Venerdì, 06 Dicembre 2019
Articoli filtrati per data: Giovedì, 01 Agosto 2019

L'Ente regionale per i Servizi all'Agricoltura e alle Foreste (ERSAF), che gestisce per conto di Regione Lombardia il complesso Riccagioia e Riccagioietta, nel Comune di Torrazza Coste (PV), ha dato il via alla manifestazione di interesse per idee progettuali finalizzate alla valorizzazione immobiliare del complesso.

PROMOZIONE TERRITORIALE - "In questa prima fase - dichiara Fabio Rolfi, assessore regionale all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi - vogliamo raccogliere progetti e idee per valorizzare il patrimonio di Riccagioia nell'ottica di una più ampia promozione territoriale. Queste proposte serviranno per calibrare il successivo bando pubblico". "Intendiamo sollecitare il più possibile il territorio a elaborare idee e arrivare a un progetto che rappresenti un valore aggiunto, ma che sia anche sostenibile economicamente - aggiunge l'assessore -. La nuova vocazione di Riccagioia dovrà integrarsi perfettamente con le esigenze dell'Oltrepò, caratterizzato da bellezze paesaggistiche uniche e da una connotazione fortemente agricola". L'invito è rivolto sia a enti pubblici che privati, alle associazioni come alle altre realtà territoriali. 

IN FUTURO CENTRO DI AGRITECH - "Non ci sono particolari vincoli sulle tematiche dei progetti - aggiunge Alessandro Fede Pellone, presidente di ERSAF -, ma pensiamo a idee riguardanti l'agricoltura 4.0, il settore culturale, il turismo enogastronomico e il settore ricettivo. Miriamo a un forte utilizzo dell'innovazione e delle tecnologie digitali, a un progetto dalla certificata valenza scientifica e con una costante presenza umana, finalizzato a rendere il sito uno dei centri di competenza del settore agritech a livello europeo". 

PROGETTI ENTRO IL 31 DICEMBRE - Le proposte dovranno essere presentate entro il 31 dicembre 2019. Un'apposita Commissione tecnica, nominata dal direttore di Ersaf, dopo il termine di scadenza per la presentazione delle manifestazioni di interesse, valuterà le proposte pervenute. Tra i progetti presentati verranno selezionate una o più idee, che costituiranno la base tecnica per l'attivazione di eventuali successive procedure pubbliche finalizzate alla individuazione della migliore soluzione per la valorizzazione, utilizzo e gestione del complesso di Riccagioia. 

Bormioli Pharma ha avviato un importante progetto di ampliamento dello stabilimento di Rivanazzano Terme, con l’obiettivo di trasformarlo in un polo di eccellenza produttiva a livello nazionale per la produzione di packaging farmaceutico in plastica.  Gli investimenti riguarderanno l’espansione della capacità produttiva tramite l’incremento della superficie dello stabilimento al fine di ospitare nuovi macchinari all’avanguardia che porteranno ad un aumento del 35% della produzione e comporteranno l’ottimizzazione dei flussi produttivi, delle materie prime, dei semilavorati e del prodotto finito.  

In particolare, gli investimenti si focalizzano sull’automazione dei processi, con un nuovo sistema di logistica e distribuzione per il reparto di stampaggio, e sull’introduzione di ulteriori macchine per stampaggio a iniezione di ultima generazione. Bormioli Pharma, con questi investimenti, conferma la strategicità del polo di Rivanazzano per il proprio business, con importanti prospettive di crescita professionale per gli oltre 140 dipendenti del sito. A ulteriore riprova di ciò, Bormioli Pharma ha pianificato investimenti sul territorio destinati alla comunità locale, con contributi a supporto delle attività dei centri estivi per ragazzi nel Comune di Rivanazzano e in località Salice Terme e alla realizzazione di strutture di divertimento accessibili, permettendo a tutti i bambini di poter usufruire di uno spazio ludico in un clima di totale sicurezza.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Ritorna a colorare la piazza della Chiesa, per la quinta edizione consecutiva, l’attesa Sagra della Patata bianca di Oriolo. Un’occasione per valorizzare un’eccellenza agroalimentare locale, ma anche per ritrovarsi e riscoprire il valore delle aree periferiche della città. È rinata così questa festa, dopo lunghi anni di oblio, grazie all’impegno e all’interessamento del Comune di Voghera, specialmente attraverso il Presidente del Consiglio Nicola Affronti, dell’Assessore Gianfranco Geremondia e del Consigliere Daniela Galloni, residente proprio nella frazione.

Organizzata dall’Associazione culturale Musica-Mente, la sagra di sabato 31 agosto si aprirà alle 17.30 con una vendita benefica di torte casalinghe, per trovare il suo culmine nella tradizionale “Cena della Patata” .

Non mancheranno, naturalmente, tanti stand gastronomici, artigianali e con i prodotti tipici del territorio, dove poter acquistare la Patata bianca di Oriolo e numerose altre leccornie del vogherese e dell’Oltrepò Pavese. Alle 21.30 inizia invece la serata danzante, con musica e intrattenimento della band Mondi di notte.

La sagra continua anche domenica 1° settembre, in onore di San Bernardo, patrono di Oriolo. Alle 11 la messa presso la chiesa parrocchiale e, nel pomeriggio, in oratorio non mancheranno giochi per bambini e le immancabili torte casalinghe.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari