020

MONTESEGALE - IL TEATRO GRECO

Un interessantissimo progetto sta prendendo vita in questi giorni a Montesegale, nel quadro della politica che vuole il piccolo centro oltrepadano caratterizzarsi sempre più come borgo d'arte e di cultura.

Questa volta si tratta di un'esperienza molto particolare, che si realizza grazie alla vocazione di accoglienza che caratterizza questa Comunità Ospitale; una popolazione, dunque, che aderendo a un progetto nato in seno all'Associazione Borghi Autentici d'Italia, si connota per la capacità di ricevere presso di sé coloro che sono destinati a diventare veri e propri cittadini temporanei del borgo.

Nove giovani accomunati dalla passione per il teatro si ritrovano, sotto la guida di due professionisti, ad affrontare una corsa contro il tempo: sette giorni di completa full immersion e di lavoro collettivo per sperimentare l’intenso lavoro di preparazione, studio e realizzazione di uno spettacolo. 

Lo splendido borgo di Montesegale garantisce la tranquillità e solitudine necessarie per affrontare una prova tanto complessa.

Creare un gruppo. Ascoltare gli altri. Sentire la natura, coglierne i ritmi. Questi gli ingredienti fondamentali per la buona riuscita del progetto.

Coltivare le abilità individuali (attore, scenografo, costumista, dramaturg, musicista, cantante) per far fiorire un teatro condiviso e pienamente vissuto, in grado di valorizzare ancora di più il patrimonio offerto dal territorio.

Il lavoro, nato e sviluppato grazie all’appoggio istituzionale e comunitario di Montesegale, culminerà in una restituzione aperta e gratuita per la comunità ospitante e gli amici/parenti, la sera di domenica 17 giugno 2018.

Il testo messo in scena è Sette contro Tebe di Eschilo. Questa la sinossi dell'opera: Eteocle e Polinice, figli di Edipo, hanno stretto un accordo: avrebbero regnato un anno ciascuno, alternandosi sul trono. Eteocle, però, allo scadere del mandato, non vuole restituire il regno a Polinice, il quale arma sei guerrieri di Argo, con lui sette, e li pone davanti le porte di Tebe per dichiarare guerra al fratello.Eteocle contrappone altri sette guerrieri, tra cui lui stesso, mettendoli a presidio della città. Il messaggero informa che anche Eteocle e Polinice si sono scontrati e sono caduti dandosi vicendevolmente la morte. La vicenda è scandita dal dialogo sempre presente con il Coro di giovani fanciulle tebane. Preoccupate per il destino della città, forti, devote restituiscono senza censura, senza pudore la paura, la speranza e l’incertezza del futuro.

L'appuntamento è dunque domenica 17 giugno, alle ore 20.45, nel suggestivo contesto del sagrato della Chiesa dei SS. Cosma e Damiano a Montesegale.

Adattamento e regia Giovanni Di Piano e Tiberio Ghitti

Con (in ordine alfabetico) Sofia Amighetti, Federica Chiechi, Sabrina Dordoni, Federica Dotti, Marco Dotti, Giorgia Leo, Federico Palloni, Serena Pozzi, Nicoletta Torri

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  1. Primo piano
  2. Popolari