Martedì, 26 Maggio 2020
Lunedì, 11 Maggio 2020

"Lo studio pilota sulla sperimentazione della cura con plasma iperimmune condotta dal Policlinico San Matteo di Pavia con l'Asst di Mantova ci trova orgogliosi e speranzosi. Ancora una volta la sanità pubblica ha dato filo da torcere a quella privata. Oggi lasciamo la parola agli esperti che sapranno operare in sicurezza per dare oggi una possibilità di cura e, magari, domani una certezza. Elogiamo il lavoro di equipe tra il San Matteo e l'Asst di Mantova, eccellenze sanitarie pubbliche che non hanno mai smesso di lavorare per trovare una cura mentre si salvavano le vite umane. La speranza è il motore della ripartenza e la conclusione della sperimentazione avvia la fase 2 anche nell'ambito della ricerca di una cura al Covd-19. Proprio per questo abbiamo presentato la candidatura per la Rosa Camuna, la massima onorificenza della Regione Lombardia, per il Policlinico San Matteo che ha mostrato tempestività ed efficienza", così Simone Verni, consigliere regionale del  M5S Lombardia e Cristian Romaniello, deputato M5S,  commentano il completamento della sperimentazione per la cura con il plasma del Coronavirus del San Matteo di Pavia 

“Un bonus da 500 Euro per le giovani famiglie - scrive il Presidente della Comunità Montana – Giovanni Palli -  della  da spendere nei piccoli negozi dell’Oltrepò Montano per ripartire dopo l’emergenza da Covid19. Insieme, con la Giunta esecutiva, tutti i Sindaci dei 18 Comuni della Comunità Montana dell’Oltrepò Pavese e grazie al costante confronto con Aldo Poli - Presidente di dell’associazione dei commercianti della provincia di Pavia, abbiamo deciso di avviare una prima sperimentazione costruendo un’alleanza tra giovani famiglie e negozi dell’Alto Oltrepò Pavese attraverso un bonus economico per favorire i piccoli negozi e le giovani famiglie

Uno dei primi interventi, già operativo in questi giorni ed attivabile in ogni ufficio dei 18 Comuni, è destinato a tutte le famiglie con bambini nati o adottati dal primo gennaio al 31 dicembre 2020 da spendere nei negozi della Comunità Montana che manifesteranno il proprio interesse ad aderire all’iniziativa. Ripartiamo insieme – conclude Palli -  in un momento di grande difficoltà per il Paese e per le imprese e le famiglie del nostro territorio, attraverso l’ascolto degli effettivi bisogni e la costruzione di soluzioni concrete!”

"Si avvisa la cittadinanza - scrive Asst Pavia in una nota stampa -  che l'Ufficio di Scelta e Revoca del Medico di Famiglia - Sede di Broni ha nuove modalità di accesso, in ottemperanza alle norme finalizzate al contenimento del diffondersi dell'evento epidemiologico in atto ed in considerazione del sensibile aumento di accessi che presumibilmente si manifesterà presso gli uffici di front-office aziendali a causa della cessazione dell'attività di alcuni Medici di medicina generale, si rende necessario assumere idonee iniziative che garantiscano il necessario distanziamento sociale tra gli utenti, tale da evitare assembramenti di persone, che risultano essere la causa principale del diffondersi del contagio.

Si invita pertanto l'utenza ad utilizzare le forme di procedura alternative, che possono garantire il necessario espletamento delle pratiche, evitando nel contempo pericolose inutili code agli sportelli. In particolare, si ricorda che è possibile procedere al cambio del Medico di medicina generale con le seguenti modalità:

1. contattando telefonicamente il numero 0385/582102 dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30;

2. inoltrando le richieste di scelta/revoca del Medico di medicina generale e del Pediatra di libera scelta alla casella di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

3. operando online tramite il portale di Regione Lombardia, se in possesso dei codici PIN, Password o SPID, della propria Tessera Sanitaria;

4. SOLTANTO IN CASO DI IMPOSSIBILITA’ AD ADOTTARE LE MODALITA’ SOPRA ELENCATE, recandosi personalmente (tassativamente solo n.1 componente per nucleo familiare) presso l’Ospedale Arnaboldi di Broni, dal LUNEDI’ al VENERDI’ dalle ore 8.30 alle ore 12.30, ove verrà effettuata la raccolta/compilazione delle richieste/pratiche per il loro successivo completamento.

Le richieste inoltrate tramite email o consegnate personalmente all’Ufficio preposto, dovranno essere complete dei seguenti dati: nome, cognome, residenza, codice fiscale, recapito telefonico e corredate dalla copia della tessera sanitaria e del documento di identità.

Continuano a diminuire i contagiati in Provincia di Pavia, oggi solamente 24 nuovi casi, in Italia i ricoverati in terapia intensiva sono in diminuzione: sono 999, 28 in meno rispetto a ieri, quando il calo era stato di 7. Per la prima volta dal 10 marzo le terapie intensive scendono sotto le 1.000. In Lombardia sono 341, 7 in meno di ieri. I dati sono stati resi noti dalla Protezione civile. I contagiati totali dal coronavirus in Italia - vale a dire gli attualmente positivi, le vittime e i guariti - sono 219.814, con un incremento minimo di 744 rispetto a ieri. Le vittime per coronavirus in Italia sono salite a 30.739, con un incremento di 179 in un giorno.  Ieri l'aumento dei morti era stato di 165. Attualmente sono 82.488 i malati di coronavirus in Italia, in calo rispetto a ieri di 836. Nella giornata di ieri la diminuzione era stata di 1.518. I pazienti guariti dal Covid 19 in Italia sono 106.587, con un incremento di 1.401 rispetto a ieri.

Con i 68 decessi registrati oggi la Lombardia supera la soglia dei 15.000 morti dall'inizio dell'epidemia di Covid-19 arrivando a 15.054. In lieve aumento i nuovi positivi con +364 (ieri 282) per un totale di 81.871. I ricoverati in terapie intensive sono 341, 7 in meno di ieri quando invece erano aumentati di 18 pazienti mentre i ricoverati in reparto sono 5.397, -31. Ieri erano 107 in meno. I tamponi eseguiti sono stati 7.508, ieri 7.369.

La Consulta Giovanile di Casei Gerola durante queste settimane di emergenza "coronavirus" , si è dimostrata attenta , partecipe ed attiva alle esigenze di alcune fasce di popolazione. "La Consulta Giovanile è un organo molto prezioso per l'Amministrazione Comunale - dichiara il Sindaco Leonardo Tartara - ci permette di raccordarci coi giovani e promuove tante iniziative importanti per la nostra Comunità. Ne fanno parte ragazzi dai 16 ai 29 anni, tra i quali i nostri due Consiglieri Comunali giovani. Presieduta da Marco Moroni, si è impegnata nell'organizzazione di feste per bambini e ragazzi e nell'iniziativa di sostenibilità ambientale che ha portato alla consegna delle borracce a tutti gli alunni delle nostre scuole primarie.

In questo periodo di emergenza l'impegno si è rivolto al sociale attraverso la consegna della spesa alle persone anziane e in difficoltà e dell'aiuto alimentare. Grazie alla generosità del Forno Barbieri gestito da due nostri concittadini e al supporto del Gruppo locale della Protezione Civile, i ragazzi della Consulta - conclude Tartara - consegnano ogni venerdì porta a porta alle famiglie in difficoltà una fornitura settimanale di pane. Bravi i nostri giovani!"

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari