Martedì, 21 Novembre 2017

PORTALBERA: IMPORTANTE OPERA DI RESTAURO A OPERA DEL LIONS CLUB STRADELLA BRONI HOST

 Il 14 ottobre si è tenuta la presentazione del restauro di un dipinto della chiesa di Portalbera avvenuto come service del club “Lions Stradella-Broni Host” a opera del dott. Bonacina Roberto e del dott. Gramegna Maurizio e su sollecitazione del Comune di Portalbera, che si sta adoperando anche per altri restauri nella chiesa. Portalbera, che oltre a trovarsi sulla via Francigena è anche luogo dei due miracoli della traslazione di San Colombano, diventa feudo vescovile dal 1300 e dal 1700, con l’arrivo di don Agostino Boserio, la sua chiesa raggiunge il culmine dello splendore. È proprio don Boserio a lasciare gli annales della canonica intitolati “Cognizioni, Usi, Redditi e Prerogative della Parrocchia”, in cui raccoglie dettagliatamente le notizie sulla chiesa e sulle attività del paese. Il volume omonimo viene pubblicato nel 2002, con le necessarie annotazioni e prefazioni ( un’introduzione a cura del professor Annibale Zanbarieri, docente all’Università degli Studi di Pavia), dal dott. Maurizio Gramegna, stimolato da un vivo interesse per il materiale trovato nella chiesa e per l’amore per il proprio paese nativo. Il dott. Maurizio Gramegna, assieme ai maggiori rappresentati del Club Lions, alcuni dei quali originari del piccolo paese di Portalbera, ha presentato il meticoloso lavoro di restauro che ha riportato alla luce un'opera piuttosto significativa, che era rimasta prima trascurata dall’incuria e dal tempo all’interno della chiesa di Portalbera: il dipinto su tela rappresenta il martirio di San Fedele e assieme a due ovali che raffigurano scene del martirio, risiede nella nicchia marmorea dove giacciono le spoglie del Santo. Il dott. Gramegna spiega come sia significativa la presenza di alcuni dipinti e sculture ligne molto fini e di artisti importanti, sarà obiettivo futuro il restauro di altri due dipinti su tela presenti nella chiesa. Il presidente del Lions Club, il dott. Bonacina Roberto, precisa come il lavoro del “club Lions Stradella Broni host” voglia essere non solo quello di sponsorizzare a livello economico iniziative sul suolo dell’Oltrepò, ma anche quello di stimolare “un circolo di discussione e di dibattito intellettuale e culturale all’interno dei nostri paesi”.

giift

  1. Primo piano
  2. Popolari