Domenica, 05 Aprile 2020
Martedì, 24 Marzo 2020

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge con nuove sanzioni per chi viola le norme anti contagio da Coronavirus e uniforma il quadro normativo. 

La multa per chi viola le regole anti-contagio salirà "da 400 a 3000 euro", ha detto il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi al termine del Cdm.

"Abbiamo deliberato l'adozione di un decreto legge che riordina la disciplina anche dei provvedimenti che stiamo adottando in questa fase emergenziale. Il nostro assetto non prevedeva un'emergenza di questo tipo", ha detto il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa. "Con questo decreto legge abbiamo regolamentato più puntualmente e in modo più trasparente i rapporti tra l'attività del governo e del Parlamento. Prevediamo che ogni iniziativa venga trasmessa ai presidenti delle Camere e che io vada a riferire ogni 15 giorni".

"Si è creata discussione sul fatto che l'emergenza sarebbe stata prorogata fino al 31 luglio 2020: nulla di vero, assolutamente no. A fine gennaio abbiamo deliberato lo stato di emergenza nazionale, un attimo dopo che l'Oms ha decretato l'emergenza un'epidemia globale. L'emergenza è stata dichiarata fino al 31 luglio. Non significa che le misure restrittive saranno prorogate fino al 31 luglio".

"Siamo pronti in qualsiasi momento e ci auguriamo prestissimo di allentare la morsa delle misure restrittive e superarle", ha detto Conte.

"Non c'è fermo amministrativo per i veicoli, solo le multe", ha poi spiegato.

Il premier a chi gli ha chiesto se il governo ricorre alla precettazione in caso di sciopero, ha risposto: "Sono convinto che non arriveremo a questo perchè ho visto nel mondo sindacale un senso di responsabilità, dobbiamo tutelare la salute dei lavoratori ed è per questo che siamo stati 18 ore con i sindacati a Chigi. La De Micheli sui carburanti adotterà un'ordinanza in modo da assicurare i rifornimenti nella penisola E' chiaro che in questo momento dobbiamo presidiare le attività essenziali".

"Fin qui abbiamo sempre seguito le indicazioni del comitato tecnico scientifico, abbiamo sempre seguito le loro indicazioni e mai disattese. Continueremo a farlo, al momento non c'è ragione di cambiare la nostra modalità sia di conteggiare i contagiati che di procedere ai test, abbiamo una linea di massimo rigore e massima trasparenza". 

"Ben venga l'aiuto dell'esercito ma i cittadini non devono pensare che la tenuta dell'ordine pubblico sia affidata solo a una militarizzazione dei centri abitati, le forze dell'ordine stanno già agendo in modo molto efficace", ha detto Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi confermando che ci sarà comunque un intervento dei militari nei controlli.

Con una nota stampa, la cantina Terre d'Oltrepò informa che dall'agronomo Parisi con il patrocinio di Ersaf e Co.Pro.Vi. verrà realizzato il "Bollettino della vite". " E' il punto di riferimento tecnico della vite in Lombardia con speciale riferimento all'Oltrepò Pavese - scrive Terre Oltrepò -  E' il bollettino di difesa della vite realizzato dalla cantina Terre d'Oltrepò, realizzato dall'agronomo interno Nicola Parisi. Il documento di estrema importanza, a scadenza settimanale nei periodi cruciali della coltivazione, si avvale del patrocinio di Ersaf Lombardia e di Co.Pro.Vi Società Cooperativa ed è distribuito non solo ai soci di quest'ultima e della cantina oltrepadana ma è consultabile sul sito di Regione Lombardia da tutti i viticoltori.
"In questi giorni – spiega il presidente Andrea Giorgi di Terre d'Oltrepò – è in uscita il primo numero del 2020 che diventerà con l'andamento stagionale addirittura un bollettino settimanale. Siamo orgogliosi di fornire questo servizio a tutti i viticoltori lombardi grazie ad un accordo siglato con Ersaf e Co.Pro.Vi. A redigerlo è il nostro agronomo Parisi, tecnico di estrema esperienza che ogni settimana fa il punto su diverse questioni agronomiche legate alla coltivazione della vite. Un servizio utile che svolgiamo con massima attenzione proprio per fornire il necessario supporto a chi lavora in campagna".
Nato nel 1985, per iniziativa della Fondazione Carlo Gallini di Voghera, il Bollettino di difesa della vite riportava indicazioni destinate agli eliconsorzi, allo scopo di ridurre il numero di trattamenti che era compreso fra 15 e 20.
"Nel tempo – spiega Nicola Parisi, agronomo di Terre d'Oltrepò -  si è arricchito di contenuti e significati ed è diventato il veicolo dell'informazione per l'adozione di razionali pratiche di gestione della vite, di difesa fitosanitaria per aziende convenzionali e "bio", e degli adempimenti obbligatori stabiliti dalla normativa vigente". La redazione del bollettino è l'atto finale di una serie di attività che sono propedeutiche alla sua stesura. "Le proposte  - spiega l'agronomo Parisi - di difesa fitosanitaria e gestione della vite sono infatti basate su analisi dei dati meteo registrati dalla Rete Agrometeorologica di Terre d'Oltrepò; rilievo settimanale delle fasi fenologiche della coltura; valutazione della presenza e composizione floristica delle infestanti; analisi dei risultati dei monitoraggi settimanali in vigneti TNT (Testimone Non Trattato) dove non vengono eseguiti trattamenti fitosanitari per studiare l'epidemiologia delle principali malattie della vite (Peronospora, Oidio); attività di monitoraggio attraverso rilievi della presenza di insetti dannosi (Nottue, Bostrichidi, Cicaline, etc.); rilievi e valutazioni settimanali relative al ciclo di Scaphoideus titanus, vettore della Flavescenza dorata della vite; rilievi settimanali attraverso l'utilizzo di trappole cromotattiche (per cicaline e Scaphoideus titanus), alimentari (Drosophila suzukii) e/o a feromoni (Lobesia botrana) per la valutazione delle popolazioni o dell'andamento del volo degli adulti dei principali insetti dannosi per la vite e il monitoraggio di alcune malattie della vite in collaborazione con il Servizio Fitosanitario della Regione Lombardia".

Il comunicato è suddiviso in sezioni che riportano l'andamento meteorologico della settimana (o periodo) precedente; la fase fenologica raggiunta dalla vite; consigli relativi alle operazioni colturali; strategie ed interventi di difesa fitosanitaria basati sulle osservazioni fatte in campo e le previsioni meteo della settimana successiva; eventuali comunicazioni relative a decreti di lotta obbligatoria e/o scadenze di carattere burocratico ed amministrativo per le aziende agricole. Alla redazione del Comunicato partecipano 5-6 agronomi professionisti che si scambiano le informazioni sulle osservazioni in campo e condividono le strategie proposte. Il bollettino persegue alcune importanti finalità nel proporre strategie razionali di gestione e difesa della vite come la tutela della salute dell'operatore agricolo; la tutela della salute del consumatore e la salvaguardia dell'ambiente. 

"In altre parole – spiega Parisi - è, a tutti gli effetti, uno strumento di "sostenibilità" che accompagna i viticoltori nell'affrontare le sfide che si pongono per il futuro. Per esempio i cambiamenti climatici (occorre adattare le strategie di gestione e difesa della vite in relazione ai cambiamenti climatici in atto per assicurare il raggiungimento di standard qualitativi elevati); la gestione delle "resistenze" (si tratta di utilizzare i fitofarmaci che abbiamo a disposizione scongiurando il rischio di selezionare, con un uso improprio, ceppi di patogeni resistenti alle sostanze attive che impieghiamo); il vigilare sulla eventuale comparsa di nuovi patogeni e/o insetti dannosi alla vite che possono giungere da altri paesi".

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Anche in provincia di Pavia la sanità privata va in soccorso di quella pubblica, sempre più stremata dal drammatico incremento di casi di Covid-19. La Casa di Cura Villa Esperia di Salice Terme, storica struttura dedicata alla salute e alla riabilitazione, ha messo a disposizione posti letto per accogliere pazienti affetti da Covid-19. Il team multidisciplinare interverrà su pazienti che, dopo la condizione maggiormente acuta della malattia, richiedono ancora un trattamento continuo e altamente qualificato. La Casa di Cura Villa Esperia permetterà così di liberare più rapidamente posti letto per pazienti acuti ed assicurare una risposta più efficace ed efficiente al pressante bisogno di salute che oggi il territorio lombardo e pavese stanno manifestando.

«Abbiamo provveduto al momento ad isolare e convertire un intero reparto e nella giornata odierna sono stati accolti i primi pazienti Stiamo valutando la possibilità di riconvertire altri reparti secondo necessità. Siamo costantemente in contatto con l'ATS e l’ASST di Pavia per coordinare i trasferimenti» ha dichiarato la Dott.ssa Adele Andriulo, Direttore Sanitario della struttura.

Come avete affrontato l'emergenza Coronavirus, si sono verificati casi nelle vostre strutture?

«Sì, ci sono stati ed ora che siamo diventati Covid Hospital ce ne saranno sempre di più: l’esigenza c’è ed è urgente. L’obiettivo primario è stato quello di salvaguardare i pazienti degenti, i loro famigliari e gli operatori tutti garantendo la continuità assistenziale e cercando di contenere il rischio infettivologico così come previsto dalle linee guida. Abbiamo sospeso momentaneamente l’attività ambulatoriale e di diagnostica verso pazienti esterni, vietato le visite dei parenti, limitato il numero dei degenti, razionalizzato il numero del personale in servizio a quello strettamente necessario».

Quale tipo di assistenza offrirete ai malati?

«Daremo loro tutto il supporto di cui hanno bisogno sia in termini internistici, pneumologici, cardiologici e riabilitativi sia tecnologici, a seconda delle necessità. Il nostro obiettivo è ovviamente finalizzato alla riabilitazione del paziente in modo da poterlo restituire con la migliore funzionalità residua possibile alla sua vita quotidiana e ai suoi affetti famigliari. In questo senso sappiamo di poter contare su un team multidisciplinare di grande qualità e professionalità, che da subito si è messo a disposizione».

Il personale come sta affrontando questa criticità, quali precauzioni avete preso per loro e per isolare il reparto Covid-19?

«Il personale, come è comprensibile, è preoccupato per la situazione che la Nazione sta vivendo, ma è in prima linea sin dall’inizio: tutti sono orgogliosi di poter contribuire ad affrontare questa emergenza. Per noi si tratta di una nuova attività, ma siamo in stretto contatto con chi ha già esperienza e lavoreremo in grande sinergia. Ricevo giornalmente messaggi da chi in questo momento non è in servizio attivo e sente il bisogno ed il dovere di tornare a dare una mano; spero che a breve questo sarà possibile per tornare ad essere la grande e completa squadra che eravamo prima. Ogni operatore presente in struttura è dotato di appositi dispositivi individuali di protezione come da indicazioniministeriali; particolare impegno è dedicato alle attività di vestizione e svestizione che rappresentano delle procedure molto importanti al fine del contenimento dei contagi anche tra il personale stesso. Un’attenzione che ovviamente estendiamo anche a tutte le loro famiglie».

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

L'unione fa la forza, specialmente in questo periodo che di forze in campo ne servono davvero tante per combattere l'emergenza Covid-19. E' sotto quest'ottica che la storica ditta vogherese Cifarelli Spa di strada Oriolo ha consegnato ieri mattina alla nostra Azienda due macchine in comodato gratuito per la disinfezione di Voghera. Si tratta di due atomizzatori a spalla che sono  il principale prodotto della Cifarelli Spa: sono molto utilizzati per disinfettare ambienti di lavoro e spazi aperti per la loro capacità di raggiungere una distanza alla quale le pompe non lavorano. La nostra Azienda esprime il più sentito ringraziamento alla ditta Cifarelli Spa perchè, sia pure con una produzione ridotta per aumentare la sicurezza e utilizzando tutte le misure per la salute dei propri collaboratori, sta continuando a lavorare (essendo anche nelle liste dei settori strategici) per garantire le consegne delle macchine in questo difficile periodo.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

La Regione sostenga i settori produttivi colpiti dalla gelata che si è abbattuta questa notte sull'Oltrepo' Pavese. A chiederlo è il consigliere regionale Giuseppe Villani (Pd) che spiega: "La gelata che si è abbattuta questa notte  sulle colline dell'Oltrepo' Pavese mette a repentaglio, come era già accaduto negli anni scorsi, il raccolto dell'uva e   la conseguente produzione del vino, che è una delle principali attività del territorio, il che rischia di mettere in ginocchio una zona già duramente provata dall'epidemia di coronavirus".

"Da parte mia- continua Villani-  c'è la massima attenzione; sono  in contatto con le associazioni di categoria, alle quali ho chiesto di documentare al più presto quanto accaduto e ho sollecitato la Direzione generale agricoltura e Ruggero Invernizzi, presidente della Commissione  agricoltura, di cui faccio parte, perché si attivino al più presto. La Regione deve garantire il massimo sostegno ai settori produttivi colpiti".

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Asst Pavia garantisce l’aggiornamento quotidiano dei dati esposti sul sito istituzionale www.asst-pavia.it, in merito alle variazioni dei servizi offerti, causate dall’Emergenza Coronavirus. Qui di seguito il riepilogo degli aggiornamenti alla data odierna.

• L’attività di PROTESICA MAGGIORE (per la fornitura di carrozzine, letti ortopedici, deambulatori, protesi, etc.) e MINORE (piani terapeutici) è ripresa. Per informazioni contattare il seguente recapito: 0382–432361 (dalle 8.30 alle 10.00) oppure inviare una e-mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

• SCELTA E REVOCA Per tutto il periodo dell'emergenza, per esigenze relative all'attività degli Uffici di Scelta e Revoca del Medico e alle esenzioni, occorre contattare telefonicamente le sedi territoriali ai numeri di seguito indicati: PAVIA 0382/432332 - CORTEOLONA 0382/431201 VOGHERA 0383/695225 - VARZI 0383/547301 VIGEVANO 0381/333543 - MEDE 0384/808249 - GARLASCO 0382/431920 Si evidenzia che è attiva la casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. a cui è possibile inoltrare le richieste di scelta/revoca del Medico di Medicina Generale e del Pediatra di Libera Scelta. Nella richiesta l'utente dovrà indicare necessariamente i seguenti dati: cognome, nome, residenza, codice fiscale, recapito telefonico e allegare copia della tessera sanitaria e del documento di identità. Non saranno evase le richieste prive di documenti allegati. Si avvisa l'utenza che tutte le esenzioni per reddito con scadenza 31 marzo sono prorogate al 30 settembre 2020.

• PIANI TERAPEUTICI: Il rinnovo dei piani terapeutici (pannoloni, diabete stomie, cateteri, microinfusori, sensori) in scadenza dal 01/03/2020 al 30/04/020 è stato effettuato automaticamente per tre mesi. Per coloro i quali debbano accedere per la prima volta con un piano terapeutico per la fornitura di pannoloni, diabete, stomie cateteri, sensori e microinfusori, al fine di adempiere a quanto previsto dal DPCM del 8.03.2020 sulla necessità di restare a casa, si segnala di telefonare ai seguenti numeri e/o di mandare una mail per essere ricontattati, per la gestione della pratica.

Territorio Lomellina: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 0381/333546

Territorio Oltrepo': Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 0383/695512

Territorio Pavese: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 0382/432448, 0382 432626.

Calendario disponibilità telefonica presso le sedi territoriali, a partire dal 16 marzo 2020: si informa che, a partire dal 16/03, in linea con le disposizioni nazionali e regionali per la tutela della salute pubblica in merito all’emergenza sanitaria da COVID-19, per la consegna dei piani terapeutici (1° ACCESSO) di Pannoloni, Stomie, Cateteri, Diabete, Medicazioni e altro materiale protesico

• per le sedi di Varzi, Casteggio, Broni, è necessario TELEFONARE al numero 0383-695512 oppure inviare una mail al seguente indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

• per le sedi di Mede, Garlasco, Mortara è necessario TELEFONARE al numero 0381-333546 oppure inviare una mail al seguente indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

• per le sedi di Casorate, Cava Manara, Certosa, Vidigulfo, Corteolona è necessario TELEFONARE ai numeri 0382-432448 0382-431626 oppure inviare una mail al seguente indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

IL RINNOVO dei piani terapeutici di Pannoloni, Stomie, Cateteri, Diabete, Medicazioni e altro materiale protesico in SCADENZA A MARZO E AD APRILE è stato effettuato AUTOMATICAMENTE PER TRE MESI dalla data di scadenza. Per qualsiasi informazione è possibile contattare i riferimenti di cui sopra.

• AMBULATORI VACCINALI L'attività di vaccinazione è ripresa a ritmo parziale da mercoledì 11 marzo con le seguenti modalità:

• verranno programmate solo le vaccinazioni previste dalla nota regionale del 06/03/2020: l’utenza dovrà presentarsi presso gli ambulatori solo a seguito di contatto telefonico da parte degli operatori del servizio vaccinale (gli appuntamenti fissati in precedenza sono da ritenersi superati);

• verranno sempre garantite le urgenze (gravide con appuntamenti già fissati o da fissare, soggetti a rischio per patologie, soggetti esposti inviati dai Pronto Soccorso o da ATS);

• le persone contattate potranno accedere agli ambulatori solo se in buona salute e per ogni vaccinando minorenne o disabile sarà ammesso un solo accompagnatore;

• All'ingresso delle strutture sono previsti dei filtri per l'osservanza delle regole di sicurezza e per favorire il distanziamento tra le persone. È importante il rispetto degli orari di appuntamento.

• FISIOTERAPIA: Per informazioni contattare il numero 0382 – 432340.

• Le attività di SCREENING di primo livello (prevenzione del carcinoma della cervice uterina, carcinoma della mammella e del colon retto) sono sospese fino a data da destinarsi.

• UFFICIO INVALIDITA' CIVILE: per informazioni è possibile contattare i seguenti numeri telefonici: Pavia 0382 431410, Voghera 0383 695620, Vigevano 0381 333528. Si comunica che le Commissioni Mediche di accertamento Invalidità Civile, Handicap Legge 104/92, Cecità, Sordità, Inserimento lavorativo, Disabili, sono temporaneamente sospese per emergenza sanitaria, fino a nuove disposizioni regionali. In questa fase si procederà a valutazione agli atti su invio della documentazione medica e definizione, esclusivamente delle pratiche di patologia oncologica che giustifichi procedura d'urgenza e di visita domiciliare se appropriata o di segnalazioni di particolari condizioni di gravità od urgenza.

• I CENTRI SERVIZI saranno raggiungibili telefonicamente al numero 0382-431600 dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 15:40.

• CONSULTORIO FAMILIARE: le attività consultoriali garantite sono: - Accettazione/consulenza ostetrico ginecologica telefonica: da lunedì a giovedì 9- 13/14-16, venerdì 9-12 (tel. 0382/432487); - Consulenza ostetrica telefonica per dimissioni protette in puerperio; - Ambulatori ostetrico ginecologici per prenotazioni precedentemente effettuate - Accoglienza psicosociale telefonica: da lunedì a venerdì 9-13/14-16 tel. 0382/431555); - Attività sociale; - Attività psicologica.

• Si conferma la sospensione delle attività certificatorie della MEDICINA LEGALE, ivi compresa l'attività delle Commissioni. Per informazioni contattare il numero provinciale 0382 - 432401 o i numeri: - 0382-431782 (Sede di Pavia) - 0381-333019 (Sede di Vigevano) - 0383-695231 (Sede di Voghera)

COMUNICATO IMPORTANTE PATENTI E CERTIFICAZIONI MEDICO LEGALI: Il Decreto Salva Italia agli articoli 103 e 104 dispone la proroga di tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni, ed atti abilitativi comunque denominati in scadenza tra il 31 gennaio ed il 15 aprile 2020 al 15 giugno 2020. La scadenza delle patenti di guida scadute o in scadenza in data successiva al 17 marzo 2020 è prorogata d'ufficio al 31 agosto 2020.

Inoltre, con riferimento alla DGR XI/2906 del 8/3/2020, su indicazioni ricevute dalla Direzione Strategica Aziendale, si comunica che per tutta l'Azienda, a far tempo dal 9 marzo è sospesa tutta l'attività ambulatoriale fatta eccezione delle prestazioni urgenti non differibili (classe di priorità U) e con classe di priorità B (entro 10 giorni). Sono altresì garantite le prestazioni qui di seguito elencate:

• Cardiologia: controlli post-operatori per pace maker;

• Dialisi: visite predialisi, emodialisi estracorporea, dialisi peritoneale;

• Chirurgia: medicazioni semplici e complesse, rimozione punti a seguito di intervento;

• Chirurgia vascolare: medicazioni semplici e complesse;

• Ortopedia e traumatologia: rimozione gesso/punti a seguito di intervento visite di controllo da PS per fratture;

• Radiologia: prestazioni radiologiche per controllo traumi;

• Oculistica: iniezioni intravitreali;

• Oncologia: MAC per trasfusioni e terapia oncologica;

• Urologia: MAC biopsie, cistoscopie, instillazioni genitourinarie, infusioni di sostanze ormonali, cambio di cateteri ureterali;

• Ostetricia ginecologia: diagnosi prenatale/ecografie morfologiche e ambulatori di ostetricia, ginecologia oncologica (agende speciali);

• Salute mentale e dipendenze: sono garantite le prestazioni dell'area salute mentale, dell'età evolutiva, dell'età adulta e servizi sulle dipendenze;

• Punti prelievo: l'attività è sospesa fino a nuova indicazione. sono garantite le prestazioni urgenti presso i laboratori degli ospedali di Vigevano, Voghera, Stradella, Varzi, Mortara, Casorate Primo e Mede. E' sospesa l'attività erogata in regime di libera professione intramuraria in qualsiasi forma. Sono inoltre sospese tutte le attività a bassa intensità chirurgica.

