Domenica, 24 Giugno 2018

RIVANAZZANO TERME - SPIRITUALITÀ E ASTRAZIONE, ARTE TRIBALE E ARTE CONTEMPORANEA

Opere tribali provenienti da Burkina Faso, Congo, Costa d’Avorio, Etiopia,  Nigeria, Mali, Tanzania, Togo e opere di Carla Accardi, Donata Almici,  Rodolfo Aricò, Remo Bianco, Agostino Bonalumi, Matteo Bosoni, Eugenio Carmi, Giorgio Celiberti, Jorge Eduardo Eielson, Giorgio Fumagalli, Osias Hofstatter, Fausto Melotti, Romano Santucci, Franco Saviotti, Giovanni Sesia, Günther Uecker, saranno esposte dal 19 maggio al 17 giugno 2018, con inaugurazione della mostra il 19 maggio alle ore 18-20, presso il “Laboratorio” in  Via Buonarroti 10 a  Rivanazzano Terme, con orario di visita il sabato e la domenica, dalle ore 16 alle ore 19

"La  mostra che Artart oggi propone intende creare un 'gioco' di  contrapposizioni tra arte  tribale  e  arte  moderna – scrive Franco Riccardi -  attraverso  rapporti  e  confronti  a  prima  vista  non  facilmente conciliabili  ma, in qualche modo, ricchi di fascino e mistero. In realtà non c’è necessariamente contrapposizione tra le due forme espressive così lontane nello spazio e nel tempo, anzi a tratti si possono cogliere analogie e similitudini... L’arte dei popoli  'primitivi'  ha di certo influenzato sensibilmente il lavoro delle  avanguardie del Novecento attraverso il forte potere di stilizzazione che possiede e nel saper rendere immagini invisibili e irreali in una forma totalmente nuova da cui  emergono forme altamente espressive."

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari