Martedì, 17 Settembre 2019
Articoli filtrati per data: Martedì, 03 Settembre 2019

L’Unità Operativa Complessa di Cardiologia e Unità Coronarica, dell’Ospedale civile di Voghera, diretta dal Dott. Pietro Broglia, promuove, per il secondo anno, l’evento denominato “Cuore sotto pressione”, ovvero la salita dei 155 gradini che portano alla cima del campanile del Duomo di Voghera. Lo scopo di questa simpatica iniziativa a Voghera in Piazza Duomo, sabato 07 settembre 2019 dalle h. 10:00 alle h. 15:00,  aperta a tutti i cittadini, è la promozione della cultura sanitaria in tema di rischio cardiologico, soprattutto se in presenza di ipertensione arteriosa. Tutto lo Staff medico ed infermieristico del Dott. Broglia è coinvolto in questa sfida alla sedentarietà. La Croce Rossa metterà a disposizione un ambulatorio mobile dove il personale medico, effettuerà anamnesi e rilievi della pressione finalizzati alla valutazione della presenza di possibili fattori di rischio per le patologie cardiovascolari. I cittadini più allenati se lo desiderano potranno effettuare la salita al campanile con il monitoraggio dei parametri (pressione, saturazione dell'ossigeneo, frequenza cardiaca ) sia prima della partenza sia al ritorno sul sagrato ed a tutti i partecipanti sarà donata una t-shirt commemorativa della manifestazione. L’Unità Operativa Complessa di Cardiologia e Unità Coronarica è una realtà di grande rilievo nel territorio oltrepadano, con 16 posti letto e 1 posto letto di macro attività ambulatoriale complessa (MAC) per la parte cardiologica, più 6 posti letto di Unità Coronarica. All'Unità Operativa sono annessi: un ambulatorio di cardiostimolazione, di emodinamica, con possibilità di effettuare esami coronarografici ed angioplastiche, di ecocardiografia con possibilità di praticare eco-stress, di ergometria Holter ECG e monitorizzazione della pressione arteriosa per 24 ore, di ECG più visita, ambulatori specialistici post infarto e per cura dello scompenso cardiaco. Inoltre il Dott. Pietro Broglia, è l’autore scientifico del progetto innovativo che l’Asst di Pavia ha presentato nell’ambito del Programma del Fondo europeo di sviluppo regionale POR FESR 2014-2020, per il quale Regione Lombardia ha disposto un invito pubblico rivolto a tutte le ASST ed agli IRCCS lombardi.

Alla base del progetto innovativo, l’esigenza di migliorare la valutazione delle placche dei vasi in ambito cardiologico. La soluzione tecnologica pensata dal Dott. Broglia è la creazione di uno strumento non invasivo che possa valutare le placche dei vasi non superficiali, qualificando:

• la morfologia della placca, da cui si ricava la sua pericolosità;

• il grado di infiammazione, se presente. La Direzione Strategica di Asst Pavia promuove e sostiene le attività della Cardiologia dell’Ospedale di Voghera ed invita tutta la cittadinanza a “mettersi in gioco” per la propria salute.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Sabato 7 Settembre alle ore 21 a Varzi, presso la Pieve Romanica dei Cappuccini,  ci sarà la XIII Edizione del Premio "Pina Carmirelli". Il "Premio Pina Carmirelli", nato nel 2007, è stato creato con l'obiettivo di promuovere l'immagine di Varzi, mettendo in risalto i prestigiosi risultati che i varzesi hanno conseguito nella cultura e nell'arte.

Giuseppina Carmirelli, detta Pina, nasce a Varzi il 23 gennaio 1914, studia violino e composizione al conservatorio "G. Verdi" di Milano  dove si diploma in violino con il massimo dei voti nel 1930, a soli 16 anni, e nel 1935 in composizione.  Nel 1941 ottiene la cattedra di Violino al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma e nel 1962 viene ordinata titolare della Cattedra di perfezionamento di violino all'Accademia Santa Cecilia. Ha svolto una brillante carriera concertistica, sia come solista come iniziatrice di complessi da camera delle quali è stata anche cofondatrice, tra cui, nel 1949 del "Quintetto Boccherini", con cui ha portato alla luce i capolavori cameristici del geniale musicista lucchese, nel 1954 del "Quartetto Carmirelli", nel 1979 del "Quintetto Fauré". Nel 1977 è stata primo violino de "I Musici"; celebre l'interpretazione delle Quattro Stagioni di Vivaldi a cura dei Musici nel 1982 con la solista Pina Carmirelli.

Il programma della serata prevede il concerto e la premiazione di Spinardi Isabella e Scilla Giulia Sofia, migliori diplomate delle classi di violino dell'anno accademico 2018-2019, come riconoscimento del brillante risultato conseguito al termine del corso di studio di violino presso il Conservatorio di Musica "Giuseppe Verdi" di Milano, dove si sono diplomate con il massimo dei voti e lode. L'evento è promosso e organizzato dal Comune di Varzi, dall'Associazione Culturale Artemusica, dall'Associazione Culturale VarziViva, con la collaborazione del Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Milano.

Giulia Sofia Scilla (16.03.1998) Diplomata in violino nel 2018 con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano sotto la guida del M° Mauro Loguercio. Ha partecipato a vari concorsi tra i quali “Marco Agrati” di Rho, Concorso Nazionale Città di Castel S. Giovanni, Concorso Nazionale “Città di Giussano” classificandosi sempre tra i primi posti. Nel 2013 vince la borsa di studio “Umberto Micheli”, nel 2014 la borsa di studio “Servorum Scientie” istituite dal Conservatorio G. Verdi di Milano, nel 2018 vince il “Premio Rancati” destinato ai migliori allievi diplomati nell’anno scolastico 2016/2017 del Conservatorio di Milano e dal 2019 è borsista dell’Associazione musicale “De Sono” di Torino. Nel 2015 è stata selezionata dal M° Ana Chumachenco per partecipare alla sua masterclass presso l’Accademia Perosi di Biella e da quel momento segue regolarmente le sue masterclasses. Ha inoltre partecipato ad alcuni corsi di perfezionamento tenuti dai M° Yulia Berinskaya, Sergey Krylov, Ilya Grubert e Rudens Turku. Nel 2017 ha rivestito il ruolo di primo violino dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Milano sotto la direzione del M° Michele Gamba ed è stata invitata negli Stati Uniti dal M° Corrado Rovaris per collaborare con l’orchestra del festival musicale “Artosphere”. Ha collaborato con l’Orchestra Filarmonica Italiana, con l’Orchestra del teatro lirico “Città di Magenta” ed è membro de “La Fil” Orchestra Filarmonica di Milano. Ha eseguito da solista alcuni concerti di A. Vivaldi sotto la direzione del M° Ottavio Dantone e Giovanni Antonini nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano. E’ stata invitata dalla Società Umanitaria di Milano ad esibirsi in qualità di solista a Roma e Napoli nel 2019. E’ attualmente iscritta al Vorarlberger Landeskonservatorium di Feldkirch (Austria) nella classe del M° Rudens Turku ed è accademista presso l’orchestra della Deutsche Oper di Berlino.

Spinardi Isabella (16.10.2000) Ha iniziato lo studio del violino all'eta di 7 anni sotto la guida del padre e del M° Burattin Armando, storica prima viola prima parte del Teatro alla Scala di Milano. Nel 2008 è stata ammessa al Conservatorio G. Verdi di Milano come allieva effettiva del corso di violino principale della violinista e didatta Maria Caterina Carlini, con la quale tuttora studia. All’età di 17 anni ha conseguito il Diploma di Violino V.O. con votazione 10, Lode e Menzione. E’ stata segnalata come giovane talento dall'European String Teachers Association Italia e, nel 2013, ha ricevuto una Menzione speciale da Sony Classical - Talent Scout nella categoria “Classical Kids”. Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali ed internazionali, risultando vincitrice di Primi Premi Assoluti, tra i quali figurano: Concorso Ars Nova International Music Competition, Concorso Strumentistico Nazionale Città di Giussano, Concorso Internazionale Antonio Salieri, Concorso Internazionale Valsesia Musica Juniores, Premio Crescendo in Musica, International Valtidone Competition, Concorso Internazionale Luigi Zanuccoli, Concorso Jan Langosz, Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale di Bellagio, Concorso Mozart a Quinto Vicentino con assegnazione anche del Premio Speciale Pietro Buia, Concorso Nazionale Musicale Fondazione Milano, dove le e’ stato altresì conferito il premio di miglior solista, Concorso Riviera della Versilia, nel quale e’ risultata vincitrice assoluta dell’intera competizione. Le sono stati inoltre conferiti primi premi di categoria al Concorso Internazionale di Musica Città di Stresa ed al Concours Luxembourgeois European pour Jeunes Solistes (EMCY), dove le e’ stata assegnata anche la medaglia d’oro all’unanimità. Ha ricevuto il ‘’Premio Donna 8 Marzo’’ XVII edizione 2018 assegnatole da ASSAMI. Il 23 Maggio 2015 si e’ esibita alla Carnegie Hall di New York, essendo vincitrice di primo premio del Concorso American Protégé ‘International Concerto Competition’. Ha partecipato ad importanti eventi, come MI.TO. e Expo, e si e’ esibita come solista anche per l'associazione Amici del Loggione del Teatro alla Scala, nonché in importanti contesti come il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio di Firenze, la sala Verdi del Conservatorio, la Palazzina Liberty, il Teatro del Verme ed il Castello Sforzesco di Milano. Sotto la guida del M° Maria Caterina Carlini, ha frequentato regolarmente anche i corsi di internazionali di perfezionamento musicale della Fondazione Zinaida Gilels Violin School (TV). Ha inoltre partecipato a diverse Master Class presso il Conservatorio G. Verdi (MI) ed al corso annuale 2016/17 di perfezionamento musicale dei Maestri Ilya Grubert e Eliot Lawson presso la Fondazione Musicale di Santa Cecilia di Portogruaro (VE). Durante l’A.A. 2018/19 ha seguito un Corso Speciale con il M. Ana Chumachenco presso l’Accademia Perosi di Biella, Masterclass di Perfezionamento con il M. Vadim Brodsky presso l’Accademia Internazionale di Musica di Roma e la Summer Academy 2019 presso il Mozarteum di Salisburgo con il M. Michael Vaiman

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Dal 19 Agosto è aperta la procedura per l’affidamento dei lavori di rimozione e smaltimento rifiuti speciali non pericolosi stoccati presso la ex Recology S.r.l.  Nel capannone del rione Medassino la ditta di smaltimento rifiuti aveva stoccato oltre 5mila tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi. Il Comune con un’ordinanza aveva imposto alla proprietà del capannone, la Zonca immobiliare, di procedere alla pulizia, ma la società ha impugnato l’atto ricorrendo al Tar. Ora il Comune ha indetto la gara che verrà svolta sulla piattaforma telematica Sintel. Dopo il 18 Settembre ci saranno 30 giorni per eventuali ricorsi dopo l’assegnazione dell’appalto, se non ci saranno ricorsi o contestazioni la bonifica dovrà essere completata in un mese e mezzo. —

Ecco i termini dell’appalto :

ID SINTEL:

114221740

VALORE ECONOMICO:

1.003.500,00 €

STAZIONE APPALTANTE:

Comune di Voghera

AMBITO DELLA PROCEDURA:

Procedura per lavori.

NOME PROCEDURA:

Affidamento dei lavori di rimozione e smaltimento rifiuti speciali non pericolosi stoccati presso ex Recology - Voghera (PV)

CATEGORIE MERCEOLOGICHE:

lavori di sgombero, opere ed impianti di bonifica e protezione ambientale (classe iii).

TIPO PROCEDURA:

Procedura Aperta

DATA INIZIO RICEZIONE OFFERTE:

19/08/2019

STATO PROCEDURA:

Pubblicata

DATA FINE RICEZIONE OFFERTE:

18/09/2019 17:00

Bando completo e Allegati al portale Sintel di ARIA SpA: ID SINTEL 114221740

Link http://www.sintel.regione.lombardia.it/eprocdata/sintelSearch.xhtml

Informaizoni supplementari alla pagina https://www.comune.voghera.pv.it/it/page/bando-di-gara-lavori-di-rimozione-e-smaltimento-rifInizio modulo

Trasporti per gli alunni, mensa, pre e post scuola, servizio di assistenza per i ragazzi disabili. Tanti punti all’ordine del giorno sono stati trattati, visto l’imminente inizio delle scuole giovedì 5 settembre, all’interno dell’incontro di lunedì pomeriggio convocato dall’assessore alla Scuola Marina Azzaretti per garantire un regolare e sereno avvio dell’anno scolastico. Hanno partecipato i dirigenti scolastici dell’I.C. di via Dante e via Marsala, Marco Barbisotti e Maria Teresa Lopez (con le vicarie Daniela Ferlin, Giulia Cavagna, Chiara Benfante), il dirigente del Comune di Voghera Domenico Marrapodi con la collega Elisabetta Comi e il dg di Asm Piero Mognaschi. «C’è stata un’ottima collaborazione con i dirigenti. La novità di quest’anno sarà che il servizio mensa in capo ad Asm ristorazione verrà esteso anche ai nidi. Il menù partirà come l’anno scorso, già a suo tempo condiviso con i rappresentati dei genitori e degli insegnanti in commissione mensa. Nel proseguo effettueremo i monitoraggi del caso per apportare eventuali aggiustamenti. A breve sarà possibile utilizzare l’app per monitorare i pagamenti e da quest’anno gli assistenti all’autonomia dei ragazzi disabili, che non sono insegnanti di sostegno indicati dal Ministero, saranno al lavoro da inizio scuola fino a fine anno scolastico. Prima iniziavano dopo una settimana e terminavano una settimana prima di fine anno scolastico», commenta l’assessore Azzaretti.

MENSA. E’ stato affrontato il servizio mensa con Piero Mognaschi, direttore generale ASM e Sergio Mazzocchi, Responsabile Servizio Mensa. Non è stata evidenziata nessuna criticità, si continuerà a proporre agli studenti il menu dello scorso anno scolastico e si sta procedendo all’affidamento per rendere funzionale al più presto (presumibilmente entro un mese) l’App gestionale per il pagamento dei buoni pasto. L’avvio del servizio mensa sarà il 16 settembre per le scuole dell’Infanzia, il 23 settembre per le Primarie e il 30 settembre per le Secondarie di primo grado. La commissione mensa nei due IC è composta da un rappresentate dei genitori (eletto dai genitori) ed un rappresentante degli insegnanti per ciascun plesso facente parte dell’istituto: tutti i rappresentanti eletti vanno poi a far parte della commissione mensa comunale presieduta dall’assessore Azzaretti.

TRASPORTI. Per programmare al meglio il trasporto degli alunni dei plessi vogheresi erano presenti Mauro Guerci, responsabile del noleggio e Alessio Crivellari, responsabile della gestione degli autisti. L’azienda Sapo si occuperà del servizio fino al 3 dicembre e poi subentrerà la società Autoguidovie. Sapo non può emettere abbonamenti annuali ma solo mensili, lavorando fino al 3 dicembre. Da quest’anno tutte le scuole medie chiudono il sabato, anche la sezione Maragliano della scuola Dante (l’unica in cui veniva fatta ancora lezione anche il sabato con sei classi). L’avvio del trasporto scolastico per tutte le scuole partirà giovedì 12 settembre. L’assistenza all’autonomia per gli alunni con disabilità, attraverso personale incaricato dal Comune (non sono insegnanti di sostegno, incaricati dal Ministero), segue il calendario scolastico. Inizierà con l’avvio dell’anno scolastico (giovedì 5 settembre) e termina con la fine e non una settimana prima.

PRE - POST scuola. Silvia Armandola, direttrice di Adolescere che gestisce il servizio di pre-post scuola, ha attivato un servizio apposito di segreteria presso Adolescere per due settimane da 8 a 12 ore e la possibilità di iscrizione sempre on line. Il costo è di 20 euro per il pre scuola, mentre per il post è 35 euro al mese. Il pacchetto complessivo pre-post scuola costa 45euro. Il pre scuola va dalle 7,30 a 8,30, il post dalle 16,30 alle 18. L’anno scorso il servizio era stato attivato per 292 bambini in 13 plessi.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Il Presidente del Consiglio del comune di Voghera, Nicola Affronti, nel 37° anniversario della barbara uccisione del Prefetto Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa della moglie e dell’Agente della scorta per mano della Mafia ha voluto ricordare con queste parole il tragico evento: “3 Settembre1982 – 3 Settembre2019 Per Non Dimenticare. Oggi ricordiamo il triste anniversario dell‘uccisione per mano della Mafia del Prefetto Gen Carlo Alberto Dalla Chiesa, della moglie Emanuela Setti Carraro e dell’agente della scorta Domenico Russo. Son passati 37 anni da quel 3 settembre1982 in cui il Generale DallaChiesa perse la vita a Palermo in un attentato mafioso.

Ricordare chi come lui, Generale dei Carabinieri, Prefetto e servitore dello Stato , è stato vittima insieme alla moglie ed all’agente della scorta per combattere la Mafia deve servire a far comprendere a noi giovani generazioni quanto sia oggi più che mai importante non abbassare la guardia e continuare a contrastare la Mafia in ogni sua forma per costruire un’Italia migliore.

Nella nostra Voghera il ricordo del Generale e della moglie è più che mai vivo, sia perché venivano spesso nella nostra Città sia perché proprio nel nostro Museo Storico “G.Beccari” è custodita la A112 nella quale il Generale, la moglie e l’agente della scorta furono assassinati”

L’ultima volta che l’hanno vista circolare era il 3 settembre del 1982, a Palermo, in via Carini per la precisione e a bordo c’erano un austero generale dei carabinieri in pensione appena nominato prefetto di Palermo e la sua giovane moglie, una crocerossina dallo sguardo sognante e il sorriso dolce. Erano Carlo Alberto Dalla Chiesa ed Emanuela Setti Carraro, diventati sposi meno di due mesi prima, il 10 luglio del 1982, e uccisi a bordo di quella A112 da un commando di mafiosi mandati da Totò Riina. Con loro morì anche l’agente della scorta, Domenico Russo, l’ennesimo tributo di sangue versato dalle forze dell’ordine per difendere uomini dello stato che lo stesso stato però lasciava immancabilmente soli. Ma non è la storia di Russo quella che vogliamo raccontare oggi e nemmeno quella del generale Dalla Chiesa e di sua moglie.

Quella che vogliamo raccontare oggi è infatti la storia della A112, attualmente conservata nel museo storico di Voghera, arrivata fino a giorni nostri solo grazie al fondatore ed ex direttore dell’esposizione, Giuseppe Beccari, che ha rischiato di finire al macero per colpa della solita e maledetta burocrazia italiana. Diciamo subito che fare una visita al museo ne vale veramente la pena. Per gli appassionati di storia, per tutti quelli che oltre a leggere amano anche vedere, il museo storico di Voghera è una tappa da non mancare. Sono esposte divise militari, armi da fuoco, equipaggiamenti e medaglie dal Risorgimento alla Seconda Guerra Mondiale. Per elencare tutte le curiosità, servirebbe una giornata intera. D’acchito vengono in mente le divise dell’esercito italiano indossate durate la battaglia di El Alamein, un siluro lungo cinque metri arrivato direttamente dal porto di Taranto dove, durante le Seconda Guerra Mondiale, stavano alla fonda i nostri Mas e una serie di elmetti dell’esercito austro-ungarico. A curare le centinaia di pezzi esposti (anzi, migliaia) ci pensa una gentile quanto risoluta pensionata che risponde al nome di Giuseppina Beccari, vedova di Giuseppe Beccari, il fondatore del museo.

E se la A112 sulla quale furono trucidati Dalla Chiesa ed Emanuela Setti Carraro è arrivata fino a oggi lo si deve a loro due. Un pezzo importante della nostra storia recente è lì, curata con attenzione maniacale, in quel museo della profonda Provincia lombarda. Vista da qualche metro di distanza sembra una A112 come tutte le altre, ma basta avvicinarsi per capire che non è così. I fori dei proiettili nei cristalli e nei sedili, le ammaccature sulla carrozzeria, i fari anteriori sfondati e la lamiera del cofano piegata fanno capire che non è come tutte le altre. In quell’auto, in quell’abitacolo di pochi metri cubi il tempo si è fermato alle 21 e 15 di quel 3 settembre del 1982. Sono passati quasi 40 anni da allora, ma quei buchi fanno ancora male solo a guardarli. Com’era logico che accadesse, subito dopo il duplice omicidio l’auto venne sottoposta a sequestro. A distanza di un anno, i sigilli vennero tolti e siccome l’auto era di proprietà della moglie di Dalla Chiesa, fu la famiglia Setti Carraro a dover decidere cosa farne. A Voghera avevano parecchi legami di amicizia. La mamma di Emanuela, Maria Antonietta, capogruppo delle crocerossine, durante la seconda guerra mondiale aveva salvato la vita a padre Molteni, una figura carismatica in città, e la stessa Emanuela, anche lei crocerossina, frequentava abitualmente la sezione locale della Cri.

Una sera del 1984 in casa Beccari arrivò una telefonata. Il padre di Emanuela sapeva che Giuseppe Beccari si stava dedicando con passione alla creazione di un museo storico e gli propose di prendersi cura di quella A112. Il trasporto della vettura da Palermo fu fatto dalla stessa casa automobilistica e per farla entrare nello spazio espositivo, fu necessario abbattere un pezzo di muro. Poi subito ricostruito per evitare che a qualcuno venisse in mente di rubarla. Ma il pericolo non erano in ladri. A distanza di pochi mesi, infatti, nella cassetta della posta, Giuseppe Beccari trovò un bollettino con la richiesta di pagare il bollo di circolazione: 150 mila lire. Va bene, pensò Beccari, paghiamo. Ma quando dopo qualche anno provò a far presente la situazione, la riposta fu negativa. Nessuno sconto per il generale che aveva sconfitto le Brigate Rosse e che aveva cercato di combattere la Mafia. Nessuno sconto per la crocerossina Emanuela Setti Carraro. Nessuno sconto per Giuseppe Beccari e per la moglie Giuseppina che cercavano di tenere viva la memoria di quei fatti terribili. Qualcuno gli suggerì anche di non pagare, di togliere le targhe e di mettercene due posticce. Ma come si fa a fare una cosa così? Sarebbe come togliere l’identità a una persona.

Cancellare nome e cognome e con loro tutto il suo passato. Non si può. Non si fa. Beccari provò così a denunciare pubblicamente il caso di mala burocrazia e il clamore suscitato dalla vicenda provocò l’interessamento dell’onorevole Mario Borghezio della Lega. Che dopo essersi reso conto di persona dello stato dei fatti, presentò un’interrogazione in Parlamento. L’allora ministro delle Finanze, Ottaviano del Turco, promise che l’auto sarebbe stata esentata. Gli uffici ministeriali si attivarono, venne aperto un fascicolo, la pratica fu avviata, l’iter fece il suo corso e finalmente nella cassetta della posta Giuseppe Beccari trovò una lettera in cui gli si annunciava la lieta notizia: “A far data da oggi l’autovettura Autobianchi A112 Elegant è esente dal pagamento del bollo” diceva la missiva. Solo che la data era quel 2004. Vent’anni esatti dopo che l’auto era entrata far parte della collezione del museo. Adesso, Giuseppina Beccari non paga più bolli. Non deve più lottare contro l’insensibilità che si cela dietro le scartoffie dei ministeri romani. Tuttavia, l’amaro in bocca un po’ resta. I corleonesi uccisero gli occupanti di quella vettura, ma se non fosse stato per l’impegno di una moglie e di un marito della profonda Provincia lombarda, la maledetta burocrazia italiana avrebbe distrutto anche la vettura.

Analizzando oltre 20 anni di dati prodotti dal settore del dating online, gli economisti Josué Ortega dell'Università dell'Essex e Philipp Hergovich dell'Università di Vienna hanno dimostrato che un terzo delle relazioni nasce online. Ma secondo i due professori di economia, il dato sale al 70% quando si restringe il campo a particolari tipo di coppie e tra queste -vi sono anche le coppie in cui è la donna ad essere più grande dell'uomo.

Il fenomeno riguarda un po' tutte le donne dai 35 anni in sù: sono un po' tutte alla ricerca di un toy boy da amare. «Perché le donne di oggi sono emancipate, in carriera, indipendenti e spesso anche single ed alla ricerca di nuove avventure. Non è allora una novità che in molte puntino su partner molto più giovani, così che la loro prestanza le faccia sentire vive» spiega Alex Fantini, ideatore di Cougar Italia  il portale che promuove incontri tra donne 35-50enni e uomini più giovani.

Cougar Italia ha anche realizzato un sondaggio per stilare la classifica degli uomini più sexy nelle preferenze delle italiane. I risultati? Sono proprio gli uomini più giovani a raccogliere -secondo quanto hanno potuto rilevare gli analisti il maggior numero di preferenze da parte delle donne di ogni età.

Al primo posto di questa graduatoria si colloca il bravissimo Lorenzo Richelmy(29 anni) che dal 2014 è protagonista della serie Netflix "Marco Polo", seguito al secondo posto dall'attore britannico Tom Holland (23 anni) che dal 2016 impersona Peter Parker / Spider-Man nel Marvel Cinematic Universe ed al terzo posto dallo statunitense Ansel Elgort (25 anni), ora protagonista insieme a Nicole Kidman del film "Il cardellino" (The Goldfinch) in distribuzione nelle sale italiane ad ottobre prossimo.

Tra gli attori di risonanza internazionale che quest'estate hanno catturato il cuore del pubblico femminile, al quarto posto si colloca Nick Robinson (24 anni). E, poi ancora, è quinto Edoar­do Stra­no (26 anni), un gio­va­ne at­to­re si­ci­lia­no che ha de­but­ta­to per la pri­ma vol­ta al ci­ne­ma nel nuo­vo film di Mar­co Bel­loc­chio "Il tra­di­to­re".

In sesta posizione troviamo quindi il gallese Taron Egerton (29 anni) che in "Kingsman - Secret Service" ha il ruolo del favorito del personaggio interpretato da Colin Firth: il film si rivela un grande successo incassando oltre 400 milioni di dollari. E settimo segue Tye Sheridan (22 anni), che ha debuttato con il film "The Tree of Life"di Terrence Malicke.

Al numero otto della classifica troviamo Daniel Kaluuya(30 anni) che ha recitato sul grande schermo nei film "Johnny English - La rinascita", "Kick-Ass 2" e "Sicario". E chiudono poi la graduatoria, rispettivamente al nono e decimo posto, l'attore franco-statunitense https://www.cougaritalia.com/ (23 anni) che ha esordito sul grande schermo con "Men, Women & Children" e con "Interstellar", e Lucas Hedges (22 anni) che ha avuto ruoli in film molto applauditi in "Manchester by the Sea" e "Lady Bird".

  1. Primo piano
  2. Popolari