Per tutti gli aggiornamenti visitare il sito di Asst Pavia www.asst-pavia.it.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Riduzione dei nuovi contagi in provincia di Pavia, oggi martedì 24 marzo, sono 55, ieri erano 138. In totale nella nostra provincia i contagi hanno raggiunto il numero di 1499.

Torna a salire il numero delle vittime per coronavirus in Lombardia: sono 402 i nuovi decessi per un totale di 4178, dopo due giorni di dati in calo rispetto al picco di 546 morti registrato sabato. Domenica erano stati 361, lunedì 320. Il numero dei contagiati supera quota 30.000: con 1942 casi in più i positivi in regione sono 30.703. E' quanto ha reso noto l'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera.

Per il terzo giorno consecutivo cala il numero di nuovi positivi al coronavirus in Italia: oggi sono 3.612 mentre ieri erano 3.780 e domenica 3.957. Torna invece a salire il numero delle vittime in un solo giorno: oggi sono 743 mentre ieri erano 601 e domenica 651.

Torna a salire - dunque - il numero dei morti per coronavirus in Italia. Sono complessivamente 6.820 le vittime, con un aumento rispetto a ieri di 743. Lunedì l'aumento era stato di 601.

Sono 8.326 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il coronavirus, 894 in più di ieri, ha detto il commissario durante la conferenza stampa. Ieri l'aumento dei guariti era stato di 408.

Sono complessivamente 54.030 i malati di coronavirus in Italia - ha spiegato - con un incremento rispetto a ieri di 3.612. Lunedì l'incremento era stato di 3.780. Il numero complessivo dei contagiati - comprese le vittime e i guariti - ha raggiunto i 69.176. Il dato è stato fornito dal commissario per l'emergenza Angelo Borrelli in conferenza stampa alla Protezione civile.

Sono 3.396 i malati ricoverati in terapia intensiva, 192 in più rispetto a ieri. Di questi, 1.194 sono in Lombardia. Dei 54.030 malati complessivi, 21.937 sono poi ricoverati con sintomi e 28.697 sono quelli in isolamento domiciliare.

Dai dati della Protezione civile emerge che sono 19.868 i malati in Lombardia (958 in più di ieri), 7.711 in Emilia-Romagna (+491), 5.351 in Veneto (+365), 5.124 in Piemonte (+595), 2.497 nelle Marche (+139), 2.519 in Toscana (+218), 1.692 in Liguria (+139), 1.545 nel Lazio (+131), 992 in Campania (+63), 848 in Friuli Venezia Giulia (+77), 975 in Trentino (+61), 699 in provincia di Bolzano (+11), 940 in Puglia (+78), 799 in Sicilia (+118), 622 in Abruzzo (+17), 624 in Umbria (+68), 379 Valle d'Aosta (+0), 395 in Sardegna (+52), 304 Calabria (+24), 55 in Molise (+5), 91 in Basilicata (+2). Quanto alle vittime, se ne registrano 4.178 in Lombardia (+402), 985 in Emilia-Romagna (+93), 216 in Veneto (+24), 374 in Piemonte (+59), 231 nelle Marche (+28), 129 in Toscana (+20), 231 in Liguria (+19), 56 in Campania (+7), 80 Lazio (+17), 64 in Friuli Venezia Giulia (+10), 44 in Puglia (+7), 38 in provincia di Bolzano (+9), 20 in Sicilia (+7), 46 in Abruzzo (+8), 19 in Umbria (+3), 19 in Valle d'Aosta (+7), 56 in Trentino (+15), 10 in Calabria (+3), 15 in Sardegna (+4), 8 in Molise (+1), uno in Basilicata (+0) . I tamponi complessivi sono 296.964, dei quali oltre 175mila in Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto.

  1. Primo piano
  2. Popolari