Martedì, 21 Novembre 2017

RETORBIDO - DOPPIO APPUNTAMENTO ALLA COSTA DEL RILE

E' in arrivo il nuovo appuntamento con la stagione culturale dell'Associazione "La Costa dei Rile", presieduta da Paola Cortese. Anzi un doppio appuntamento, che si aprirà sabato 16 Settembre alle ore 21,00, con la mostra artistica di Gina Zandavalli dal titolo “Doppio sogno” (l’evento è curato dall’associazione “Gina e Giuseppe Flangini”) presentata da Silvia Rossi e la conversazione “Compagne di viaggio – Storie di donne che hanno affiancato artisti e intellettuali”.

Al termine degli appuntamenti si terrà un rinfresco curato da Genuitaly di Mantova e dalla tenuta Quvestua di Santa Maria della Versa.

Domenica 17 settembre, invece, l’associazione culturale “Costa del Rile” organizza l’iniziativa “Camminiamo sulle acque di Staffora e Rile” da Rivanazzano Terme a Retorbido per concludere la Festa dei Popoli.

La passeggiata è organizzata in collaborazione con Slow Food dell’Oltrepo Pavese, gruppo micologico di Voghera, Protezione Civile, Pro Loco e tutte le Associazioni di Retorbido.

Esposizione di opere a olio e pastelli, con alcuni inediti, di Gina Zandavalli, pittrice molto produttiva fino agli anni settanta del secolo scorso, con una cifra stilistica originale e riconosciuta già dagli anni trenta. L'artista condivide la passione per l’arte col marito, il noto pittore Giuseppe Flangini. Pur riferendosi spesso alla medesima realtà visiva e culturale, giunge a esiti pittorici del tutto peculiari, aderendo anche al Japonisme, come ha sottolineato nella sua lettura critica la curatrice, Silvia Rossi, che ha, inoltre, evidenziato un’innovativa peculiarità dell’artista, relativamente alla produzione di arte sacra. “Nella produzione sacra della Zandavalli, che diviene sempre più importante a partire dagli anni ’50 (come testimoniano, tra le altre, le prestigiose partecipazioni alle collettive di “Arte sacra”di San Paolo del Brasile nel ’51 e all’Angelicum di Milano fra il ’49 e il ’62), si evidenzia invece la conoscenza di esponenti del “primitivismo spiritualista” diffuso in ambito trentino nei primi tre decenni del secolo scorso, soprattutto di Tullio Garbari, a cui sicuramente la pittrice si rifà nella “Madonna di San Paolo”. (Silvia Rossi) La retrospettiva che riveste, pertanto, un grande valore storico e filologico offre al pubblico la straordinaria visione di lavori in parte mai esposti, omaggio al valore artistico e alla profonda umanità di Gina Zandavalli. 16 settembre 2017, in occasione dell’inaugurazione Compagni di viaggio. Storie di donne al fianco di artisti, conversazione di Zena Roncada. Partendo dalla relazione tra Gina Zandavalli e Giuseppe Flangini la scrittrice Zena Roncada conduce una riflessione sull’esistenza delle donne accanto a un artista

giift

  1. Primo piano
  2. Popolari