Sabato, 16 Dicembre 2017

VOGHERA - «PAROLE NOTE» AL CASTELLO

Venerdì 13 ottobre dalle ore 21 presso il Castello Visconteo di Voghera, nell’ambito della IV edizione del Festival di CulturAma “Cultura È Libertà”, quest’anno dedicato al tema dell’amore, si terrà una singolare serata con protagonisti Giancarlo Cattaneo e Maurizio Rossato di Radio Capital. 

Lo spettacolo, intitolato “Parole Note”, è un nuovo dialogo tra musica e poesia. Un reading sempre diverso, accompagnato da un sorprendente dj set e da immagini estremamente evocative ed avvolgenti. Maurizio Rossato crea un flusso di musica elettronica su cui Giancarlo Cattaneo legge i testi e le poesie più belle di Parole Note, anche tratte da libro Parole dritte al cuore. 

La versione più recente dello spettacolo, che verrà proposta a Voghera, esplora la poesia e i testi più significativi di grandi autori che hanno voluto lasciare un messaggio alle nuove generazioni, l’importanza di ogni momento della vita, il valore di ciò che siamo e quello per cui vale la pena combattere, le parole che ognuno di noi vorrebbe lasciare ai propri figli.

Parole Note è un progetto molto ampio: nato come programma radiofonico (Maurizio Rossato è stato regista di Fabio Volo a Radio Deejay) si è poi trasformato in CD e nel libro Parole dritte al cuore (edito da Mondadori, con le poesie e i testi che hanno riscontrato più successo). Anche il mondo dei social si è innamorato di questo innovativo progetto: la pagina Facebook è una consolidata realtà con oltre 173 mila like. 

Come scrive sapientemente Mario De Santis su Repubblica.it, “legate in una sorta di filo narrativo, le poesie ritrovano le origini del genere (per millenni, fino al Medioevo, la poesia fu sempre legata alla musica e non è un caso che le raccolte si siano poi continuate a chiamare Canzoniere, da Petrarca a Saba, o Canti, da Leopardi a Pascoli) e al tempo stesso si avvicinano allo spirito dell'hip hop, della rima ritmata, della spoken poetry, restituendo al pubblico il  piacere del testo, della fruizione. E con questa nuova fruizione, da genere confinato negli stretti ambiti dell'accademia, reso noioso dalla scuola o chiuso in circoli autoriferiti, la poesia ridiventa - come la lingua in cui è scritta e detta - un patrimonio da condividere, un bene comune”.

Lo spettacolo sarà preceduto dalla proiezione di “Città di polvere”, video-racconto di Charley Fazio.

  1. Primo piano
  2. Popolari