Sabato, 11 Luglio 2020
 

La cantina Terre d'Oltrepò - La Versa, con un comunicato stampa informa che nonostante il lockdown chiude un altro anno positivo. "Il Covid non ferma il futuro della cantina cooperativistica Terre d'Oltrepò/La Versa. Nonostante i due mesi di lockdown, marzo ed aprile, la realtà oltrepadana, guidata dal presidente Andrea Giorgi, conferma - scrive la cantina -  il fatturato del passato esercizio e chiude il bilancio sulla cifra di 32milioni di euro. Con la notizia positiva di un lieve aumento rispetto all'anno precedente (dato ancora in fase di elaborazione, ma già evidenziabile).
"Un risultato positivo – spiega il numero uno della cantina con sede a Broni – che dimostra quanto gli sforzi messi in campo sotto il profilo commerciale e comunicativo stanno pagando. Ovviamente non basta e per questo abbiamo messo in atto operazioni di qualità anche in vigna come dimostra il progetto legato al nome dell'enologo Riccardo Cotarella che ci ha permesso di mettere sul mercato vini che stanno riscuotendo pareri favorevoli dalla critica e, soprattutto, dai winelovers. Un lavoro corale su più fronti che, dal 2017, ci sta impegnando quotidianamente, un lavoro reso possibile grazie ad una squadra affiatata su tutti i fronti: dalla vigna alla cantina, dall'amministrazione al commerciale. Per questo il mio ringraziamento va a tutto il personale perché, in un periodo così delicato, solo con professionalità si raggiungono determinati risultati come quelli attuali".

Inoltre è iniziata un'intensa attività di comunicazione anche interna, mirata ad informare gli oltre 700 soci su questioni di carattere amministrativo ed agronomico. "Il socio rappresenta la spina dorsale della nostra cooperativa – spiega Giorgi – e per questo deve essere informato di quanto stiamo facendo. Abbiamo creato da qualche settimana una newsletter interna che fornisce informazioni di carattere dirigenziale, tratta questioni economiche e commerciali. A questa si è affiancata quella agricola realizzata dal nostro agronomo Nicola Parisi che fa il punto settimanale sulla situazione in campagna".

E' tempo di bilanci per la cantina di Broni, ma anche per gettare le basi al futuro. "Fare prospettive in questo momento – spiega il presidente Giorgi - è davvero difficile, ma è nostro compito guardare avanti nonostante la situazione di precarietà ed insicurezza causata dall'emergenza sanitaria. E' inutile negare il fatto che le prospettive future sono incerte per l'evoluzione del Coronavirus e per le conseguenze che potrà avere sul mercato. La strada, già delineata negli ultimi anni, è quella di valorizzare i prodotti di qualità come, ad esempio, il Riesling Doc rispetto al tradizionale Igt. Quest'ultimo soffre il mercato in quanto considerato prodotto di massa e la grande quantità di questa uva prodotta dai soci è un problema che si misura con l'evidente riduzione di prezzo degli ultimi anni. Sappiamo tutti, basta guardarsi indietro, cosa purtroppo ha rappresentato questo vitigno per la storia del nostro territorio e della nostra cantina. Nel primo caso è stato l'oggetto di tante speculazioni che i grandi trasformatori hanno perpetuato,a metà secolo scorso, nei confronti di soci e produttori senza dare la possibilità a quest'ultimi di investire commercialmente sul prodotto. Nel secondo è stato oggetto di scandali che hanno messo in ginocchio la nostra grande realtà cooperativa. Ora il Riesling ha un'opportunità di rilancio grazie alla tipologia Renano, dovrà diventare un prodotto di punta che si affiancherà agli altri top di gamma che costituiscono la nostra linea produttiva. Il Progetto Qualità con l'enologo Riccardo Cotarella va verso questa direzione, quella di valorizzare una produzione iconica per tutti noi. Solo così riusciremo a garantire una giusta remunerazione ai soci per quest'uva ed una commercializzazione facile del prodotto". In ottica di miglioramento della qualità il presidente Giorgi avanza un invito ai soci in vista dell'imminente vendemmia: "Sarà indispensabile la tempestività della raccolta dell'uva, essenziale per preservare le caratteristiche delle basi spumanti che necessitano di freschezza e adeguato ph, piuttosto che il grado zuccherino. Aggiungo che fra una settimana chiude la possibilità di adire alle iniziative di raccolta manuale con personale fornito dalla cantina. Per informazioni ci si può rivolgere presso la nostra struttura".

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

La prossima edizione di "Cortesie per l'Auto", trasmissione televisiva trasmessa da Motor Trend Canale 59, vedrà protagonista l'Oltrepò Pavese. Da un contatto aperto da Patrizio Chiesa, grazie al Portale Oltrepo Pavese ed alla disponibilità e collaborazione del Comune di Casteggio, l'Area Fieristica OltrExpo (ex Area Truffi) sarà il set televisivo per buona parte del girato in interni. Altre riprese saranno effettuate in esterna su alcune suggestive strade bianche dell'Oltrepò.
 
"Cortesie per l'Auto" è un programma televisivo italiano in onda su Motor Trend che vede in qualità di conduttori "Ema", al secolo Emanuele Sabatino, Marcello Mereu, rispettivamente meccanici ed influencer automobilistici e Vicky Piria pilota e commentatrice di eventi sportivi sui canali di Sky Italia e car detailer.
 
"E' una delle soddisfazioni che premia vent'anni di impegno – commenta Patrizio Chiesa – quando una produzione televisiva contatta il Portale Oltrepo Pavese per scegliere le locations dove realizzare i girati di una trasmissione. Un soddisfazione anche perchè dimostra come il Portale sia al servizio del territorio e lavori giornalmente nell'interesse del medesimo." 
 
La stessa soddisfazione che esprime il Sindaco di Casteggio Lorenzo Vigo "l'Amministrazione Comunale è sempre disponibile ed impegnata nella promozione del territorio e si è mossa in tempi celeri per soddisfare anche questa richiesta che pensiamo siano un'occasione importante per l'Oltrepò Pavese, per Casteggio, di essere protagonista su un palcoscenico nazionale".

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

L'enologo Riccardo Cotarella è arrivato sulle colline dell'Oltrepò Pavese per fare il punto sul Progetto Qualità 2020. Ad accompagnarlo in campagna c'era la professionale squadra di enologi di Terre d'Oltrepò e la Versa ed il presidente della cantina, Andrea Giorgi. Ha visitato i vigneti di alcuni soci della cantina cooperativistica nella zona di Santa Maria della Versa e nella valle Scuropasso. Un sopralluogo resosi necessario per fare il punto della situazione sull'evoluzione dell'uva e del vigneto.
"L'Oltrepò è un grande territorio che produce uva di qualità – ha detto l'enologo Cotarella, consulente della cantina oltrepadana – come dimostra questa ennesima visita in campo che ci ha permesso di constatare dal vivo come stanno lavorando in modo corretto e consapevole i soci in merito al Progetto Qualità. Anche quest'anno siamo sulla strada giusta. Punteremo essenzialmente sul Pinot Nero che già oggi sta riscontrando parecchi consensi dalla critica e sul Riesling Renano. Ovviamente non trascureremo i vini principali di questo territorio in quanto rappresentano la tradizione dell'Oltrepò". La visita è continuata in cantina a Casteggio con la degustazione di alcuni campioni in lavorazione.
"Quest'anno – spiega il presidente Terre d'Oltrepò/La Versa, Andrea Giorgi - il Progetto Qualità si concentrerà su meno tipologie di uve. Questo per evitare, come nella scorsa stagione vitivinicola, di scongiurare la produzione di uve che, non raggiungendo gli standard che ci eravamo prefissati insieme all'enologo Riccardo Cotarella e al nostro staff, non sono state trasformate. E' innegabile e imprescindibile che la componente umana nel nostro lavoro è fondamentale. Lo vado a ribadire tutte le volte. Sono i soci con il loro agire che fanno, o no, il successo della cantina, con persone poco serie e furbi non faremo mai strada. Basta che ognuno faccia il proprio dovere e inviti "il vicino di casa" a fare altrettanto. Così la nostra cantina farà sempre di più la differenza in quanto siamo convinti che anche una grande cantina cooperativistica può e deve fare assolutamente qualità".

 

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Futuro incerto per l'area fieristica di via Truffi, la grande struttura dedicata agli eventi ed alle manifestazioni del Comune di Casteggio. Le aziende che sembravano aver manifestato interesse per la gestione dell’area, dopo l’emergenza sanitaria sembrerebbero aver rivisto la loro posizione e così il sindaco Vigo pensa per questo 2020 di ospitare la storica rassegna “Tartufo e Miele a novembre” arrivata ormai alla sua 36° edizione,  anche se non nasconde le proprie perplessità sui tempi davvero stretti e sulle limitazioni ancora in atto del post Covid.

L’area Truffi non risente solo delle ripercussioni dovute alla straordinaria emergenza sanitaria, trattandosi di un’ampia area dove il distanziamento sociale non sarebbe un problema ma un punto di forza, ma si porta sulle spalle anche altre problematiche che la rendono oggi poco appetibile, scarsi investimenti, prima tra tutti la mancanza di un impianto di climatizzazione, ma visto il periodo, precisa Vigo «Siamo prudenti nel fare qualsiasi investimento».

Una buona notizia per molte famiglie casteggiane: il Comune di Casteggio ha dato il via libera al rimborso per il servizio trasporto alunni, pagato anticipatamente e non usufruito nei mesi di lockdown. Ogni famiglia potrà richiedere la restituzione della somma oppure potrà beneficiarne come credito per il prossimo anno scolastico. Buona notizia anche per i commercianti, che dopo aver toccato con mano i risultati positivi dell’isola pedonale durante lo scorso week end,  apprendono che l’amministrazione comunale guidata da Lorenzo Vigo, avrebbe deciso il taglio della Tari con l’obbiettivo di superare la riduzione del 25% sulla quota variabile. Questo proprio per aiutare il commercio della città duramente colpito dall’emergenza Covid.

Raccolta differenziata ferma al 34%, risultato poco soddisfacente per il Comune di Casteggio che è pronto a correre ai ripari. Per sensibilizzare la cittadinanza ed auspicare in una maggior collaborazione degli utenti, nei prossimi mesi verranno distribuiti volantini nei quali si spiegherà in modo chiaro come separare i rifiuti correttamente, annuncia l’assessore all’ambiente Milena Guerci. L’intero servizio potrebbe però essere rivisto a settembre, quando la convenzione con l’attuale gestore, ASM Voghera spa, scadrà, allora si potrebbe impostare, secondo l’assessore Guerci l’introduzione del servizio porta a porta. Nel frattempo ASM Voghera si è impegnata a potenziare il servizio, posizionando ulteriori cassonetti per il verde là dove la zona era sprovvista, nonché alla pulizia, sistemazione e sostituzione dei bidoni vecchi e rovinati. Il Comune si trova anche a dover arginare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti ingombranti, tante le piazzole sul territorio dove accanto ai cassonetti vengono abbandonati rifiuti che andrebbero conferiti in discarica o fatti ritirare a domicilio, per questo, fa sapere l’assessore, a breve verranno posizionate delle foto trappole proprio per cercare di estirpare questa “cattiva abitudine”.

Gli Uffici di Scelta e Revoca di ASST Pavia sono preposti:

• all’iscrizione al Servizio Sanitario Regionale dei cittadini italiani e stranieri residenti o soggiornanti temporaneamente in Lombardia tramite la scelta del Medico di Medicina Generale o del Pediatra di Libera Scelta;

• al cambio del Medico;

• alla revoca del Medico e del Pediatra per i cittadini che trasferiscono la residenza o il domicilio in altre regioni;

• all’assistenza sanitaria ai cittadini italiani residenti all’estero (AIRE);

• alla gestione della tessera sanitaria (CNS) e all'emissione dei codici PIN/Password;

• al rilascio dell’esenzione ticket (per patologia, invalidità o reddito);

• all'accettazione dichiarazioni per donazione organi.

Per la natura delle prestazioni erogate, gli Uffici di Scelta e Revoca rivestono un ruolo di rilievo nell’ambito dell’offerta dei Servizi Territoriali e sono di conseguenza molto richiesti dai cittadini. Il lockdown, imposto dall’emergenza covid-19, ha determinato la necessità di una rimodulazione nell’offerta dei servizi con l’obiettivo di facilitarne l’accesso tramite canali alternativi allo sportello, nel rispetto della normativa vigente in tema di distanziamento sociale. La scelta del medico e del pediatra di famiglia viene effettuata individuando un Medico di Medicina Generale o un Pediatra di Libera Scelta iscritto nell'apposito elenco, suddiviso per ambiti territoriali, consultabile al link "Trova medico/pediatra”, raggiungibile dalla homepage del sito www.ats-pavia.it dell’ATS di Pavia.

Le nuove modalità di accesso prevedono la possibilità di inoltrare le richieste alle caselle di posta elettronica che ASST Pavia ha istituito come segue:

Territorio Pavese: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Terrritorio Oltrepò: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Territorio Lomellina: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nella mail di richiesta, l'utente dovrà indicare necessariamente i seguenti dati: nome e cognome - codice fiscale - indirizzo di residenza – recapito telefonico - copia della tessera sanitaria e di un documento di identità' in corso di validità (carta identità, patente di guida, etc) fronte e retro. Si informa che non saranno evase le richieste prive dei documenti e delle informazioni indicate.

Un canale alternativo per effettuare la scelta del Medico di Medicina Generale è la modalità ON LINE, offerta dal portale di Regione Lombardia ed in questo caso è necessario essere in possesso di PIN, Password o SPID. Solo in caso di reale impossibilità ad inviare la mail di richiesta o ad accedere ai servizi sanitari online offerti tramite il sito di Regione Lombardia, è possibile accedere agli sportelli di Scelta Revoca prenotando un appuntamento.

L’appuntamento può essere prenotato tramite email (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), indicando il motivo della richiesta, oppure telefonando ai seguenti uffici:

• Ufficio Scelta/Revoca Pavia, Viale indipendenza 3, al numero 0382/431353, dalle ore 9 alle ore 12, dal lunedì al venerdì. L’Ufficio di Scelta/Revoca di Pavia accoglie le istanze anche per le sedi di Cava Manara, Certosa, Vidigulfo, Corteolona e Casorate Primo;

• Ufficio Scelta/Revoca Voghera, Viale Repubblica 88, al numero 0383/695225, dalle ore 9 alle ore 12, dal lunedì al venerdì;

• Ufficio Scelta/Revoca Broni, presso il PreSST di Broni, Via Emilia 351, al numero 0385/582102, dalle ore 9 alle ore 12, nelle giornate di lunedì, martedì, giovedì e al venerdì;

• Ufficio Scelta/Revoca Casteggio, Piazza Martiri della Libertà, 8/C, al numero 0385/582102, dalle ore 9 alle ore 12, nelle giornate di lunedì, martedì, giovedì e al venerdì. L’ufficio sarà aperto il pubblico nella giornata di mercoledì;

• Ufficio Scelta/Revoca Vigevano, Corso Milano 19, al numero 0381/333543, dalle ore 9 alle ore 12, dal lunedì al venerdì. L’Ufficio di Scelta/Revoca di Vigevano accoglie le istanze anche per le sedi di Mortara e Garlasco.

Non sono variate le modalità di accesso per i seguenti uffici:

• Ufficio Scelta/Revoca Varzi, c/o l’Ospedale SS Annunziata, Via Repetti 2, aperto al pubblico dal lunedì al giovedì 8:00-12:30 e 13:30-15:30; venerdì 8:00-12:30; Tel. 0383 547301;

• Ufficio Scelta/Revoca Mede L. c/o l’Ospedale S. Martino, V.le dei Mille, 27, aperto al pubblico lunedì al venerdì 8.00-12.30; martedì e giovedì dalle 13.30 alle 15.30; Tel. 0384 808249.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Il presidente di Terre d'Oltrepò e La Versa, Andrea Giorgi ha consegnato nella mani di Alessandro Venturi, Presidente del Policlinico San Matteo di Pavia, l'assegno di 5mila euro frutto della donazione che la cantina ha voluto fare a favore dell'importante nosocomio pavese. La realtà vitivinicola ha voluto testimoniare la vicinanza alla dirigenza e al personale sanitario dell'ospedale che hanno degnamente affrontato l'emergenza Coronavirus dimostrando ancora una volta quanto il Policlinico San Matteo sia un'eccellenza a livello nazionale in ambito sanitario. La somma è il frutto della campagna sociale #allasalute indetta nel mese di marzo e aprile e di una donazione da parte dei dipendenti ed enologi della cantina.
"Ringraziamo il Policlinico San Matteo per quello che, ancora una volta, è riuscito a fare nell'ambito di questa grave emergenza sanitaria – ha detto il presidente Giorgi – Ha dimostrato di essere un faro in ambito medico e sanitario, è stato l'ospedale che più di tutti ha affrontato a testa bassa la pandemia aprendo strade importanti per la cura della malattia. Allo stesso tempo mi sento di ringraziare i nostri dipendenti che si sono privati di una parte della loro retribuzione per andare ad arricchire la donazione. Poi un grazie va ai nostri winelovers che, comprando nel periodo di lockdown sui canali on-line, aderendo alla campagna #allasalute, hanno contribuito al raggiungimento della cifra che oggi abbiamo donato al Policlinico".

Casteggio non abbassa la guardia  di fronte all’escalation di  furti che negli ultimi anni hanno colpito diversi quartieri della città, il Comune  e nello specifico l’assessore alla sicurezza Anna Raffinetti, comunicano di aver rinnovato il contratto  con la Axitea, società di vigilanza privata  che avrà da quest’anno  anche una propria sede logistica per mezzi e personale presso l’ex area Truffi.

L’accordo in fase di perfezionamento, prevede controlli notturni sul territorio comunale a partire dalle ore 19.00 sino alle ore 6.00 del mattino successivo con un implemento di quelle zone che sino ad oggi risultavano scoperte, ad esempio includerà via Manzoni e via Carretta, inoltre l’adesione del Comune ai servizi offerti da Axitea e l’affitto di quest’ultima dell’area fieristica Truffi permetterà anche di controllare quella zona  che in passato è stata oggetto di abbandono di rifiuti e avvistamenti di personaggi sospetti.

 

Cambio di guardia all’interno dell’associazione La Strada dei Vini e dei Sapori dell’Oltrepò, eletto presidente l’avvocato casteggiano Giorgio Allegrini  che va a sostituire il presidente uscente, Roberto Lechiancole, vice presidente Francesca Panizzari, sindaco di Canneto Pavese.

Numerosi i rappresentanti delle istituzioni locali all’interno del nuovo consiglio di amministrazione: Lorenzo Vigo, sindaco di Casteggio, Giovanni Palli, sindaco di Varzi e presidente della Comunità Montana, Antonio Riviezzi sindaco di Broni, Amedeo Quaroni sindaco di Montù Beccaria, Claudio Scabini sindaco di Golferenzo, Sara Zambianchi consigliere comunale con delega all’agricoltura del Comune di Pietra de’ Giorgi.

Siederanno in consiglio anche Filippo Arsi dell’Enoteca Regionale di Cassino Po, Giorgio Matto, patron delle Terme di Rivanazzano, Simone Bevilacqua di Tenuta Quvestra e Teresio Nardi presidente di Slow Food.  L’associazione, il cui obiettivo è quello della valorizzazione e promozione dei prodotti enogastronomici tipici e di qualità attraverso dei veri e propri itinerari del gusto, ha modificato ed ampliato il proprio statuto, tra i punti di rinnovamento l'estensione dell'area di competenza, non più solo vitivinicola ma ampliata ai reali confini geografici dell'Oltrepò Pavese.

 
  1. Primo piano
  2. Popolari