Martedì, 07 Luglio 2020
 

 Siglato l'accordo di programma per la realizzazione di una rotatoria all'intersezione tra Via Vescovera e le Strade provinciali 10 e 46. L'intesa, sottoscritta dai sindaci Antonio Riviezzi (Broni) e Gianluca Orioli (Cigognola), punta a migliorare la sicurezza di un punto particolarmente critico delle rete viaria locale. Pari a 300mila euro il costo complessivo dell'opera, importo che verrà così suddiviso: 100mila euro da un contributo a fondo perduto della Regione Lombardia, altri 100mila euro da un contributo in conto capitale stanziato dalla Provincia di Pavia, 75mila euro a carico del Comune di Broni, 25mila euro a carico del Comune di Cigognola.
In quanto capofila, sarà Broni a gestire gli aspetti tecnico-economici legati alla nuova rotatoria, il cui progetto definitivo ed esecutivo dovrà essere prossimamente approvato dai consigli comunali dei due enti locali che hanno firmato l'accordo.

«Si tratta di un'opera da noi fortemente voluta, per la quale già più di un anno fa avevamo chiesto e ottenuto un contributo alla Regione Lombardia – spiega il sindaco Riviezzi – data la sua importanza in termini di sicurezza stradale. Andrà infatti a sostituire un incrocio piuttosto pericoloso, lungo una strada di interesse intercomunale. E risponderà a un'esigenza molto avvertita dalla popolazione, in particolare da quella residente nelle frazioni Vescovera e Stefano. Sono personalmente molto soddisfatto dall'accordo raggiunto con l'amministrazione di Cigognola, che ringrazio per aver scelto di condividere con noi questa progettualità».

«La nuova rotatoria è un'opera strategica – aggiunge il sindaco di Cigognola Gianluca Orioli – con la quale si andrà a sciogliere uno dei nodi del traffico locale. Inaugurarla sarà per noi motivo di felicità, a coronamento di un percorso che ci ha visti impegnati per molto tempo».

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Il presidente della Provincia Vittorio Poma ha rassicurato gli abitanti della frazione Nivione della Valle Staffora, confermando che in questi giorni verrà definito il contratto con la ditta appaltatrice che dovrà effettuare le opere per sgomberare la strada dai detriti e mettere in sicurezza, definitivamente, quella zona di montagna che il 19 dicembre dello scorso anno aveva bloccato il traffico di quel tratto di provinciale ed i collegamenti tra la Valle Staffora e la Val Curone, obbligando gli abitanti di Nivione ad un percorso alternativo e disagevole per raggiungere Varzi. L’intervento si annuncia complesso proprio per la tipologia di frana, il presidente Poma ha confermato infatti che saranno necessarie delle micro cariche esplosive per far staccare e far scendere a valle le parti ancora friabili della montagna. Il costo dei lavori pari a 650mila euro prevede che il tratto di strada interessato venga spostato più a ridosso del torrente Lella, inoltre si dovrà provvedere a risolvere il problema dello scolo dell’acque che è uno delle cause dello smottamento, intervento previsto con la costruzione di un canale di scolo che verrà realizzato nella parte alta della frana, inoltre sarà necessario posizionare dei gradoni di contenimento che bloccheranno futuri smottamenti e piantumare l’intera zona al fine di garantire una maggior tenuta.

"Per lavori di asfaltatura, chiusura temporanea della SP 90 “Bivio Casanova – Cegni-Passo Giovà” dal km 7+180 (direzione Passo Giovà, 100 mt. dopo il bivio per la località Negruzzo) al km 16+430 (fine tratta) da mercoledì 24 giugno 2020 a tutto il 1 luglio 2020 dalle ore 08:00 alle ore 18:00 di ogni giornata lavorativa ad esclusione delle ore notturne e dei giorni festivi.

