Domenica, 12 Luglio 2020
 

Dall'Unità Pastorale di Lungavilla, Porana, Pizzale, Pancarana, Cervesina, Verretto nasce un nuovo progetto per venire incontro a chi è in difficoltà economiche e, passata la fase più acuta dell'emergenza sanitaria causata dal coronavirus, permettere alle famiglie del territorio un aiuto nel mangiare, vestirsi, curarsi con i medicinali necessari. Perché purtroppo c'è anche chi non ha neppure i soldi per le medicine, di questi tempi. Promotori di questa bella iniziativa sono la Pro Loco di Pancarana, Associazione Porana eventi e la onlus Monsignor Angeleri di Lungavilla, che fa capo alla Parrocchia. "Sentivamo da più parti l'esigenza di estendere questi servizi sul territorio, perché sempre più persone hanno chiesto un aiuto concreto – raccontano gli organizzatori - E se durante l'emergenza sanitaria si sono dati da fare un po' tutti, dai Comuni ai volontari della Protezione Civile ai proprietari di negozi di generi alimentari con la cosiddetta "Spesa solidale", oggi che siamo entrati nella nuova normalità i bisogni aumentano, proprio perché sempre più famiglie hanno perso il lavoro, non sanno come sfamare i figli, come tirare a fine mese, come curarsi. A Lungavilla esistevano già le raccolte di vestiario il Giovedì pomeriggio e la distribuzione dei pacchi con i viveri di prima necessità al Sabato mattina. Ma ora che le necessità sono aumentate era giusto estenderle su tutto il territorio dell'Unità Pastorale guidata da Don Cesare De Paoli in modo più organico e più capillare, in ricordo di tutte le vittime del Covid-19 nei nostri paesi: aiuteremo così le famiglie indigenti con il reperimento di vestiario e altro materiale necessario in buono stato (calzature, valigie, coperte, lenzuola, cuscini, tovaglie, giochi per bimbi, alimenti non deteriorabili tipo pasta, riso, alimenti in scatola..). Facciamo la raccolta ogni primo Giovedì del mese dalle 16 alle 18 e distribuiamo dopo opportuna selezione e sanificazione ogni ultimo Sabato del mese dalle 10 alle 12. Per chi avesse necessità di alimenti non deteriorabili (tipo pasta, riso, alimenti in scatola..) raccoglieremo i nominativi per girarli al servizio già attivo presso la Croce Rossa di Voghera. Per i farmaci invece, tramutando le offerte della popolazione in buoni prestampati, contribuiremo all'acquisto dei medicinali necessari presso la Farmacia De Paoli di Lungavilla e di Pizzale (per chi è ammalato ed è in precarie condizioni economiche dietro presentazione reddito ISEE): con i nostri volontari raccoglieremo, selezioneremo, sanificheremo con ozono e smisteremo tutto ciò che arriva dalla generosità delle persone. Chi si trova in difficoltà non deve avere vergogna di chiedere, telefonando al 371.3120914 (Pro Loco) o al 389.2566296 (Porana Eventi) o portando tutto il materiale raccolto anche la Domenica mattina al termine della Messa delle ore 9 a Porana".

Ovviamente i volontari del progetto "Solidarietà senza confini" contano sul senso di responsabilità da parte di tutti, per aiutare a fare del bene a chi ha veramente bisogno. E aggiungono anche una novità sul fronte della lettura, un servizio di Bookcrossing: verrà allestito tutte le mattine dal Lunedì al Sabato dalle 9 alle 12 presso la sede della Pro Loco di Pancarana (Municipio). Consiste nel mettere a disposizione di lettori anonimi testi che possono essere raccolti, letti, commentati e "liberati" in quei locali perché altri ne possano usufruire.

Una tradizione che prosegue dai tempi in cui nel Borgo di Porana esisteva una stalla con oltre 100 bovini: la benedizione degli animali, allora, era un momento molto importante per la vita dei poranesi, raccolta attorno alla fattoria e le case coloniche. Oggi questa tradizione rimane in vita grazie all'iniziativa di Porana Eventi, con la benedizione del sale e delle immaginette di S. Antonio: è il protettore degli animali e attorno alla sua figura gli agricoltori hanno sempre riposto molte speranze e recitato preghiere. Il parroco Don Cesare, al termine della Messa domenicale, ha benedetto anche le confezioni di sale, elemento dal forte valore simbolico nelle culture antiche e destinato ad essere il primo medicamento in caso di malanni per i fidi amici.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Una vocal band è stata la protagonista della ventunesima edizione del Festival dei Cori di Porana, il concorso più longevo del pavese, o meglio, come lo definiscono gli organizzatori di Associazione Porana Eventi, "la grande festa della musica, nata per essere punto di incontro tra differenti generi, percorsi e generazioni". Gli Human Tracks sono una piacevole scoperta, che spazia dalla musica classica alle colonne sonore, dal pop al rock, dal gospel al carol. Una formazione, quella votata dalla giuria critica (guidata dal direttore artistico, il cantautore Don Matteo Zambuto, e presieduta dal direttore d'orchestra Ennio Poggi), che è nata nel 2009 e nel corso degli anni si è evoluta, sempre guidata da Junior Caccialupi, specializzata nel canto a cappella. Il premio della giuria popolare è andato invece al gruppo "Effetto Portico" guidato da Michele Bassanese: una riconferma, dopo il riconoscimento già ottenuto lo scorso anno, per questo gruppo vocale e strumentale che propone un repertorio basato sulla musica popolare e tradizionale della bassa padana, delle Quattro Province, di zone geograficamente e culturalmente limitrofe. Numerosi gli applausi, in Auditorium a Lungavilla, anche per l'altro coro partecipante, Armonia, di Casorate Primo, guidato da Lidia Vignoni, che si è aggiudicato il "Premio Concerto", con l'esibizione nella prossima edizione del Festival Borghi&Valli durante una serata organizzata sul territorio oltrepadano. Si tratta di un coro misto, composto da un gruppo di amici mossi dalla passione per la musica ed il bel canto, con un repertorio che varia da brani polifonici sacri e profani alla musica popolare, gospel e spiritual. Ha partecipato a molti festival nazionali ma anche ad un evento a Praga.

Venendo alla sezione solisti, una menzione speciale è andata a Vania Berry (del gruppo Chrysarmonia), che ha cantato "Fast", un brano dedicato alle vittime dell'attentato di Nizza del Luglio 2016, in cui perse la vita, tra gli altri, anche una coppia vogherese, Angelo e Gianna D'Agostino. Proprio all'ingresso dell'Auditorium di Lungavilla c'è una targa che li ricorda. I nipoti di Angelo e Gianna si sono esibiti subito dopo: Francesca con "Wind of change" degli Scorpions e Samuele suonando l'Inno alla gioia di Beethoven con la chitarra dietro la schiena, in un modo decisamente "inusuale". Molto apprezzati anche Alessandro Conti, giovane cantautore di Borgarello, con il brano "Perché sei mio papà" e Daniele Vassallo, che ha eseguito "Fratello Sole, Sorella Luna", accompagnato alla chitarra da Don Matteo Zambuto. Bravo anche Thomas Cosentino, giovane rapper di Broni, che con un linguaggio molto attuale e molto vicino alle nuove generazioni, ha saputo toccare temi molto attuali con un brano da lui stesso composto. A chiudere il pomeriggio di festa ci hanno pensato il violinista e cantastorie vogherese Raffaele Nobile ed il soprano Mirella Milioto con l'Ave Maria di Gounod. Ancora una volta, dunque, il Festival dei Cori di Porana, ripreso in diretta da Pavia Uno Tv, riesce a contaminare diversi generi e a rendere sempre più attuali i linguaggi musicali proposti da gruppi ma anche da solisti che hanno qualcosa da raccontare. Ora il prossimo appuntamento è con il Gran galà natalizio, con cori, vocal band e solisti che, sempre presso l'Auditorium di Lungavilla, si ritroveranno il 26 Dicembre a partire dalle ore 15, per cantare insieme le più belle melodie natalizie internazionali.

Non c'è Autunno senza Festival dei cori di Porana: ormai è un appuntamento fisso per tanti gruppi, che si susseguono di anno in anno, presso l'Auditorium di Lungavilla, dove Domenica 24 Novembre, a partire dalle ore 15, andrà in scena la ventunesima edizione. Vi prenderanno parte il coro Armonia di Casorate Primo, il gruppo "Effetto Portico" di Rocca Susella e gli "Human Tracks", una vocal band delle 4 Province, al confine tra Pavese, Emilia, Piemonte e Liguria.

Il coro "Armonia" di Casorate Primo è nato nel 1995 ed è composto da circa trenta elementi. E' un coro misto a 2, 3 e 4 voci: spazia da brani polifonici sacri e profani, alla musica popolare, a gospel e spiritual, fino a musiche dei Beatles eseguite a cappella e a brani tratti da celebri colonne sonore dei film.

Gli "Effetto Portico" , invece, propongono un repertorio di musica folk revival della zona Oltrepadana Pavese e, anche più in generale, del nord Italia. Si va dalle canzoni delle mondine ai canti delle quattro province, dai brani della resistenza fino ai canti da osteria. Attualmente il gruppo è composto da 5 persone: 3 voci + alcuni strumenti musicali, come  mandolino, chitarra, contrabbasso flauto, armoniche a bocca.

Gli "Human Tracks", invece, sono una vocal band con repertorio che va dalla musica classica alle colonne sonore, dal pop al rock, dal gospel al carol. La formazione è nata nel 2009 con un altro nome e si è via via evoluta fino alla formazione attuale, composta da musicisti e cantanti di diverse estrazioni, ma che si divertono molto a cantare a cappella. E' una formazione eterogenea che va dai 17 anni di Micol Caccialupi ai 57 del componente più grande.

Ventuno anni di Festival dei cori: per Associazione Porana Eventi, tra tutte le manifestazioni organizzate sul territorio oltrepadano durante l'anno, è sicuramente la più longeva, alla quale è legato ormai un marchio indelebile, quello della festa della musica. Sì, perché qui non si fa a gara per arrivare primi, anche se c'è una commissione artistica di tutto rispetto, capitanata da Don Matteo Zambuto, sacerdote e cantautore pavese. "Qui l'obiettivo è ritrovarsi per un pomeriggio di passioni, tradizioni ed emozioni in note" raccontano gli organizzatori. Anche se poi i riconoscimenti ci sono: anche quest'anno, per esempio, è previsto un premio della critica, un premio della giuria popolare, formata dal pubblico in base agli applausi in sala, e un premio concerto al coro che verrà ritenuto il più meritevole e che avrà la possibilità di prendere parte ai concerti organizzati dalla stessa Associazione in altri periodi dell'anno, in occasione del Festival Borghi&Valli e di altre iniziative sul territorio. "Il canto corale – spiegano ancora gli organizzatori – è ogni anno occasione di gioia, scambio, solidarietà e amicizia. Ci sono tanti cori che hanno stretto collaborazioni nell'arco degli anni, dando vita a serate nei loro territori e scambiandosi reciprocamente spartiti e brani musicali. Ecco perché noi vogliamo incoraggiare l'incontro di culture musicali lontane tra loro, e lo facciamo in ricordo di un sacerdote che ha voluto rilanciare il nostro coro, Don Sandro Magnani, scomparso nel 1997, malato di sclerosi multipla". Per festeggiare poi il Natale, Porana Eventi richiama i cori delle varie edizioni del festival a S. Stefano, il 26 Dicembre, per cantare le più belle melodie natalizie, secondo differenti stili e generi. Informazioni ed iscrizioni al 389.2566296 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 
  1. Primo piano
  2. Popolari