Mercoledì, 19 Febbraio 2020
Venerdì, 07 Febbraio 2020

Senso unico alternato mobile regolamentato da movieri e/o impianto semaforico tra le 14 e le 17 del 11/02/2020 e dalle 8 alle 16 dal 12/02/2020 al 14/02/2020, per procedere alla messa in funzione dei ponteggi mobili disponibili in loco, finalizzati alla cantierizzazione dell’area, per inizio lavori di ristrutturazione del ponte della Becca SP EX SS 617 - Comuni di Linarolo e Mezzanino.

IL DIRIGENTE DEL SETTORE LAVORI PUBBLICI – EDILIZIA – TRASPORTI Visto il D.L.vo 30/04/1992 n. 285 “Nuovo Codice della Strada” e s.m.i.; Richiamate le norme sulla Sicurezza dei Cantieri e le norme in materia di Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al D.L.vo 09/04/2008 n. 81; Richiamate altresì le disposizioni per il segnalamento dei cantieri temporanei stradali di cui al D.M. 10/07/2002 e s.m.i.; Visto il Decreto del Presidente della Provincia di Pavia n. 109 del 12/04/2018; Visti: - La Determinazione Dirigenziale n. 1107 del 13/11/2019 che disponeva l’efficacia dell’aggiudicazione disposta con Determinazione Dirigenziale n. 998 del 21/10/2019 dei “Lavori di ristrutturazione del ponte sul Fiume Po della Becca” al Consorzio Stabile Artemide con sede a Roma in via dei Gracchi 320/A; - Il successivo contratto n. 1909 di Rep. del 11/12/2019 stipulato tra la Provincia di Pavia e l’Impresa Esecutrice designata Infrastrutture Stradali Srl con sede in via dei Glicini n. 5 a Cancello ed Arnone (CE); - Il verbale di consegna parziale dei lavori in data 17/12/2019, finalizzata alla cantierizzazione dell’area di intervento; Dato atto che per procedere alla realizzazione delle lavorazioni predette occorre istituire un senso unico alternato mobile regolamentato da movieri e/o impianto semaforico tra le ore 14:00 e le ore 17:00 del giorno 11/02/2020 e dalle ore 08:00 alle ore 16:00 dei giorni dal 12/02/2020 al 14/02/2020 compresi, per procedere alla messa in funzione dei ponteggi mobili disponibili in loco finalizzati alla cantierizzazione dell’area di intervento sopra identificata; Sentito il parere favorevole espresso in data 04/02/2020 dalla U.O. Viabilità “Oltrepo 2”, che propone l’emissione di apposita Ordinanza di istituzione del senso unico alternato mobile regolamentato da movieri e/o impianto semaforico, nel tratto corrispondente al ponte sul Fiume Po della Becca nei Comuni di Linarolo e Mezzanino (PV) tra le ore 14:00 e le ore 17:00 del giorno 11/02/2020 e dalle ore 08:00 alle ore 16:00 dei

OGGETTO: ORDINANZA PER ISTITUZIONE DI SENSO UNICO ALTERNATO REGOLAMENTATO DA MOVIERI E/O IMPIANTO SEMAFORICO SULLA SP EX SS 617 "BRONESE" IN CORRISPONDENZA AL PONTE DELLA BECCA IN COMUNE DI MEZANINO E LINAROLO, A DECORRERE DAL 11/02/2020 FINO AL 14/02/2020 COMPRESI, PER LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DEL PONTE SUL FIUME PO DELLA BECCA. giorni dal 12/02/2020 al 14/02/2020 compresi, per poter procedere in condizioni di sicurezza agli approntamenti medesimi; tutto ciò premesso ORDINA l’istituzione di senso unico alternato mobile regolamentato da movieri e/o impianto semaforico nel tratto corrispondente al ponte sul Fiume Po della Becca nei Comuni di Linarolo e Mezzanino (PV) tra le ore 14:00 e le ore 17:00 del giorno 11/02/2020 e dalle ore 08:00 alle ore 16:00 dei giorni dal 12/02/2020 al 14/02/2020 compresi, per le motivazioni descritte. La necessaria segnaletica di cantiere, verrà posta in opera e mantenuta a cura e spese dell’Impresa Esecutrice designata Infrastrutture Stradali Srl con sede in via dei Glicini n. 5 a Cancello ed Arnone (CE), mettendo in atto tutte le procedure previste dalle vigenti normative in materia di cantieri di lavoro, rimanendo con ciò, unica responsabile per danni a persone e/o cose derivanti dalla inadeguata segnaletica. Dovranno essere rispettate rigorosamente le modalità ed i termini temporali indicati nella richiesta; la Provincia di Pavia si riserva di annullare la presente ordinanza, per sopravvenute superiori esigenze di interesse pubblico. Eventuali contrattempi sui lavori che comportano uno slittamento dei termini temporali della presente Ordinanza, dovranno essere segnalati tramite nuova richiesta di proroga lavori, presentata a questa Provincia. Al termine dei lavori, la ditta esecutrice degli stessi, dovrà verificare la percorribilità in sicurezza del tratto in questione e quindi ripristinare tutti i criteri di sicurezza viabilistica. Il titolare dell’esecutività della stessa ordinanza sarà l’Impresa Esecutrice designata Infrastrutture Stradali Srl con sede in via dei Glicini n. 5 a Cancello ed Arnone (CE), esecutrice delle opere. IL DIRIGENTE Piergiuseppe Dezza

Con i suoi 23 anni, Martina Fariseo è l’assessore più giovane nella storia del comune di Voghera. Montata in sella dopo il “siluramento” di Marina Azzaretti deciso dai vertici di Forza Italia, la studentessa iscritta al quinto anno di Giurisprudenza raccoglie una pesante eredità a pochi mesi dalla tornata elettorale: dovrà gestire le deleghe a cultura, commercio e scuola. Da sempre appassionata di politica, è stata vice coordinatore dei Giovani di Forza Italia e in università ricopre l’incarico di rappresentante degli studenti nel Consiglio di Dipartimento. è giovane, ma ha le idee chiare su cosa serva alla “sua” Voghera: «Coinvolgere di più i giovani nelle iniziative culturali, valorizzare l’archivio Cicala e organizzare concerti con artisti di livello internazionale». La prima iniziativa che porta la sua firma si chiama “Un Tè a Casa Gallini” e per la prima volta aprirà le porte della storica dimora ai vogheresi.

Fariseo, andiamo per ordine. Entrare in giunta e sostituire Marina Azzaretti è una responsabilità molto importante. Non si è mai sentita a disagio nell’accettare questo incarico?

«Ho maturato la decisione di accettarlo conscia della grande responsabilità connessa al ruolo, ma certa, allo stesso tempo, che un’esperienza simile possa costituire un grande arricchimento. In ogni caso sono abituata, se mi assumo un incarico, ad impegnarmi oltremodo per svolgerlo al meglio e conseguire i risultati prefissati».

Che giudizio esprime sull’operato del suo predecessore?

«Non posso che esprimere un giudizio positivo e ci tengo a precisare di essere estranea ad ogni polemica inerente le vicende che hanno portato al rimpasto di giunta».

C’è qualcosa che si poteva fare meglio?

«Credo che sarebbe stata opportuna una maggiore valorizzazione dell’Archivio fotografico Cicala, grande eccellenza della nostra città, per la quale il Comune negli anni passati ha investito molte risorse, e l’organizzazione di una serie di concerti con artisti di fama internazionale e, almeno una volta all’anno, una grande serata in Piazza Duomo di ballo liscio per la felicità soprattutto dei meno giovani, ma non solo, al fine di attirare a Voghera quante più persone possibili da tutta la provincia e renderla effettivamente, anche sotto questo profilo, capitale dell’Oltrepò Pavese».

Una delle deleghe che ha ereditato è proprio quella alla cultura. Che impronta intende dare al “suo” assessorato?

«Certamente desidero una cultura più accessibile ai giovani, che vorrei vedere più coinvolti nelle varie iniziative che vengono organizzate. Inoltre, intendo incentivare e valorizzare gli artisti locali per stimolare la più viva ed intensa partecipazione della cittadinanza ad eventi musicali, teatrali e culturali e sto lavorando per una sinergia tra le diverse associazioni per collaborare insieme e raggiungere risultati sempre più ambiziosi».

“Un Tè a Casa Gallini”. Di cosa si tratta?

«è un’iniziativa che consiste nell’apertura straordinaria della residenza storica, sede dell’assessorato alla Cultura, per quattro sabati da febbraio a maggio. Durante questi pomeriggi sarà possibile fare una visita guidata dei locali e i ragazzi delle scuole saranno protagonisti avendo lo spazio di far sentire la propria voce con esibizioni musicali, teatrali e letterarie. Inoltre, un altro momento culturale importante sarà costituito da eventi in occasione del 250esimo anniversario dell’elevazione di Voghera da borgo a città. Il primo appuntamento è in agenda per il primo febbraio. Poi 7 marzo, 18 aprile e 9 maggio».

Un’altra delle deleghe che ha “ereditato” riguarda il commercio. Come intende muoversi in questo ambito?

«Come uno dei primi atti del mio mandato ho trasmesso una lettera ai commercianti in quanto interessata a sentire le loro esigenze e problematiche e, proprio qualche settimana fa, li ho incontrati e insieme abbiamo deciso di sviluppare fin da subito una programmazione annuale precisa di eventi per valorizzare la nostra città».

Conosce da vicino il mondo della scuola avendola frequentata fino a pochi anni fa. Che tipo di problematiche ha Voghera e in che modo il Comune può aiutare a superarle?

«Anche per quanto riguarda le scuole ho già preso contatti con i dirigenti scolastici che ho avuto modo di incontrare, invitandoli ad informarmi costantemente sulle problematiche che potrebbero presentarsi. Personalmente ritengo che la problematica maggiore sia quella della necessità di maggiori spazi e di razionalizzazione dell’utilizzo degli stessi, che mi impegnerò a sottoporre agli organi competenti».

Mancano pochissimi mesi alla scadenza del mandato. Crede comunque di avere il tempo necessario per lasciare in qualche modo il “segno”?

«La cosa che più mi preme è di essere pienamente al servizio dei miei concittadini interpretandone bisogni e necessità. Se poi riuscirò anche a lasciare il segno, non potrò che essere felice e soddisfatta di aver fatto qualcosa di buono per la mia città».

Intende continuare l’esperienza politica ricandidandosi alle prossime elezioni?

«Si, è mia intenzione candidarmi alle prossime elezioni allo scopo di proseguire il percorso di servizio verso la città in cui sono nata, dove vivo e ho studiato».

di Christian Draghi

Ieri il Consigliere regionale del M5S Lombardia Simone Verni ha partecipato all'incontro al Ministero dell'Ambiente con la D.G. Ambiente di Regione Lombardia e il Sindaco di Broni Antonio Riviezzi, per concludere il secondo lotto di bonifica e che porterà al definitivo smaltimento di tutto l'amianto dell'ex complesso industriale Fibronit.

Verni dichiara: "E' utile ricordare che l'area ex Fibronit, azienda che per decenni ha prodotto elementi per l'edilizia in amianto, era interessata da depositi interni ed esterni, di manufatti, rifiuti e che per la quantità e la pericolosità degli inquinanti presenti e l'impatto sull'ambiente e la salute, dal 2002 è stata classificata SIN, Sito di Interesse Nazionale, dunque un'area per la quale l'intervento di bonifica era ed è ancora oggi considerato prioritario.

Sul tavolo anche l'avvio del terzo e ultimo lotto e la riperimetrazione del sito, con l'inserimento dell'intero territorio dei Comuni di Broni e di Stradella, per rispondere sempre alla stessa logica di tutela della salute dei cittadini e di tutela dell'ambiente che tanto ci sta a cuore, ossia la bonifica di tutti i manufatti in amianto presenti sui territori comunali.

Rivolgo il mio personale ringraziamento al Ministro Sergio Costa e al Direttore Giuseppe Lo Presti per la sensibilità anche oggi dimostrata nel recepire questa nostra richiesta, al Sindaco Antonio Riviezzi per l'instancabile lavoro, con l'auspicio che il futuro senza amianto per Broni e i suoi cittadini cominci già oggi".

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Camminare tra i dinosauri, nuotare sul fondo dell’oceano o essere in una grotta con gli uomini primitivi. Il Civico museo di scienze naturali Orlandi è tra i primi a proporre al pubblico la realtà aumentata in provincia di Pavia. A partire da domenica 16 febbraio fino a sabato 29 febbraio, il museo Orlandi realizzerà l’iniziativa “Il futuro inizia oggi, non domani!”. Si tratta di offrire al pubblico esperienze in realtà aumentata, attraverso visori Oculus, attinenti la scienza e la natura. L’attività si svolgerà in via sperimentale in sei appuntamenti, alcuni infrasettimanali, altri nel weekend, per offrire al pubblico la possibilità di parteciparvi. L’idea progettuale è suddivisa in due parti, una prima, già conclusasi al 31 dicembre dello scorso anno che ha riguardato l’acquisto e la sperimentazione dell’iniziativa attraverso diversi canali. Tale parte progettuale era stata finanziata da Regione Lombardia. Ora, identificati altri target e argomenti da trattare, si avvia questa seconda parte progettuale. Le iniziative, pensate volutamente pensando al ruolo sempre più inclusivo che hanno i musei, non saranno realizzate in museo, ma nei locali comunali sotto i portici in piazza Duomo. Le esperienze che saranno proposte avranno lo scopo di sensibilizzare la popolazione sulle tematiche più attuali come il cambiamento climatico, attraverso uno strumento innovativo, ludico, coinvolgente e dalle potenzialità culturali ancora da esplicitare al massimo. Saranno coinvolte le scuole vogheresi con gli studenti che a turno potranno fare una prova. Ricordiamo infatti che questo tipo di attività è tra le prime in Italia. Inoltre in futuro, viste le potenzialità che questo tipo di esperienza offre in campo neurologico, si svolgeranno attività con le strutture che ritengono di avviare percorsi di stimolazione attraverso queste tecnologie, come già la bibliografia esistente illustra in modo dettagliato e con ottimi risultati.

«Un progetto innovativo portato avanti dal nostro museo civico Orlandi che si dimostra ancora una volta all’avanguardia e pronto a offrire nuove iniziative - dice il sindaco Carlo Barbieri - siamo tra i primi in Provincia, un'occasione di crescita e innovazione x il nostro museo e un'opportunità per avvicinare la cittadinanza ai temi ambientali più attuali con strumenti coinvolgenti». «L’acquisto dei visori sarà un nuovo passo vero il futuro. Verso la nuova concezione di museo e della sua fruibilità. Accanto ai consueti canali di conservazione del memoria se ne aggiunge uno in 3d, si potranno girare video per la città, nei luoghi storici, a testimonianza della Voghera di oggi. Potremo vedere i dinosauri, il Colosseo e molto altro, un tuffo nel passato che ci proietta avanti nella consapevolezza», conclude l’assessore alle attività museali Simona Panigazzi.

Date e orari. Sarà possibile provare la realtà aumentata domenica 16 febbraio dalle 15,30 alle 17, martedì 18 dalle 16,30 alle 18, sabato 22 dalle 15,30 alle 17, domenica 23 dalle 15,30 alle 17, martedì 25 dalle 16,30 alle 18, sabato 29 dalle 15,30 alle 17 nei locali di piazza Duomo 2. L’ingresso è gratuito e la prenotazione obbligatoria. Ogni prova dura circa dieci minuti. Per informazioni e prenotazioni 0383336526 (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Sostegno per la famiglie in difficoltà che abitano negli alloggi comunali. La Giunta ha approvato l’avviso pubblico per l’assegnazione del contributo regionale di solidarietà ai nuclei familiari assegnatari di servizi abitativi pubblici (alloggi di edilizia residenziale pubblica) di proprietà comunale. Il contributo regionale di solidarietà è diretto ai nuclei familiari, assegnatari di servizi abitativi pubblici, che si trovano in una condizione di comprovata difficoltà economica tale da non consentire di sostenere i costi della locazione. «Un ulteriore sostegno che viene fornito dal Comune di Voghera per agevolare le famiglie in difficoltà che abitano negli alloggi comunali», commenta l’assessore alla Famiglia Simona Virgilio.

L’entità del contributo è stabilita in un importo massimo variabile in funzione dei valori ISEE del nucleo familiare assegnatario:

- € 2.500,00 per i nuclei familiari con ISEE da zero a € 7.000

- € 2.000,00 per i nuclei familiari con ISEE da 7.001 a € 9.000

- € 1.500,00 per i nuclei familiari con ISEE da 9.001 a € 15.000

Il contributo è prioritariamente destinato alla copertura delle spese per i servizi comuni, comprese le bollette di conguaglio dei servizi emesse nel 2019, e, in secondo ordine, come credito per la locazione sociale, compresa la copertura del debito pregresso. I nuclei familiari beneficiari del contributo regionale di solidarietà devono possedere i seguenti requisiti alla data del 31 luglio 2019:

- essere assegnatari di alloggi SAP di proprietà comunale;

- permanere negli alloggi SAP da almeno 12 mesi dalla data di stipula del contratto di locazione sociale;

- appartenere alle aree della Protezione e dell’Accesso ai sensi dell’art. 31 della L. R. n. 27/2009;

- avere un ISEE inferiore ad € 15.000,00;

- avere una morosità inferiore ad € 8.000,00.

I nuclei familiari beneficiari del contributo regionale di solidarietà devono impegnarsi a:

- mantenere aggiornata la propria situazione anagrafica ed economico-patrimoniale nell’ambito dell’anagrafe dell’utenza;

- corrispondere le mensilità correnti del canone di locazione a far data dalla sottoscrizione del Patto di servizio;

- se disoccupato ed in età lavorativa (per i componenti disoccupati dei nuclei familiari beneficiari), attivare un percorso di politica attiva del lavoro, entro tre mesi dalla data di sottoscrizione del patto di servizio.

La domanda può essere presentata da lunedì 10 febbraio a martedì 31 marzo all’Ufficio Casa del settore Servizi Sociali del Comune di Voghera, corso Rosselli 20, dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,00. Informazioni possono essere richieste telefonicamente al numero 0383/336423.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari