Sabato, 14 Dicembre 2019

La Regione termini al più presto lo studio di fattibilità economica per il Ponte della Becca per il quale sono già stati stanziati 800 mila euro. A chiederlo, a seguito dell'incontro  che si è tenuto oggi al Ponte della Becca  con il sottosegretario al ministero delle Infrastrutture, Salvatore Margiotta, il  senatore Alan Ferrari, il presidente della Provincia di Pavia, Vittorio Poma e alcuni sindaci del territorio, è il consigliere regionale del Pd, Giuseppe Villani che spiega: "Da parte del ministero delle Infrastrutture c'è stato l'impegno concreto a stanziare un milione e mezzo di euro per il progetto di fattibilità economica per il rifacimento del ponte che dovrà seguire lo studio di fattibilità già finanziato dalla Regione ma non concluso.  Ad Anas invece, che ha già messo il ponte della Becca tra le priorità in quanto infrastruttura essenziale per il territorio, spetterà stilare il progetto esecutivo e avviare i lavori".

"Nell'incontro- continua Villani- è emersa la necessità di un maggiore coordinamento tra Ministero delle Infrastrutture,  Regione, Provincia, Anas e  enti locali, per avviare il quale  sarà convocato al più presto un'incontro  comune".

"Da parte mia- conclude Villani-  continuerò a seguire passo passo l'andamento del progetto,  consapevole della sua centrale importanza per il territorio.  A breve presenterò un ordine del giorno al Bilancio,  che sarà discusso  a dicembre in consiglio, per sollecitare la Regione a terminare al più presto lo studio di  fattibilità e lavorare in maniera coordinata e costante con gli altri enti interessati".

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

"Dopo la grande adesione di  cittadini e pendolari  a Bressana Bottarone e a Cava Manara, come nel resto della regione,  alla raccolta firme "Basta Trenord", lanciata dal Partito democratico, per chiedere treni puntuali, affidabili e puliti, la Lega reagisce  con manifesti  scomposti.  Evidentemente- commenta   il consigliere regionale Giuseppe Villani (Pd)- la Lega teme la mobilitazioni del Pd e reagisce, come spesso fa, falsificando la realtà. Afferma che  i fondi per il servizio ferroviario sono stati tagliati dai Governi di Centro sinistra ma  non dice la verità perché  sono stati aumentati.  Falsità che cercano soprattutto di nascondere le gravissime responsabilità della Regione che ha scelto Trenord senza mettere a gara il servizio  e non fa nulla per garantire ai cittadini un servizio efficiente e  una buona manutenzione  delle linee. Da parte nostra- conclude Villani- certamente continueremo  la nostra mobilitazione  fino a quando ai pendolari non sarà garantito un servizio  dignitoso ed efficiente".

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Venerdi 22 novembre dalle 10.00 alle 12.00 il PD vogherese organizza un banchetto in Piazza Duomo e una raccolta firme per aderire alla petizione del Gruppo regionale del Pd che chiede a Regione Lombardia un servizio efficiente di Trenord e la fine dei disagi per i viaggiatori. "I Lombardi hanno diritto di viaggiare  - scrive il PD Voghera - su treni puntuali, affidabili, confortevoli e puliti, come avviene nel resto d’Europa. Trenord non sa garantire tutto questo: dopo dieci anni, ora bisogna avere il coraggio di dire che non ha funzionato e che bisogna andare oltre. La Regione Lombardia, che governa il trasporto ferroviario regionale, ha avallato tutte le scelte di Trenord: dal taglio del 5% delle corse fino alla soppressione dell’abbonamento “solo treno” che oggi costringe 25mila pendolari delle province di Milano, Monza e Brianza e in parte di Lodi a pagare gli abbonamenti fino al 40% in più per avere lo stesso servizio scadente. Oggi riguarda solo loro, domani riguarderà tutte le province lombarde. Lo ha deciso la Regione per mettere più soldi in cassa a Trenord. Meno corse, abbonamenti più cari: così non va. Chiediamo che la Regione Lombardia dichiari concluso l’esperimento Trenord. Chiediamo che la Regione rispetti i pendolari, ripristini gli abbonamenti “solo treno” per i pendolari di Monza, Milano e Lodi che non prendono altri mezzi e rinunci a cancellarli nelle altre province. Il banchetto di venerdì è solo la prima di altre iniziative che coinvolgeranno altri punti in città nelle prossime settimane. Saranno presenti - conclude il PD Voghera -  per incontrare i cittadini il consigliere regionale Giuseppe Villani, i consiglieri comunali Roberto Gallotti e Ilaria Balduzzi e il segretario Alessandra Bazardi"

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Subito un'audizione in Commissione per  fermare i licenziamenti alla Provincia Pavese. A chiederlo, a seguito dell'incontro che si è tenuto sabato scorso, tra i rappresentanti delle istituzioni e dei lavoratori del quotidiano, è il consigliere regionale Giuseppe Villani (Pd)  che spiega: "Il Gruppo Gedi news network ha annunciato 121 esuberi a livello nazionale tra i poligrafici del gruppo editoriale,  di cui  sette  alla Provincia Pavese. Si tratta di un  atto che rischia di impoverire una testata  fondamentale per l'informazione della città, senza la quale non sarebbe pensabile raccontare un territorio penalizzato  dai flussi della grande informazione, racconto indispensabile allo svolgimento di un libero dialogo democratico". 

"Esprimo- continua Villani- solidarietà ai lavoratori e  mi impegno ad adoperarmi per il  ritiro dei licenziamenti, che non sono peraltro in nessun modo giustificati  dal bilancio che anche quest'anno, come  in quelli precedenti, è attivo". "Chiederò- conclude Villani- che sia convocata al più presto un'audizione dei rappresentanti dei lavoratori e della proprietà in Commissione attività produttive per impedire i licenziamenti annunciati".

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari