Mercoledì, 24 Aprile 2019
Articoli filtrati per data: Mercoledì, 10 Aprile 2019
Per la prima volta la sala consiliare del Comune di Voghera ha ospitato la proclamazione di quattordici studenti che hanno conseguito la laurea magistrale in Scienze Tecniche dello Sport e la laurea triennale in Scienze Motorie: Educazione Fisica e Tecnica Sportiva. Prima di oggi (martedì 10 aprile) gli studenti avevano sempre conseguito la laurea nella sede dell'Università a Pavia.
Dalle 9 fino alla 12 sono state discusse le tesi in sala Giunta, dopo di che la proclamazione, alla presenza del Rettore Fabio Rugge e del sindaco di Voghera Carlo Barbieri, è avvenuta in sala Consiglio. 
«La città di Voghera incorona questi nuovi 14 laureati - commenta il Rettore - Questo è un premio che va prima di tutti agli studenti che hanno frequentato i corsi di laurea e quindi alle famiglie e ai parenti che hanno supportato questi giovani. Giovani che ora seguiranno un percorso che li porterà lontano da Voghera dove hanno studiato, ma a loro dico di non dimenticare questa città che gli ha permesso di diventare dottori».
«Nella vita di uno studente la laurea è uno dei traguardi più importanti della vita che segna il punto d'arrivo di un lungo percorso verso l'età adulta e l'ingresso nel mondo del lavoro - sottolinea il sindaco Carlo Barbieri, che per l'occasione oltre ad indossare la fascia tricolore ha vestito anche la toga - per la prima volta in Municipio ho avuto l'onore di proclamare, insieme al Rettore Fabio Rugge che ringrazio per la presenza, le sedute di quattordici studenti. Tra il Comune di Voghera e l'Università degli Studi di Pavia c'è un legame stretto che dura da tempo e proseguirà anche in futuro perché il nostro ateneo è una grande eccellenza del territorio. Per me, docente che per 14 anni ho insegnato all'I.S.E.F. di Torino e di Pavia, è stato un momento di grande soddisfazione e commozione».

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Al Vinitaly, alla presenza del Ministro Centinaio, Vacanze Pavesi lancia la sfida: portare il marchio Aperitivo Oltrepò™ in tutti i locali di Pavia e della provincia prima, d’Italia e del del mondo poi, per sostenere il territorio e valorizzare le sue eccellenze eno-gastronomiche.

“Le teorie di De Coubertain non sono nel mio DNA, se partecipo devo vincere, questa di Aperitivo Oltrepò è una sfida che non dobbiamo pensare impossibile: lo dico da sempre che anche i territori con meno vocazione turistica possono fare la differenza e l’Oltrepò che per troppo tempo è stato considerato la Bella Addormentata, ha le carte vincenti.” Ha commentato il Ministro Gianmarco Centinaio alla presentazione del tour operator pavese che lui stesso ha voluto al Vinitaly allo stand del MIPAAFT, il suo Ministero.

Aperitivo Oltrepò è un marchio registrato di Vacanze Pavesi il tour operator 100% pavese che con “allegra determinazione” sta promuovendo con successo un modo di fare turismo innovativo, fresco, libero su tutta la provincia di Pavia. “Vacanze Pavesi è un’azione di “motivazione” territoriale”: la modalità utilizzata per la promozione dei nostri servizi turistici, dalla visita in cantina in Vespa, al weekend romantico con tuffo in piscina, all’idea regalo per feste di compleanno e lauree, è quella della partecipazione ad eventi, fiere, momenti sociali, in versione anni ‘50, facendo sognare e coinvolgendo territorio, produttori e realtà locali” ha raccontato Elena Giacomotti, CFO di Vacanze Pavesi.

“La gente non si rivolge più ai tour operator perché sono troppo standardizzati, il team Vacanze Pavesi invece ha fantasia, il progetto è bello, affascinante perché ha trovato il modo di legare il vino ai prodotti locali e alle bellezze del territorio. Questo è fare turismo!” ha concluso il Ministro prima di brindare con un calice di bollicine accompagnato ovviamente da un assaggio di Aperitivo Oltrepò cucinato per l’occasione dalla chef executive del ristorante Il Selvatico di Rivanazzano Terme, Piera Spalla.

Aperitivo Oltrepò è una alternativa glamour ed allo stesso tempo allegra, all’ora dell’aperitivo, una sfida vincente per tutto il territorio. Esiste già una bozza di disciplinare che indica cosa Aperitivo Oltrepò debba contenere e come debba essere servito, serve adesso il sostegno dei produttori e quello del Ministero affinchè diventi una sfida non solo possibile, ma vinta.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

"Dalle piazze alle strade, dal centro alla periferia: la nuova Raccolta Differenziata è arrivata anche tra i banchi di scuola. I tecnici del settore Igiene Urbana di Asm Voghera S.p.A., infatti, stanno tenendo un ciclo di lezioni ed incontri negli istituti scolastici del territorio, coinvolgendo le scuole elementari, medie e superiori. Si tratta di un progetto didattico fortemente sponsorizzato dall’Amministratore Unico di Asm, Daniele Bruno, che ha preso parte ad alcuni incontri e ne illustra i contenuti.  Abbiamo pensato a questi appuntamenti in quanto riteniamo che coinvolgere le scuole significhi coinvolgere le future generazioni che dovranno contribuire a migliorare la propria Città ed a viverla ogni giorno.  La raccolta differenziata è un servizio che Asm fornisce alla Città di Voghera ed a diversi Comuni limitrofi con modalità talvolta differenti. Più che il funzionamento della raccolta, quindi, le presentazioni che vengono effettuate agli alunni ed agli studenti vogliono evidenziare sia l’importanza della salvaguardia dell’ambiente per il loro stesso futuro, sia l’importanza di una corretta differenziazione dei rifiuti, per tutelare la Città ed il territorio nel quale si vive. L’obiettivo non è tanto spiegare il funzionamento dei metodi di raccolta, quanto l’importanza del concetto di economia circolare, di recupero e conseguentemente di minor inquinamento. “Spesso si è portati a pensare alla raccolta differenziata dei rifiuti solo come ad un vincolo imposto dall’Unione Europea ed agli eventuali impatti economici di tale modalità di raccolta. Vorremmo invece che ciò che oggi è visto come un impegno, e mi riferisco alla differenziazione dei rifiuti, diventi presto una normale abitudine”. 

Per questo Asm punta molto sulla collaborazione che si è instaurata con gli istituti scolastici vogheresi e dei Comuni limitrofi. “Le lezioni si tengono nelle scuole elementari, medie e superiori ed iniziano con la proiezione di due filmati tematici: uno per gli alunni delle scuole elementari e uno più strutturato sull’ambiente che ci circonda diretto agli studenti delle scuole medie e superiori. Ringrazio i colleghi e i collaboratori che si sono offerti per la realizzazione di tali video. I tecnici del settore Igiene Ambientale insegnano agli alunni ed agli studenti come fare la raccolta differenziata e l’importanza di tanti piccoli gesti per la salvaguardia dell’ambiente.

Abbiamo anche bandito due concorsi a premi sul tema, riservati agli alunni delle Scuole Primarie e Secondarie di primo grado e delle Scuole Secondarie (Superiori), presenti a Voghera, che hanno aderito al progetto didattico; nel primo caso (scuole primarie e secondarie di primo grado) il concorso prevede l’ideazione e la successiva realizzazione di un oggetto utile eseguito con materiale di scarto e di recupero. Nel secondo caso (Scuole Superiori) il concorso prevede l’ideazione e la successiva realizzazione di un elaborato a scelta tra un manifesto e relativo slogan o uno spot video per promuovere la raccolta differenziata a Voghera al fine di evitare anche l’abbandono abusivo e indiscriminato dei materiali, pratica purtroppo ancora diffusa anche nella nostra città. Le scuole vincitrici verranno premiate in occasione della prossima Fiera dell’Ascensione”, conclude Bruno."

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

‘Pesto solidale’ per aiutare i cittadini genovesi colpiti dal crollo del ponte Morandi. Domenica 14 aprile in Piazza del Duomo si svolgerà la manifestazione “Voghera per Genova” a sostegno delle vittime del disastro causato dal crollo del ponte Morandi. La giornata di solidarietà, organizzata dal Rotary Club di Voghera in collaborazione con il Comitato locale della Croce Rossa Italiana, vedrà la presenza dei rappresentanti dei Comuni di Genova e di Voghera, che hanno dato il loro patrocinio. Voghera e Genova, unite storicamente dalla ferrovia e dall'Autostrada, saranno ancora una volta legate attraverso un simbolo genovese: il pesto. La giornata inizierà alle 10 con la degustazione della focaccia, sfornata a Genova un'ora prima, che verrà proposta accompagnata da un cappuccino (secondo il rito ligure) o dall'aperitivo. Poi, in diretta, Mauro Canepa, campione genovese pluripremiato per la preparazione del pesto, dalle 11 alle 12 si esibirà per i vogheresi appassionati di gastronomia in dimostrazioni sul metodo con cui si prepara il vero pesto secondo le antichissime tradizioni liguri partendo dal profumatissimo basilico Dop di Calcagno. Dalle 12 in avanti verrà preparata dai cuochi della Croce Rossa Italiana supervisionati da Mauro Canepa una pasta di trofie con il pesto, accompagnata dal vino dell'Oltrepo. Sarà possibile acquistare il pesto, il basilico Dop di Calcagno, le trofie e per i più piccoli saranno presenti l’associazione Clown di corsia ed è prevista una attività di truccabimbi. Tutto il ricavato, integrato da un contributo del Rotary Club di Voghera, sarà devoluto per l'acquisto di voucher prepagati per servizi medici destinati alle persone colpite dalla tragedia del ponte Morandi. Insieme al Rotary Voghera partecipano a questa giornata di solidarietà la Croce Rossa Italiana, Paolo Calcagno Coltivazione Basilico Genovese DOP, Giorgi wines, Nonna Mary, ASM vendita e servizi, Enaip, Gulliver, Coldiretti, I Clown di Corsia, il Rotary Club Valle Staffora, Pibergroup, Bar Barocco, Ados (Associazione Donne Operate al Seno), Villa Esperia, Merkur, Montelio.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Sabato 13 aprile, alle ore 15, presso la Biblioteca Civica “Paolo Migliora” a Rivanazzano Terme, è in programma la presentazione del progetto “Nati per Leggere”. L’incontro, aperto alle famiglie e ai bambini in età prescolare, sarà l’occasione per promuovere la lettura ad alta voce fin dai primi mesi di vita dei propri figli e per creare un gruppo di lettori e lettrici volontari. L’evento è organizzato dal Consultorio Familiare di Voghera dell’ASST Pavia in collaborazione con Biblioteca di Rivanazzano Terme, nidi “Pupi solari” e “Zucchero filato” del centro termale. Il progetto “Nati per Leggere” è diffuso a livello nazionale, promosso dall'Associazione Culturale Pediatri, dall'Associazione Italiana Biblioteche e dal Centro per la Salute del Bambino onlus e gode del sostegno di numerose istituzioni pubbliche e private. L’obiettivo è la promozione della lettura precoce, rivolta ai bambini dai 6 mesi in poi nella convinzione, supportata da studi scientifici, che la lettura in famiglia faciliti lo sviluppo di abilità cognitive e di relazione e sia un fattore di acquisizione di fiduciosa consapevolezza di sé. “Nati per Leggere” intende promuovere alleanze tra tutti i soggetti che si occupano di infanzia a partire dai genitori, nonni ma anche gli operatori specializzati (educatori, pediatri, biblioteca, ecc.) affinché sia sostenuta la lettura a bassa voce in ambito familiare. A questo scopo Regione Lombardia ha promosso e finanziato la realizzazione dello spot “La sua storia comincia dalle tue parole. Leggere insieme, crescere insieme”, realizzato dagli allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia - Scuola Nazionale di Cinema, a seguito di un Bando di Concorso. Lo spot, prodotto senza alcuno scopo di lucro, ha ricevuto il patrocinio di Pubblicità Progresso.

La Biblioteca Civica “Paolo Migliora” di Rivanazzano Terme è da anni impegnata in iniziative per incentivare i bambini della locale scuola primaria alla lettura e anche per questo motivo ha aderito al progetto del Consultorio Familiare di Voghera dell’ASST Pavia. Per informazioni è possibile contattare la Biblioteca (tel. 0383/91565). I Consultori Famigliari dell’ASST di Pavia sono presidi multi-professionale di prevenzione e assistenza sanitaria-psicologica e sociale all'individuo, alla coppia e alla famiglia nelle diverse fasi della vita. Vi lavorano ginecologi, ostetriche, infermieri, psicologi, assistenti sociali. Le funzioni che vengono espletate dai professionisti sono relative all’accoglienza, all'analisi del bisogno, alla valutazione e presa in carico dei cittadini, con un’attenzione particolare alle situazioni di fragilità. Gli ambiti di attività sono ampi e comprendono accoglienza, adozione nazionale e internazionale, affido Familiare, allattamento, contraccezione, diagnosi precoce dei tumori femminili, sostegno psicologico e/o sociale individuale, di coppia e familiare, gravidanza e nascita, interruzione volontaria di gravidanza, menopausa, consulenza preconcezionale, sessualità, sostegno alla genitorialità, spazio giovani e promozione della salute. I Consultorio Famigliari in provincia sono presenti a Voghera, Casteggio, Broni, Pavia, Cava Manara, Corteolona, Vidigulfo, Vigevano, Garlasco, Mortara e Sannazzaro de’ Burgondi.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Roberto Diana accompagnato dal Violino di Giulia Cartasegna recentemente rientrati da un tour nel Regno Unito (Londra, Nottingham, Belfast ed Irlanda del Nord).

Torna dopo due anni nella provincia di Pavia ad Oriolo - Voghera , Domenica 14 Aprile alle ore 17:00, nella chiesa parrocchiale di Oriolo

L’ultima data, nel 2017 è stata durante la presentazione del suo Album “Raighes Vol 2” presso la Parrocchia del Blues (Godiasco) dove aveva registrato buona parte delle tracce.

Raighes Vol 2 è stato in considerazione per una nomination ai 60th Grammy Awards come miglio Album Strumentale. Ha vinto numerosi premi musicali ottenendo ottime recensioni in tutto il mondo. Ed ha accompagnato Roberto Diana in giro per l’Europa portando le sue Radici dalla Sardegna nel Mondo.

“È un amico, un grande musicista, è stato adottato incondizionatamente dal pubblico de La Parrocchia del Blues – dichiara Giulio Garavana della Parrocchia del Blues - Avevamo nostalgia della sua poetica, pertanto non mancheremo al concerto di domenica 14 aprile nella chiesa parrocchiale di Oriolo a cura dell’appassionata “parrocchiana” Raffaella Fiori.”

Durante il concerto alcune anticipazioni dei brani presenti nei prossimi dischi e singoli in uscita.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Chiara Depaoli, Presidente del Circolo Legambiente Voghera – Oltrepò, scrive ad alcuni sindaci dell'Oltrepò in merito alla sperimentazione nei piccoli comuni della tecnologia 5G. 

5G (acronimo di 5th Generation) indica tecnologie di telefonia mobile di quinta generazione, quindi più potenti di quelli di quarta generazione, che permettono prestazioni e velocità molto più elevate dell'attuale tecnologia 4G/IMT-Advanced. Quindi il 5G è una tecnologia abilitante per le nuove sfide tecnologiche a livello mondiale. Intelligenza artificiale, blockchain, pagamenti digitali e digitalizzazione del paese passano tutte dalla necessità di rendere più performanti le linee di comunicazione. 

Una nuova era, quindi, dominata dalla connessione costante. Un bene? Un male? A questo proposito ecco la lettera di Legambiente Oltrepò Voghera : 

"Al Sig. SINDACO del Comune di Val di Nizza - Franco Campetti Al Sig. SINDACO del Comune di Brallo di Pregola - Christos Chlapanidas Al Sig. COMMISSARIO del Comune di Colli Verdi - Salvatore Gengaro

Oggetto: sperimentazione 5G nei piccoli comuni

Egr. Sig. Sindaco/Commissario, abbiamo letto sulla stampa che 120 piccoli comuni d’Italia saranno i primi sperimentatori dell’esposizione della popolazione alle tre bande della tecnologia 5G, una rete wireless di nuova generazione che renderà possibile le connessioni mobili superveloci. Anche il suo Comune è inserito in tale lista. Non sappiamo se è stato o meno avvisato di tale installazione, ma non risultano comunicazioni in merito da AGCOM o dal Ministero dello Sviluppo Economico. Come Circolo Legambiente Voghera-Oltrepò vorremmo fare presenti alcune preoccupazioni: - il 5G viaggerà su frequenze altissime e mai usate finora, fino a 27,5 GHz (mentre con il 4G si arriva al massimo a 2,6 GHz): un’energia 11 volte superiore, ma che ha una “durata” di viaggio limitata. Queste onde vengono infatti facilmente assorbite dal terreno e sono “riflettenti”, non attraversano i palazzi. Per poter connettere tra loro fino a un milione di oggetti per chilometro quadrato, bisognerà installare migliaia di piccole antenne che rilanceranno il segnale proveniente da un’antenna base più grande; - l’esposizione umana alle onde elettromagnetiche aumenterà in modo esponenziale e i rischi per la salute aumenteranno altrettanto esponenzialmente, favorendo la possibile alterazione del funzionamento delle cellule: la prestigiosa rivista scientifica “Lancet” ha presentato uno studio importante che dimostra gli effetti biologici e sulla salute causati dall’esposizione dell’uomo ai campi elettromagnetici con un aumento “statisticamente rilevante” del numero dei tumori al cervello e al cuore. Anche in Italia l’Istituto Ramazzini di Bologna ha sviluppato la stessa ricerca, giungendo alle medesime conclusioni (https://www.ramazzini.org/comunicato/ripetitori-telefonia-mobilelistituto-ramazzini-comunica-gli-esiti-del-suo-studio/). Circolo Legambiente Voghera-Oltrepò Via Felice Cavallotti 16, 27058 Voghera (PV) 338-2044004 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Vi chiediamo una rapida azione nei confronti delle Autorità competenti perché (almeno) venga discusso l’avvenuto inserimento del vostro territorio nell’elenco dei Comuni “sperimentatori” e un conseguente momento di riflessione. Occorrono, innanzitutto, a nostro avviso, cautela e rispetto del principio di precauzione prima di ogni scelta innovativa di potenziale forte impatto sull’ambiente e sulla salute delle persone. Cordiali saluti.

Voghera, 1/4/2019 Presidente del Circolo Legambiente Voghera – Oltrepò (Chiara Depaoli)"

Se da una parte per la cantina Terre d’Oltrepò è tempo di bilanci positivi sul Vinitaly, dall’altra guarda all’operatività. In questi giorni è stato deliberato ed accreditato il secondo acconto economico a favore dei soci relativo alla vendemmia del 2018.

“Il Cda – spiega Andrea Giorgi, presidente del colosso vitivinicolo che accorpa le cantine di Broni, di Casteggio ed il marchio La Versa – ha deliberato lo scorso 3 aprile, tra le altre cose, il secondo acconto della vendemmia dello scorso anno. Lo stesso, voglio ricordare, è stato già accreditato nella giornata di martedì, nonostante le difficoltà causate dal nuovo adempimento della fatturazione elettronica. Un sistema particolarmente gravoso per la cantina stessa vista la mole di fatture da emettere in un unico momento. Nonostante ciò, ritengo questo momento un passaggio importante che vuole dimostrare la vicinanza dell’azienda ai quasi 700 soci che sono l’ossatura portante della nostra realtà. Gli sforzi di questo ultimo anno, il rilancio del marchio La Versa e di un prodotto come il Testarossa vogliono andare proprio in questa direzione. Quella di tutelare i soci ed il loro lavoro”. Nel frattempo cala il sipario anche sul Vinitaly 2019 dove Terre d’Oltrepò era presente, nel padiglione Lombardia, con lo stand TDO e La Versa.

“Sono soddisfattissimo del lavoro svolto – spiega Giorgi – Ai nostri stand si sono avvicinati operatori del settore, appassionati qualificati e wine lovers a dimostrazione della qualità messa in campo dai nostri prodotti. L’attenzione maggiore l’ha ovviamente catalizzata il Testarossa 2015, prodotto iconico della nostra terra e della spumantistica italiana che abbiamo presentato, domenica scorsa, nella sala polivalente del padiglione Lombardia. La couvèe ha avvicinato italiani e stranieri e la stampa specializzata che ha visto in questo vino, un prodotto utile al rilancio del territorio oltrepadano. Anche il mondo della politica si è soffermato allo stand capendo appieno il senso di questo rilancio. Ritengo, come ho avuto già modo di dire in più di un’occasione, che il Testarossa 2015 non è solo lo spumante di ottima qualità contenuto nella bottiglia, ma molto di più. Siamo convinti che abbia una valenza sociale, profonda, quasi sentimentale. Permette al consumatore di partecipare direttamente ad un progetto di rilancio, rivolto non solo a La Versa, ma a un intero territorio”. Terre d’Oltrepò si è presenta al Vinitaly 2019 puntando anche su alcuni prodotti che rappresentano l’essenza del territorio oltrepadano. In primis il Pinot Nero, declinato in tutte le sue forme, poi la Bonarda che è forse massima espressione dell’Oltrepò Pavese. Infine Riesling e Buttafuoco. Nel 2018 la cantina ha lavorato circa 500mila quintali di uva, il 97% proveniente da soci conferitori a dimostrazione del ruolo anche sociale che mette in campo in Oltrepò Pavese. Il Vinitaly 2019 è stata anche l’occasione per fare il punto sul mercato.

“Nel 2018 abbiamo aumentato considerevolmente le vendite rispetto all’anno precedente – spiega il direttore TDO, Marco Stenico - Questo incremento evidenzia che le strategie commerciali e di marketing messe in atto dalla cantina hanno dato i loro frutti, strategie che mirano alla penetrazione capillare del mercato. Sia in Italia, sia all’estero. I nostri paesi stranieri di riferimento sono prevalentemente gli Stati Uniti d’America e l’Europa centrale. Negli ultimi mesi abbiamo anche rafforzato la rete vendite in Austria ed in Germania. Questa operazione la stiamo attuando anche negli Usa con l’obiettivo di avere più profondità di gamma. Per quanto riguarda il Testarossa 2015 La Versa, abbiamo individuato come canale quello della ristorazione dove si posiziona come prodotto top di gamma”.  

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

L'Amministrazione comunale di Voghera ha inaugurato i giardini riqualificati antistanti l'ex Caserma, tra Piazza Meardi e l'ingresso della biblioteca. Le opere sono state inserite nel programma ATTRACT, con un importante contributo di Regione Lombardia. I lavori hanno riguardato la realizzazione di un'area verde e il completamento della viabilità pedonale per garantire la sicurezza dei pedoni; si è inoltre provveduto ad installare una nuova illuminazione per valorizzare il vicino parco e la ex Caserma. L'intervento è costato circa 90 mila euro, in buona parte erogato dalla Regione. Diverse le finalità dell'intervento: migliorare le aree candidate al bando ATTRACT di proprietà pubblica, valorizzare le proposte insediative e incentivare nuovi insediamenti, mettere in sicurezza le aree che circondano le proposte insediative dell’ex caserma al fine di agevolare il transito pedonale. L’esigenza della messa in sicurezza nasce anche dal fatto che i tre poli dell’ex caserma abbiano una destinazione turistico-ricettiva e si trovino nel centro cittadino.

"Una delle prime opere infrastrutturali inaugurate nel 2019 - spiega il sindaco Carlo Barbieri - un lavoro importante che dà continuità ad un camminamento che si trova davanti ad un nostro edificio storico come la caserma e consente ai cittadini di poter passeggiare in sicurezza. Con volontà abbia voluto quest’opera, grazie al bando Attract di Regione Lombardia che è stato pensato per attirare nuove imprese. La caserma è un edificio a disposizione per nuove attività, confidiamo ci possa essere un interessamento».

«Il Piano Attract - commenta l'Assessore Marina Azzaretti - ha previsto anche l'inserimento di tre lotti della ex Caserma, che sono divenute aree cedibili a imprese mediante vendita o affitto. L'azione sulla Caserma potrà essere propedeutica allo sviluppo di nuove attività. Grazie al progetto si fornirà anche un servizio significativo di front-office rivolto agli imprenditori per snellire costi e tempistiche. L’impegno è stato notevole, ma abbiamo ottenuto un importante risultato per la nostra città che potrà, se debitamente sfruttato, essere volano di nuove opportunità di sviluppo economico».

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

 Il Consorzio Tutela Vini dell’Oltrepò Pavese lancia al Vinitaly una importante azione di comunicazione proseguendo nella sua corsa a tappe di forte impatto mediatico e di tecnicità (i lavori dei Tavoli di denominazione appuntamento domani a Lombardia Vinitaly) secondo un Progetto che punta al rilancio del mondo vitivinicolo e non solo dell'Oltrepò. Un progetto condiviso e sostenuto da Consorzio, Regione Lombardia, Ersaf e Unioncamere che hanno scelto di dare proprio a Vinitaly la notizia della partnership con la Carovana del Giro d'Italia 2019. Nella sala conferenze di Padiglione Lombardia Vinitaly, il vice direttore de La Gazzetta dello Sport, Pier Bergonzi, fondatore di Gazzagolosa 'finestra' enogastronomica che segue ogni giorno l'andamento del Giro per tre settimane quotidiane, ha annunciato con il vice presidente del Consorzio Luca Bellani, il percorso condiviso per un rilancio dell'Oltrepò attraverso la vetrina della Corsa Rosa.  

"Il brand Oltrepò sulle strade del Giro lancerà un messaggio chiave recuperando una storia di passione che era ed è ben presente anche nel mondo del ciclismo" ha detto Pier Bergonzi, vice direttore de La Gazzetta dello Sport". Una storia di recupero di passione e di amore per il territorio e una storia di numeri. I numeri impressionanti di cui si fa forte la vetrina della Carovana del Giro e i numeri dell'Oltrepò del vino sottolineati da Luca Bellani che ha detto fra l'altro: "Per usare una metafora ciclistica siamo in Oltrepò gente a cui piace fare fatica, anche in salita, anche a tappe, puntiamo a riconquistare la maglia rosa del mondo del vino, forti del valore di un prodotto di qualità che vuole fare conoscere sempre di più e come si deve il nostro Pinot Nero sia nella versione bollicine metodo classico sia nella versione in rosso. E poi Bonarda, vino bandiera, e Riesling bianco del territorio che ha una storia ultracentenaria, insomma il nostro territorio ha tanto da dare e comunicare. Come detto le sfide a tappe ci piacciono molto, e ci piace anche questa che parte in un contesto nazionale, sulle strade italiane, ma che sappiamo ha una ricaduta internazionale ovvero la dimensione di oggi del Giro".

Allo stand del Consorzio Oltrepò è arrivato a brindare anche il direttore del Giro d'Italia Mauro Vegni, in compagnia del grande esperto e comunicatore Luca Gardini. Vegni ha sottolineato come "Il Giro vuole sempre di più legarsi al territorio e ai suoi prodotti, lo fa da qualche anno sempre di più anche con le Wine Stages, lo fa recuperando storie e stringendo sinergie che promuovono le nostre eccellenze anche quelle che salgono in... Carovana. Ben venga il ritorno dell'Oltrepò al Giro con la Carovana Rosa, un ritorno che ha un futuro. Ci fa piacere constatare che l'attaccamento al Giro non ha tempo e rimane un legame forte e duraturo". Armonie d'Oltrepò è il claim che viaggerà in Carovana al Giro 2019 il leit motiv studiato per il Vinitaly 2019. Armonie d'Oltrepò saranno da mettere in mostra, dopo la più grande rassegna al mondo dedicata al vino e al vino made in Italy, anche sulle strade del Giro 102.

Le stesse armonie, sinuose, morbide, collinari sono dunque attese dal Giro d'Italia edizione 2019, evento che vede il Consorzio Vini Oltrepò sponsor ufficiale della Carovana del Giro e la notizia viene annunciata proprio a Verona, nella sala conferenze di Lombardia Vinitaly, padiglione dedicato alle eccellenze della Lombardia. Rcs Sport, La Gazzetta dello Sport e il team che organizza e promuove la Carovana del Giro hanno dunque annunciato e brindato a questa partecipazione, vetrina mondiale vitivinicola, voluta proprio al Vinitaly da Consorzio Oltrepò insieme con Regione Lombardia, Unioncamere, Ersaf. Una sponsorship che ha un significato speciale anche per il territorio dell'Oltrepò che punta a farsi conoscere attraverso la sua tipica cultura eno-gastronomica. "Stappando la partecipazione alla Carovana del Giro 102, - ha detto il presidente del Consorzio Oltrepò Luigi Gatti - il Consorzio Oltrepò Vini brinda ad una antica e moderna passione, rinnova un legame con la bicicletta che fa parte della storia e del futuro di questa terra di Lombardia e ritrova i valori comuni, di fatica e di innovazione – la spinta verso nuovi traguardi – che animano una importante operazione di comunicazione di rilancio dell'Oltrepò del vino."  La partecipazione alla Carovana Rosa sarà con un mezzo colorato e allegro, portavoce di messaggi che raccontano una terra del vino, distribuendo materiali e informazioni: "Il mezzo per il Consorzio Vino Oltrepò al seguito del Giro d'Italia, fra i 25 presenti alla folkloristica Carovana Pubblicitaria, sarà una straordinaria occasione di comunicazione nazionale ed internazionale del territorio vitivinicolo dell'Oltrepò Pavese – dichiarano Luigi Gatti e Luca Bellani, presidente e vice presidente del Consorzio – Raggiungeremo la gente anche con messaggi "pop" per proseguire nel rilancio dell'Oltrepò vitivinicolo e promuovere una nuova immagine di uno dei più importanti e storici territori del vino in Lombardia". 
Ogni giorno messaggi, quiz sampling e contatti diretti on the road - sulle strade della corsa a tappe più popolare del mondo - il Giro - con un coinvolgimento emotivo forte e anche internazionale, con le sinergie di RCS Sport, La Gazzetta dello Sport, Gazzagolosa e le testate collegate del gruppo che organizza il Giro d'Italia da più di 100 anni.

CON LA CAROVANA DEL GIRO.

La Carovana del Giro d'Italia è un progetto di entertainment, promozione e visibilità indirizzato ai partner commerciali e ai comuni presenti lungo il percorso del Giro d'Italia. È una festa che coinvolge sul territorio in modo capillare un audience di potenziali consumatori nelle ore precedenti il passaggio della corsa rosa. I comuni di sosta vengono contattati preventivamente dall'organizzazione del Giro, di modo da potersi coordinare con la chiusura delle scuole e la comunicazione alla cittadinanza del passaggio dei mezzi. 

110 SOSTE in Comuni di tutta Italia – Sono i momenti dedicati all'intrattenimento

e all'attività di sampling (in aggiunta a partenza e arrivo di tappa).
1.500.000 di gadget distribuiti al pubblico durante il Giro. 

200.000 KM DI ESPOSIZIONE DEL BRAND CONSORZIO OLTREPO'

2.000 sono le persone coinvolte sul luogo ad ogni sosta (potenziali)

3 sono le settimane di questo speciale Road Show in rosa

200.000 unità potenziale di sampling sull'intero Giro 

contatti live*: nel 2018 la carovana viene seguita live da:

10 milioni di persone di cui:

1.600.000 NELL'AREA DI PARTENZA

6.600.000 PERSONE SUL PERCORSO

1.800.000 NELL'AREA DI ARRIVO

contatti on line: dal 2016 la carovana pubblicitaria ha un nuova identità on line e presidia le seguenti aree di comunicazione digital:
fb 21.874 fan PAGINA CAROVANA

Instagram 4.000 FOLLOWERS

IL PROGRAMMA DELLA CAROVANA ROSA 
A CUI PARTECIPA CONSORZIO OLTREPÒ


ORE 7.30/ 8.00 RITROVO

Al raduno di partenza presso il parcheggio riservato alla Carovana

ORE 10.00 attività area di partenza

Coreografia e distribuzione gadget con regia audio unificata. Musica e animazione al PODIO FIRMA

Dalle ORE 10.00 alle ore 15.30 percorso

Soste lungo il percorso.

Ogni sosta dura circa 10 minuti, organizzati come segue:

> COREOGRAFIA DELLA SIGLA DELLA CAROVANA

> DISTRIBUZIONE GADGET

> MOMENTO ISTITUZIONALE NELLE SOSTE UFFICIALI (Saluto e premiazione delle istituzioni locali sul Truck)

> FOTO CON LA CITTADINANZA

ORE16.00 attività area di ARRIVO

Coreografia e distribuzione gadget

Sulla linea di arrivo

  1. Primo piano
  2. Popolari