Ecco il testo dell’ordinanza :

IL DIRIGENTE DEL SETTORE LAVORI PUBBLICI EDILIZIA-TRASPORTI Visto il D. L.vo 30/04/1992 n. 285 “Nuovo Codice della Strada” e s.m.i.; Visto il Decreto del Presidente della Provincia di Pavia n. 109 del 12/04/2018; Dato atto che con Determinazione Dirigenziale n. 1240 del 09/12/2019 veniva disposta l’efficacia dell’aggiudicazione dei lavori “MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLA RETE VIABILE PROVINCIALE MEDIANTE INTERVENTI DI RIPAVIAMENTAZIUONE BITUMINOSA DEI PIANI VIABILI” all’Impresa Cave di Corconio S.r.l. con sede legale Orta San Giulio (NO) – SP per Vacciago;

Vista la Determina Dirigenziale con la quale veniva predisposto il subappalto dei lavori summenzionati all’Impresa Lerta & C. S.r.l. con sede legale in Via Roma 1 – Fabbrica Curone (AL); Ritenuto che per consentire l’esecuzione dei lavori di cui sopra in condizioni di sicurezza occorre procedere alla chiusura temporanea della SP 90 “Bivio Casanova – Cegni-Passo Giovà” dal km 7+180 (direzione Passo Giovà, 100 mt. dopo il bivio per la località Negruzzo) al km 16+430 (fine tratta) da mercoledì 24 giugno 2020 a tutto il 1 luglio 2020 dalle ore 08:00 alle ore 18:00 di ogni giornata lavorativa ad esclusione delle ore notturne e dei giorni festivi;

tutto ciò premesso ORDINA La chiusura temporanea della SP 90 “Bivio Casanova – Cegni-Passo Giovà” dal km 7+180 al km 16+430 da mercoledì 24 giugno 2020 a tutto il 1 luglio 2020 dalle ore 08:00 alle ore 18:00 di ogni giornata lavorativa ad esclusione delle ore notturne e dei giorni festivi. La presente ordinanza, ai sensi dell’art.5, comma 3 del vigente Codice della Strada, è resa nota al pubblico mediante l’installazione dei prescritti segnali nonché della necessaria segnaletica verticale per la segnalazione di chiusura ed indicazione dei percorsi alternativi (da Varzi per passo Giovà e viceversa, utilizzo della SP n. 48 “Bivio Prov.le del Brallo – Casanova Staffora – Passi Giovà”.

E’incaricata dell’esecuzione della presente ordinanza e quindi anche della posa ed il mantenimento in perfetta efficienza della segnaletica di chiusura ed indicazione dei percorsi alternativi, l’Impresa esecutrice dei lavori Lerta & C. S.r.l. con sede legale in Via Roma 1 – Fabbrica Curone (AL); OGGETTO: ORDINANZA DI CHIUSURA TEMPORANEA DELLA SP 90 “BIVIO CASANOVA – CEGNI-PASSO GIOVÀ” DAL KM 7+180 AL KM 16+430 DA MERCOLEDÌ 24 GIUGNO 2020 A TUTTO IL 1 LUGLIO 2020 DALLE ORE 08:00 ALLE ORE 18:00 DI OGNI GIORNATA LAVORATIVA AD ESCLUSIONE DELLE ORE NOTTURNE E DEI GIORNI FESTIVI

La presente ordinanza, viene rilasciata ai sensi dell’Art. 21 del D.Lgs. n. 285/92 “Nuovo Codice della Strada” e s.m.i., in ossequio alle norme sulla sicurezza dei cantieri di cui al D. Lgs. n. 81 del 09/04/2008, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro ed al D.M. 10/07/2002 per il segnalamento dei cantieri temporanei stradali, e loro s.m.i.. Al termine dei lavori cioè dalle ore 18:01 alle ore 07:59 del giorno successivo, la circolazione dovrà poter riprendere liberamente senza nessun impedimento di sorta, la sede stradale dovrà risultare transitabile in sicurezza e le pertinenze libere da depositi di materiale, mezzi meccanici ecc... Copia del provvedimento verrà portato tempestivamente a conoscenza delle Autorità (Polizia Stradale, Carabinieri, mezzi di soccorso, Comune di Brallo di Pregola, Varzi, Santa Margherita di Staffora, Menconico Provincia di Alessandria, Provincia di Genova, Provincia di Piacenza) dall’Ente proprietario della strada. La Provincia sarà ritenuta sollevata ed indenne da qualsiasi pretesa proveniente da utenti stradali e/o terzi, in dipendenza del mancato rispetto delle prescrizioni contenute nella presente Ordinanza."

*FOTO DI REPERTORIO 

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

La Provincia di Pavia informa che : "Senso unico alternato regolamentato da movieri (dalle ore 07:00 alle ore 09:00 e dalle ore 17:00 alle ore 19:00 dei giorni feriali) e da impianto semaforico (per il tempo restante) sulla SP 202 “delle Teste” nel tratto compreso tra le progr. Km 2+400 e Km 2+600 (viadotto di Broni in corrispondenza allo svincolo autostrada A21) in Comune di Broni, a decorrere dal 15/06/2020 fino al 18/10/2020 per poter procedere alle attività di ripristino dei cordoli laterali del viadotto da parte di SATAP Spa Autostrade A4 Torino-Milano e A21 Torino-Piacenza."

Ecco il testo dell'ordinanza : 

"IL DIRIGENTE DEL SETTORE LAVORI PUBBLICI, EDILIZIA, TRASPORTI Visto il D.L.vo 30/04/1992 n. 285 “Nuovo Codice della Strada” e s.m.i.; Richiamate le norme sulla Sicurezza dei cantieri e le norme in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavori di cui D.L..vo 09/04/2008 n. 81; Richiamate altresì le disposizioni per il segnalamento dei cantieri temporanei stradali di cui al D.M. 10/07/2002 e s.m.i.; Visto il Decreto del Presidente della Provincia di Pavia n. 109 del 12/04/2018; Richiamata l’istanza n. A21-3334/U inoltrata in data 28/05/2020 da SATAP Spa Autostrade A4 Torino-Milano e A21 Torino-Piacenza con sede a Torino (TO) in via Bonzanigo n. 22, qui pervenuta in data 29/0/2020 con PG 35309 ed intesa ad ottenere l’istituzione di senso unico alternato regolamentato da impianto semaforico sulla SP 202 “delle Teste” nel tratto compreso tra le progr. Km 2+400 e Km 2+600 (viadotto di Broni in corrispondenza allo svincolo autostrada A21) in Comune di Broni, a decorrere dal 15/06/2020 fino al 18/10/2020 compresi, per poter procedere alle attività di ripristino dei cordoli laterali del viadotto; Sentito il parere favorevole espresso in data 04/06/2020 dalla U.O. “Oltrepo 2” in merito all’emissione di apposita Ordinanza per l’istituzione di senso unico alternato regolamentato da movieri (dalle ore 07:00 alle ore 09:00 e dalle ore 17:00 alle ore 19:00 dei giorni feriali) e da impianto semaforico (per il tempo restante) sulla SP 202 “delle Teste” nel tratto compreso tra le progr. Km 2+400 e Km 2+600 (viadotto di Broni in corrispondenza allo svincolo autostrada A21) in Comune di Broni, a decorrere dal 15/06/2020 fino al 18/10/2020 compresi, per poter procedere alle summenzionate lavorazioni in condizioni di sicurezza; tanto premesso :

O R D I N A l’istituzione di senso unico alternato regolamentato da movieri (dalle ore 07:00 alle ore 09:00 e dalle ore 17:00 alle ore 19:00 dei giorni feriali) e da impianto semaforico (per il tempo OGGETTO: ORDINANZA PER ISITITUZIONE DI SENSO UNICO ALTERNATO REGOLAMENTATO DA MOVIERI E IMPIANTO SEMAFORICO SULLA SP 202 NEL TRATTO COMPRESO TRA LE PROGR. KM 2+400 E KM 2+600 (VIADOTTO DI BRONI IN CORRISPONDENZA ALLO SVINCOLO AUTOSTRADA A21) IN COMUNE DI BRONI, DAL 15/06/2020 SINO AL 18/10/2020 COMPRESI, PER ATTIVITÀ DI MANUTENZIONE DEL VIADOTTO. restante) sulla SP 202 “delle Teste” nel tratto compreso tra le progr. Km 2+400 e Km 2+600 (viadotto di Broni in corrispondenza allo svincolo autostrada A21) in Comune di Broni, a decorrere dal 15/06/2020 fino al 18/10/2020 compresi, per le ragioni espresse in narrativa. Copia del provvedimento dovrà essere recapitato a SATAP Spa, nonché portato a conoscenza degli Enti di rito, ed infine del Tecnico Stradale competente per Reparto nella persona del Sig. Massimo Papavero. La segnaletica di cantiere, verrà posta in opera e mantenuta a cure e spese di SATAP Spa, esecutrice delle opere, mettendo in atto tutte le procedure previste dalle vigenti normative in materia di cantieri mobili di lavoro, rimanendo con ciò, unico responsabile per danni a persone e/o cose derivanti dalla inadeguata segnaletica di cantiere. Dovranno essere rispettate rigorosamente le modalità ed i termini temporali indicati nella richiesta, la Provincia di Pavia si riserva di annullare la presente Ordinanza per sopravvenute superiori esigenze di interesse pubblico. Eventuali contrattempi sui lavori che comportino uno slittamento dei termini temporali della presente Ordinanza dovranno essere segnalati tramite nuova richiesta di proroga lavori da presentare a questa Provincia.

Al termine dei lavori, la ditta esecutrice degli stessi, dovrà verificare la percorribilità in sicurezza dei tratti in questione e quindi ripristinare tutti i criteri di sicurezza viabilistica. Il titolare dell’esecutività della stessa Ordinanza sarà SATAP Spa Autostrade A4 Torino-Milano e A21 Torino-Piacenza con sede a Torino (TO) in via Bonzanigo n. 22."

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

 

Si avvia alla risoluzione l'annosa questione di Via San Saluto, punto fra i più compromessi della rete viaria locale. La strada, che ricade sotto la competenza della Provincia di Pavia, a breve sarà infatti oggetto di un intervento di ripristino del manto stradale: a comunicarlo è il sindaco di Broni, Antonio Riviezzi, con una lettera indirizzata alla popolazione.
«Dopo anni ed innumerevoli tavoli tecnico-politici tra Provincia di Pavia e Comune – scrive il primo cittadino - finalmente partono i lavori di asfaltatura di Via San Saluto. Verranno realizzati in due step: la prima serie prenderà il via nel mese di giugno». Nello specifico, la tranche iniziale riguarderà la manutenzione della pavimentazione stradale del tratto tra l'intersezione con Via De Gasperi e l'incrocio con l'ex statale Padana inferiore.

«La seconda serie di lavori, che riguarderà la porzione di Via San Saluto compresa tra le intersezioni con la strada per Zavattarello e Via De Gasperi – riprende Riviezzi – è posticipata essendo il tratto in questione interessato dal rifacimento della rete gas, che verrà realizzato nei prossimi giorni dalla società 2i ReTe Gas Spa. Una volta ultimato questo intervento, sarà possibile concludere le asfaltature. Vi ringrazio – conclude il sindaco - per la disponibilità, la pazienza e la collaborazione dimostrata in questi anni». 

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Fino al 28/08/2020 senso unico alternato regolamentato da impianto semaforico per tratti progressivi di lunghezza mai superiore a ml. 200, lungo la S.P. ex-S.S. n. 461 “Del Passo Penice”, dalla Prog. Km 12+130 alla Prog. Km.14+655, tratto ricadente nel territorio comunale di Godiasco Salice Terme, dalle ore 08:00 di ogni lunedì sino alle ore 18:30 di ogni venerdì, ad esclusione di ogni fine settimana (sabato e domenica) e di concomitanti festività. Il senso unico è necessario per l'effettuazione in sicurezza dei lavori realizzazione della dorsale idrica di trasporto dalla pianura vogherese verso l’area di Montebello della Battaglia/Casteggio e verso l’alta collina.

Ecco l'Ordinanza : SETTORE LAVORI PUBBLICI, EDILIZIA, TRASPORTI

Visto il D. L.vo 30/04/1992 n. 285 “Nuovo Codice della Strada” e s.m.i.;

Visto il Decreto del Presidente della Provincia di Pavia n. 109 del 12/04/2018;

Richiamata la precedente ordinanza n. 56 del 24/02/2020;

Vista la richiesta dell’Impresa Sangalli SPA in A.T.I. con Impresa Suardi SPA titolare dei lavori: “REALIZZAZIONE DORSALE IDRICA DI TRASPORTO DALLA PIANURA VOGHERESE VERSO L’AREA DI MONTEBELLO DELLA BATTAGLIA/CASTEGGIO E VERSO L’ALTA COLLINA”, pervenuta mezzo PEC in data 13/05/2020 e registrata al PG 32022/2020, rivolta ad ottenere una proroga al provvedimento n. 56 del 24.02.2020 di senso unico alternato regolamentato da impianto semaforico lungo la S.P. ex-S.S. n. 461 “Del Passo Penice” dalla Prog. Km 12+130 alla Prog. Km.14+655 tratto ricadente nel territorio comunale di Godiasco (PV);

Richiamata la concessione/autorizzazione di questa Provincia P.G. n. 12717/2020 del 13/02/2020, con la quale venivano autorizzati i suddetti lavori; Considerato che i lavori vennero interrotti per il sopraggiungere dell’emergenza legata alla diffusione dell’epidemia da COVID-19;

Considerato che per consentire l’esecuzione dei lavori di cui sopra in condizioni di sicurezza occorre procedere all’istituzione di senso unico alternato regolamentato da impianto semaforico per tratti progressivi di lunghezza mai superiore a ml. 200= lungo la S.P. ex-S.S. n. 461 “Del Passo Penice” dalla Prog. Km 12+130 alla Prog. Km.14+655 a decorrere dalla data odierna a tutto il 30.05.2020 con le seguenti modalità orarie ovvero dalle ore 08:00 di ogni lunedì sino alle ore 18:30 di ogni venerdì (h. 24/24) ad esclusione di ogni fine settimana (sabato e domenica) e di concomitanti festività; tutto ciò premesso

ORDINA L’istituzione di senso unico alternato regolamentato da impianto semaforico per tratti progressivi di lunghezza mai superiore a ml. 200= lungo la S.P. ex-S.S. n. 461 “Del Passo Penice” dalla Prog. Km 12+130 alla Prog. Km.14+655 a decorrere dalla data del 01.06.2020 a tutto il 28.08.2020 con OGGETTO: ISTITUZIONE DI SENSO UNICO ALTERNATO REGOLAMENTATO DA IMPIANTO SEMAFORICO PER TRATTI PROGRESSIVI DI LUNGHEZZA MAI SUPERIORE A ML. 200= LUNGO LA S.P. EX-S.S. N. 461 “DEL PASSO PENICE” DALLA PROG. KM 12+130 ALLA PROG. KM.14+655 A DECORRERE DALLA DATA DEL 01.06.2020 A TUTTO IL 28.08.2020 CON LE SEGUENTI MODALITÀ ORARIE OVVERO DALLE ORE 08:00 DI OGNI LUNEDÌ SINO ALLE ORE 18:30 DI OGNI VENERDÌ (H. 24/24) AD ESCLUSIONE DI OGNI FINE SETTIMANA (SABATO E DOMENICA) E DI CONCOMITANTI FESTIVITÀ. le seguenti modalità orarie ovvero dalle ore 08:00 di ogni lunedì sino alle ore 18:30 di ogni venerdì (h. 24/24) ad esclusione di ogni fine settimana (sabato e domenica) e di concomitanti festività.

La presente ordinanza, ai sensi dell’Art.5, co. 3 del vigente N.C.d.S. (Nuovo Codice della Strada) e s.m.i. è resa nota al pubblico mediante l’installazione dei prescritti segnali unitamente al posizionamento di tutta la necessaria segnaletica orizzontale/verticale di cantiere per la disciplina del transito veicolare ovvero l’istituzione del senso unico alternato regolato da impianto semaforico a norma del D.M. 22 gennaio 2019; E ’incaricata dell’esecuzione della presente ordinanza e quindi della posa ed il mantenimento in perfetta efficienza della segnaletica verticale/orizzontale nondimeno dei dispositivi semaforici, l’Impresa Sangalli S.p.A. con sede via San Cassiano n. 8, 24030 – Mapello - (BG) C.F. 00811590165 in qualità di Impresa Esecutrice dei lavori in parola, a nome e per conto di Pavia Acque S.C.AR.L. via Donegani n. 21 – 27100 - Pavia.

Il presente nullaosta, viene rilasciato ai sensi dell’Art. 21 del precitato D.Lgs. n. 285/92 “Nuovo Codice della Strada” e s.m.i., in ossequio alle norme sulla sicurezza dei cantieri di cui al D. Lgs. n. 81 del 09.04.2008 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, a norma del D.M. 10.07.2002 per il segnalamento dei cantieri temporanei stradali e del D.M. 22 gennaio 2019. Al termine di ogni settimana lavorativa (dalle ore 18:30 di ogni venerdì sino alle ore 08:00 del lunedì successivo) nondimeno in occasione di giorni e/o periodi di festività (dalle ore 18:30 del giorno precedente la festività sino alle ore 08:00 del giorno successivo la festività stessa), la circolazione veicolare avvenire senza alcun impedimento di sorta mentre la sede stradale dovrà essere ineccepibile sotto il profilo della transitabilità così come le relative pertinenze dovranno essere libere da depositi di materiale, mezzi meccanici, segnaletica non coerente, etc. e quant’altro possa divenire di nocumento al transito veicolare in genere. Copia del provvedimento verrà portato tempestivamente a conoscenza delle Autorità (Polizia Stradale, Carabinieri, mezzi di soccorso, Comuni di Godiasco Salice Terme e limitrofi) ed infine il Tecnico Stradale competente per Reparto nella persona del Sig. Graziano Acerbi (cell. 335/7390761), dall’Ente proprietario della strada. La Provincia sarà ritenuta sollevata ed indenne da qualsiasi pretesa di carattere civile / penale proveniente da terzi ovvero da utenti della strada, in dipendenza dei lavori di cui trattasi o peggio a causa della mancata osservanza delle suddette prescrizioni, pertanto qualsiasi responsabilità per danni a persone o cose resteranno in capo, l’Impresa Sangalli SPA con sede via San Cassiano n. 8, 24030 – Mapello – BG C.F. 00811590165 in qualità di Impresa Esecutrice dei lavori.

 

Era il solo nodo da sciogliere rimasto in tema di bonifica degli edifici pubblici compresi nel Sin, il Sito di interesse nazionale individuato dal Ministero dell'Ambiente sul territorio di Broni. D'obbligo i verbi al passato, perché nel futuro dell'ex Liceo Faravelli non c'è più spazio per l'amianto. Questo grazie all'accordo raggiunto da Comune e Provincia di Pavia, dove è previsto l'abbattimento dell'immobile e la successiva costruzione di un nuovo Liceo scientifico: sorgerà nell'area attualmente occupata dall'ex scuola elementare, oggi dismessa, a sua volta destinata alla demolizione.  Nel protocollo d'intesa, perfezionato in questi giorni, i due enti locali hanno infatti messo nero su bianco l'intenzione di procedere a un atto di permuta, con il quale l'amministrazione comunale e quella provinciale si scambieranno a titolo gratuito i terreni lasciati liberi dai complessi scolastici di rispettiva competenza. In un secondo momento la Provincia provvederà a realizzare ex novo una struttura da destinare alla scuola superiore, il cui progetto dovrebbe essere approvato entro il 30 novembre di quest'anno.
«Finalmente abbiamo una prospettiva certa anche per l'ultimo edificio da mettere in sicurezza all'interno del Sin – commenta il sindaco di Broni, Antonio Riviezzi – ed è davvero confortante salutare l'ennesima conquista raggiunta sul versante amianto. Ma c'è di più: con la soluzione individuata, gli studenti del Liceo avranno a disposizione una costruzione nuova e moderna. Due grandi risultati in un colpo solo. Non posso che ringraziare il presidente Vittorio Poma e tutta l'amministrazione provinciale per l'impegno assunto, dimostrazione tangibile che la tutela dell'ambiente è una materia cara a tutte le istituzioni del nostro territorio. Noi ci stiamo muovendo in questa direzione già da tempo – conclude il primo cittadino – e continueremo a farlo in futuro. La salute delle persone è una priorità inderogabile di questa amministrazione».

