Giovedì, 13 Dicembre 2018

CASTEGGIO RENDE OMAGGIO AD UNO DEI PERSONAGGI CHE HA SEGNATO INDELEBILMENTE LA SUA STORIA

Casteggio rende omaggio ad uno dei personaggi che ha segnato indelebilmente la sua storia: domenica 18 marzo dalle ore 16, presso il Palazzo Certosa Cantù, si terrà una manifestazione a ricordo di Giuseppe Maria Giulietti, esploratore e geografo nato appunto a Casteggio nel 1847 ed ucciso in Africa nel 1881. 

Giuseppe Maria Giulietti (Casteggio, 28 dicembre 1847 – Beilul, 25 maggio 1881) è stato un geografo ed esploratore italiano.Dopo gli studi compiuti presso il Collegio Nazionale di Voghera si arruolò nel Corpo Volontari Italiani col quale combatté nel 1866 contro gli austriaci; nel 1871 si sposò e l'anno successivo ebbe un figlio. Rimasto vedovo fu contattato da Giacomo Doria per aggregarsi alla spedizione Martini Bernardi incaricata di portare soccorsi alla spedizione Antinori nello Scioa. In seguito fu a capo di varie spedizioni in Africa. Durante l'ultima di esse, venne ucciso dalle popolazioni dancale insieme al tenente di vascello Ettore Biglieri e a dieci marinai dell'Ettore Fieramosca. Il massacro avvenne nei pressi della città di Beilul, non sappiamo per quale ragione; probabilmente erano sorti dei dissapori tra l'esploratore, a quanto pare assai poco diplomatico, e lo sceicco Mohammed Akito e suo figlio Omar. Il fatto suscitò molto scalpore nell'Italia dell'epoca. In onore dell'esploratore ucciso, un grande lago vulcanico, scoperto in Etiopia nel 1928 dalla spedizione guidata da Ludovico M. Nesbitt, fu chiamato Lago Giulietti. Le spoglie dell'esploratore italiano furono rinvenute e riportate in Italia da un altro esploratore, Raimondo Franchetti, che ripercorse la depressione dancala nel 1929. Nel 1879 l'armatore genovese Raffaele Rubattino sfruttò l'amicizia del Giulietti con l'allora ministro degli esteri Agostino Depretis per convincerlo che era nel miglior interesse dell'Italia appropriarsi della baia di Assab. Le Memorie di Giuseppe Maria Giulietti furono pubblicate nel 1882, un anno dopo la sua morte, dalla sorella Elena Giulietti Venco.

A Casteggio sono intitolate a Giuseppe Maria Giulietti le scuole medie ed una via, a testimonianza di un legame storico ormai indissolubile. Domenica 18 marzo una giornata interamente dedicata a questo importante personaggio: l'assessorato alla cultura del Comune di Casteggio, in collaborazione con la Biblioteca Pelizza Marangoni e l'associazione Oltre Confine, ha organizzato l'evento dal titolo 'Giuseppe Maria Giulietti- Un Casteggiano nella storia': alle ore 16 visita guidata tra i cimeli e gli effetti personali appartenuti all'esploratore, a cura di Antonio Ramaioli della cooperativa Oltre Confine; alle ore 17.30 si approfondirà il tema del Giulietti esploratore ed il racconto dei suoi viaggi, con una conferenza in cui sono stati invitati in qualità di relatori la professoressa Maura Romano (pronipote dell'esploratore) ed il dottore Giuliano Giulietti (pronipote dell'esploratore), il dibattito si svolgerà con il contributo di Elena Franchini (studiosa del Giulietti) e della direttrice del Museo Archeologico di Casteggio e dell'Oltrepo Pavese Valentina Dezza. Seguirà rinfresco. Per info e prenotazioni della visita guidata 038383941- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPO A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari