Lunedì, 06 Luglio 2020
 
Martedì, 23 Giugno 2020

Il presidente della Provincia Vittorio Poma ha rassicurato gli abitanti della frazione Nivione della Valle Staffora, confermando che in questi giorni verrà definito il contratto con la ditta appaltatrice che dovrà effettuare le opere per sgomberare la strada dai detriti e mettere in sicurezza, definitivamente, quella zona di montagna che il 19 dicembre dello scorso anno aveva bloccato il traffico di quel tratto di provinciale ed i collegamenti tra la Valle Staffora e la Val Curone, obbligando gli abitanti di Nivione ad un percorso alternativo e disagevole per raggiungere Varzi. L’intervento si annuncia complesso proprio per la tipologia di frana, il presidente Poma ha confermato infatti che saranno necessarie delle micro cariche esplosive per far staccare e far scendere a valle le parti ancora friabili della montagna. Il costo dei lavori pari a 650mila euro prevede che il tratto di strada interessato venga spostato più a ridosso del torrente Lella, inoltre si dovrà provvedere a risolvere il problema dello scolo dell’acque che è uno delle cause dello smottamento, intervento previsto con la costruzione di un canale di scolo che verrà realizzato nella parte alta della frana, inoltre sarà necessario posizionare dei gradoni di contenimento che bloccheranno futuri smottamenti e piantumare l’intera zona al fine di garantire una maggior tenuta.

Il comune di Voghera aveva previsto di risparmiare circa 24mila euro per i lavori che in questi giorni stanno interessando un tratto della via Emilia, infatti dal bando iniziale di 80mila, la ditta  appaltatrice era scesa a 56mila euro, facendo risparmiare al Comune 24mila euro.

Purtroppo l’emergenza Covid e le richieste, accolte dal Comune, di velocizzare i lavori per consentire alle attività commerciali di quel tratto di via Emilia, già colpite duramente dal periodo di lockdown, di non essere ulteriormente penalizzate, hanno portato ad un aggravio dei costi di oltre 19mila euro.

A conti fatti è vero che il Comune spenderà 19mila euro in più rispetto alla somma iniziale preventivata, ma risparmierà comunque 5mila euro rispetto al valore del bando di 80mila euro.

Dopo il lungo periodo di lockdown  dove i bambini sono stati costretti a stare in casa, ora che potrebbero usufruire del campo giochi appena riaperto a Torrazza Coste, dei vandali hanno danneggiato e sporcato l’intera area. Il fatto è avvenuto nella notte dello scorso week end dove alcune persone si sono recate al campo giochi ed hanno abbandonato bottiglie e cartacce dopo aver probabilmente festeggiato qualcosa, purtroppo a danno dei più piccoli.

Il sindaco Ermanno Pruzzi informato dell’accaduto ha immediatamente provveduto a far ripulire e a mettere in sicurezza l’area ed ha allertato le autorità competenti per le indagini sul caso. Il sindaco dopo l’episodio, si è ripromesso di estendere la rete di videosorveglianza già presente sul territorio comunale anche nel parcheggio adiacente il campo giochi, in zona Cadè.

Una buona notizia per molte famiglie casteggiane: il Comune di Casteggio ha dato il via libera al rimborso per il servizio trasporto alunni, pagato anticipatamente e non usufruito nei mesi di lockdown. Ogni famiglia potrà richiedere la restituzione della somma oppure potrà beneficiarne come credito per il prossimo anno scolastico. Buona notizia anche per i commercianti, che dopo aver toccato con mano i risultati positivi dell’isola pedonale durante lo scorso week end,  apprendono che l’amministrazione comunale guidata da Lorenzo Vigo, avrebbe deciso il taglio della Tari con l’obbiettivo di superare la riduzione del 25% sulla quota variabile. Questo proprio per aiutare il commercio della città duramente colpito dall’emergenza Covid.

"Per lavori di asfaltatura, chiusura temporanea della SP 90 “Bivio Casanova – Cegni-Passo Giovà” dal km 7+180 (direzione Passo Giovà, 100 mt. dopo il bivio per la località Negruzzo) al km 16+430 (fine tratta) da mercoledì 24 giugno 2020 a tutto il 1 luglio 2020 dalle ore 08:00 alle ore 18:00 di ogni giornata lavorativa ad esclusione delle ore notturne e dei giorni festivi.

Ecco il testo dell’ordinanza :

IL DIRIGENTE DEL SETTORE LAVORI PUBBLICI EDILIZIA-TRASPORTI Visto il D. L.vo 30/04/1992 n. 285 “Nuovo Codice della Strada” e s.m.i.; Visto il Decreto del Presidente della Provincia di Pavia n. 109 del 12/04/2018; Dato atto che con Determinazione Dirigenziale n. 1240 del 09/12/2019 veniva disposta l’efficacia dell’aggiudicazione dei lavori “MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLA RETE VIABILE PROVINCIALE MEDIANTE INTERVENTI DI RIPAVIAMENTAZIUONE BITUMINOSA DEI PIANI VIABILI” all’Impresa Cave di Corconio S.r.l. con sede legale Orta San Giulio (NO) – SP per Vacciago;

Vista la Determina Dirigenziale con la quale veniva predisposto il subappalto dei lavori summenzionati all’Impresa Lerta & C. S.r.l. con sede legale in Via Roma 1 – Fabbrica Curone (AL); Ritenuto che per consentire l’esecuzione dei lavori di cui sopra in condizioni di sicurezza occorre procedere alla chiusura temporanea della SP 90 “Bivio Casanova – Cegni-Passo Giovà” dal km 7+180 (direzione Passo Giovà, 100 mt. dopo il bivio per la località Negruzzo) al km 16+430 (fine tratta) da mercoledì 24 giugno 2020 a tutto il 1 luglio 2020 dalle ore 08:00 alle ore 18:00 di ogni giornata lavorativa ad esclusione delle ore notturne e dei giorni festivi;

tutto ciò premesso ORDINA La chiusura temporanea della SP 90 “Bivio Casanova – Cegni-Passo Giovà” dal km 7+180 al km 16+430 da mercoledì 24 giugno 2020 a tutto il 1 luglio 2020 dalle ore 08:00 alle ore 18:00 di ogni giornata lavorativa ad esclusione delle ore notturne e dei giorni festivi. La presente ordinanza, ai sensi dell’art.5, comma 3 del vigente Codice della Strada, è resa nota al pubblico mediante l’installazione dei prescritti segnali nonché della necessaria segnaletica verticale per la segnalazione di chiusura ed indicazione dei percorsi alternativi (da Varzi per passo Giovà e viceversa, utilizzo della SP n. 48 “Bivio Prov.le del Brallo – Casanova Staffora – Passi Giovà”.

E’incaricata dell’esecuzione della presente ordinanza e quindi anche della posa ed il mantenimento in perfetta efficienza della segnaletica di chiusura ed indicazione dei percorsi alternativi, l’Impresa esecutrice dei lavori Lerta & C. S.r.l. con sede legale in Via Roma 1 – Fabbrica Curone (AL); OGGETTO: ORDINANZA DI CHIUSURA TEMPORANEA DELLA SP 90 “BIVIO CASANOVA – CEGNI-PASSO GIOVÀ” DAL KM 7+180 AL KM 16+430 DA MERCOLEDÌ 24 GIUGNO 2020 A TUTTO IL 1 LUGLIO 2020 DALLE ORE 08:00 ALLE ORE 18:00 DI OGNI GIORNATA LAVORATIVA AD ESCLUSIONE DELLE ORE NOTTURNE E DEI GIORNI FESTIVI

La presente ordinanza, viene rilasciata ai sensi dell’Art. 21 del D.Lgs. n. 285/92 “Nuovo Codice della Strada” e s.m.i., in ossequio alle norme sulla sicurezza dei cantieri di cui al D. Lgs. n. 81 del 09/04/2008, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro ed al D.M. 10/07/2002 per il segnalamento dei cantieri temporanei stradali, e loro s.m.i.. Al termine dei lavori cioè dalle ore 18:01 alle ore 07:59 del giorno successivo, la circolazione dovrà poter riprendere liberamente senza nessun impedimento di sorta, la sede stradale dovrà risultare transitabile in sicurezza e le pertinenze libere da depositi di materiale, mezzi meccanici ecc... Copia del provvedimento verrà portato tempestivamente a conoscenza delle Autorità (Polizia Stradale, Carabinieri, mezzi di soccorso, Comune di Brallo di Pregola, Varzi, Santa Margherita di Staffora, Menconico Provincia di Alessandria, Provincia di Genova, Provincia di Piacenza) dall’Ente proprietario della strada. La Provincia sarà ritenuta sollevata ed indenne da qualsiasi pretesa proveniente da utenti stradali e/o terzi, in dipendenza del mancato rispetto delle prescrizioni contenute nella presente Ordinanza."

*FOTO DI REPERTORIO 

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Prosegue il graduale ritorno verso la normalità delle attività ospedaliere del presidio oltre padano, dopo l’emergenza Covid-19. La ripresa, nel pieno rispetto delle normative vigenti in tema di utilizzo di dispositivi di protezione e di sanificazione è successiva al processo di riorganizzazione che l’ASST di Pavia ha posto in atto per gestire la pandemia. Il Direttore Medico ad interim del Presidio Oltrepò, dott. Paolo Valentini, in considerazione dell’attuale trend della curva epidemiologica, con la progressiva riduzione della casistica di pazienti COVID, ha comunicato che, a far data da lunedì 22 giugno p.v., presso l'Ospedale Civile di Voghera, viene riattivato il 3° settore del reparto di Medicina Interna COVID FREE con una dotazione di 21 posti letto.

Il Direttore responsabile del reparto di Medicina Interna dell’Ospedale Civile di Voghera è il dott. Magnani Luigi, il quale ricopre quest’incarico dal gennaio 2017. Il dott. Magnani, è inoltre il Direttore del Dipartimento aziendale di Area Medica. Nell’ambito della riorganizzazione, in tutte le strutture di ASST Pavia sono state adottate le misure richieste in tema di contenimento della diffusione del virus, tra cui un’accurata separazione dei percorsi, sia per i pazienti che per gli operatori ed la predisposizione di idonea segnaletica affinché gli utenti siano in grado di accedere ai servizi in piena sicurezza.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Il caso Asm Vendita e Servizi e della sua presidente, Monica Sissinio, infiamma la politica vogherese. Dopo le dichiarazioni di Pier Ezio Ghezzi che ha manifestato forti perplessità sulla richiesta dell’amministratore delegato della holding, Delio Todeschini, di dimissioni di Monica Sissinio, anche Elena Lucchini, deputato e segretario cittadino della Lega è intervenuta: «Siamo convinti che la Società abbia bisogno di amministratori tecnici e non politici. Siamo totalmente contrari ad una revoca del consiglio di amministrazione di Asm Vendita e Servizi senza giustificazioni dettate dai numeri, visto che il bilancio approvato la settimana scorsa è in positivo ed in netta crescita. Non capisco perché l’amministratore delegato Todeschini abbia forzato e intrapreso una strada di questo tipo». La deputata leghista, inoltre, bolla come fake news le dichiarazioni di Pier Ezio Ghezzi, sottolineando che la Lega a Voghera non fa parte della maggioranza consigliare, ma da oltre 5 anni siede tra i banchi della minoranza. Sull’intricata e per certi versi incomprensibile vicenda Asm Vendita e Servizi, c’è da attendersi nei giorni a venire altre puntate che si potrebbero “pre elettorali”.

 
  1. Primo piano
  2. Popolari