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

La Provincia di Pavia intende appaltare i lavori di messa in sicurezza dei versanti sopra l'anello viario Oltrepò Orientale - S.P. 201 ed S.P. 203 - nei Comuni di Colli Verdi, Zavattarello, Fortunago e Borgoratto Mormorolo. Il termine per l’invio delle offerte è stabilito per il giorno 11 maggio 2020 alle ore 11:00.

Il valore complessivo dei lavori è pari ad Euro 448.043,15 I.V.A. esclusa, di cui Euro € 433.000,00 soggetti a ribasso d’asta ed € 15.043,15 quali oneri della sicurezza (non soggetti a ribasso d’asta).

Il contraente sarà individuato mediante una procedura di gara aperta con il criterio di aggiudicazione del minor prezzo.

La documentazione posta a base di gara è liberamente disponibile sulla piattaforma S.IN.TEL. di Regione Lombardia.

La procedura di gara è individuata sulla piattaforma con il seguente codice ID 123197392

TIPO PROCEDURA:Procedura Aperta

DATA INIZIO RICEZIONE OFFERTE:07/04/2020

DATA FINE RICEZIONE OFFERTE:11/05/2020 11:00

"Il limite di velocità del famigerato autovelox di Casei Gerola è stato ora portato a 90 km/h -  scrive Codacons Pavia - dopo che migliaia di cittadini sono stati "impallinati" ingiustamente dalle multe emesse quando il limite era ancora ai 70 km/h. E ora con le multe prese con i 70 km/h come la mettiamo?" ci chiedono ansiosi i cittadini e non hanno torto. Se il limite è stato innalzato a 90 km/h vuol dire che era assurdo mantenerlo a 70 km/h su una strada a scorrimento veloce come la sp 206. Questo significa, ancora, che quell'autovelox era stato piazzato, con quel limite così basso, solo per far cassa. Ora è necessaria una sanatoria tombale per chi è stato ingiustamente sanzionato dalle multe elevate con il limite a 70 km/h! Ci auguriamo che la Provincia voglia accogliere una richiesta dettata dal buon senso e dal rispetto per i cittadini"

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Mentre rientravo a Garlasco, di notte, ho preso una buca sulla SP596 assolutamente invisibile a occhio nudo. La gomma è subito esplosa. Ho fatto denuncia alla Provincia di Pavia con un preventivo di 242€ per i danni subiti ma mi è stata rifiutata". Questo il racconto del Sig. A.M. al Codacons Pavia. E purtroppo non è l'unico... 

Codacons: "La giurisprudenza costante ci dice che la Provincia ha torto, soprattutto come nel caso raccontatoci dal Sig. A.M. in cui la buca era oggettivamente impossibile da vedere. Purtroppo di segnalazioni come questa ce ne stanno arrivando parecchie. Molti cittadini pagano sulla loro pelle (e soprattutto sulle loro tasche) l'incuria delle strade soprattutto provinciali. Il Codacons Pavia è a disposizione di tutti coloro che sono stati danneggiati e che hanno visto illegittimamente rifiutare la richiesta di risarcimento." 

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 
  1. Primo piano
  2. Popolari