Lunedì, 22 Aprile 2019
Articoli filtrati per data: Venerdì, 07 Dicembre 2018

Lunedì 10 dicembre dalle ore 19:30  presso la Sala Zonca di Voghera ci sarà l’incontro con Alex Orlowski dal tema “Social Network e Comunicazione Politica”,  Organizzato da Circolo Culturale "Il Vogherese"

Il suo nome è noto, in ambito internazionale, come creativo e regista di numerosi videoclip musicali e spot pubblicitari, insigniti da numerosi premi di settore.

E' fondatore e presidente di Water on Mars, un’agenzia specializzata in strategia e contenuti creativi per i social media che opera a livello internazionale. La lunga esperienza lo ha portato ad approfondire il fenomeno della viralizzazione dei video sui social media e a capire come, attraverso la condivisione di particolari contenuti e un utilizzo ragionato dei social, sia oggi possibile modificare l’opinione di masse di persone.

Ha quindi pensato di trasferire le sue grandi conoscenze sui video virali nel campo della comunicazione politica ed è diventato uno dei maggiori esperti italiani di marketing politico online. Ha seguito, come esperto social, elezioni municipali di città con oltre 10 milioni di abitanti e lavorato per candidati a campagne presidenziali all’estero.

In questi anni ha inoltre sviluppato un tool di Big Data Analytics che permette di monitorare le reti sociali e qualunque informazione o commento che si incontri sul web. Incrociando tra loro le informazioni raccolte e analizzando il sentiment in tempo reale, è possibile creare strategie e contenuti creativi più efficaci.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Nuovo traguardo di inclusione messo a segno nell’ambito della rete Agricoltura Sociale di Pavia che aggiunge un ulteriore tassello di soddisfazione al suo percorso impegnato sul fronte della valorizzazione delle persone. La rete territoriale aderisce a quella regionale di Agricoltura Sociale Lombardia che secondo l’ultimo report registra 1.967 persone con svantaggio che hanno trovato un’opportunità di riscatto, di queste 1.096 sono disabili e coinvolte a vario titolo nelle attività agricole.

A rappresentare la recente testimonianza all’insegna del riscatto sociale è il progetto “Orti Sociali di Voghera”  che ha attivato una stretta e virtuosa collaborazione con il Centro Diurno Disabili di Voghera. Da questa sinergia è nato l’intento di coinvolgere cinque giovani con disabilità intellettiva e motoria in un’attività di orto sociale. Un’esperienza partita a metà ottobre 2018 e che ha maturato importanti risultati come conferma Elisa Castelli, una delle referenti del progetto oltre che educatrice del centro gestito dalla cooperativa onlus Marta: “Abbiamo ideato questa iniziativa formativa con un obiettivo ben chiaro: volevamo portare i ragazzi fuori dalle mura protettive e abitudinarie del centro per metterli a contatto con qualcosa di nuovo. Desideravamo trasmettere loro la percezione di non essere più solo dei fruitori di aiuto ma di poter diventare loro stessi dei portatori di una vera e propria “cura” nei confronti di qualcosa che ha bisogno di essere seguito con motivazione, attenzione e pazienza. Nell’orto imparano che bisogna seminare bene ora per raccogliere frutti più avanti”.

Un’altra bella esperienza agli Orti Sociali di Voghera - evidenzia Moreno Baggini, responsabile del progetto omonimo e coordinatore del territorio pavese per la rete ASL - Si tratta di un modello di intervento innovativo studiato dal CDD di Voghera che recupera l'elemento storicamente inclusivo che è innato in agricoltura e che spesso garantisce ottimi risultati dal punto di vista terapeutico e del reinserimento sociale. Grazie alle educatrici del CDD e all'orto-terapista Emanuele Carcò i ragazzi coinvolti stanno avendo opportunità per fare le loro prime esperienze di lavoro e sana vita di gruppo ma anche e soprattutto esperienze di vita e crescita personale”. 

I giovani coinvolti - di età compresa tra i 30 e i 35 anni, di cui quattro ragazzi e una ragazza - in passato hanno già maturato esperienze di cura delle piante nell’ambito del servizio del centro. Ora si tratta di una vera e propria esperienza formativa che una volta a settimana, per circa due ore, permette loro di imparare i rudimenti del mestiere grazie alla guida dell’orto-terapista della fattoria Baggini. Vengono utilizzati diversi attrezzi, tranne gli strumenti a motore, ed eseguite operazioni che richiedono concentrazione. Un’esperienza che ha destato gratificazione ed entusiasmo negli stessi ragazzi, come testimoniano le loro parole. “All’orto mi diverto con Riccardo che mi insegna cosa fare” racconta ad esempio Alessandro che partecipa all’attività. “Andare a lavorare con i miei compagni è bello” commenta Luca. “Mi piace molto fare l’orto e raccogliere le verdure, oggi ho portato a casa i finocchi” sottolinea Alberto. “È bello prendersi cura di qualcosa… poi lo mangi e sei contenta!” riflette Chiara.

Il percorso attivato nell’ambito del progetto “Orti Sociali di Voghera” ha inoltre permesso di scardinare diversi luoghi comuni sulla disabilità, in particolare intellettiva, dando dimostrazione che l’inclusione rivela abilità nascoste. “I benefici sono riscontrabili a vari livelli – sottolinea Elisa Castelli - Dal punto di vista relazionale ci si confronta con gli altri e si impara a lavorare insieme rispettando i ritmi della natura. Il lavoro permette anche di acquisire autonomia e maggior responsabilizzazione in un contesto con ritmi tranquilli e adatti a questo tipo di disabilità. Inoltre la metodologia iniziale, strutturata ad imitazione delle tecniche proposte dall’orto-terapista, favorisce l’acquisizione di competenze e stimola la memoria potenziando l’aspetto cognitivo e riducendo nettamente le stereotipie che spesso assorbono i nostri utenti. Il contatto con la natura, i suoi cambiamenti e ritmi, migliora la percezione di se stessi”.

L’attività nell’orto sociale è riuscita anche a mettere ko uno stereotipo difficile da scardinare e riguardante la disabilità mentale, come evidenzia Elisa Castelli: “La nostra esperienza di agricoltura sociale ci ha dimostrato che queste persone non sono bambini ma adulti con possibilità di confrontarsi con nuove realtà e persone. Siamo stati molto fortunati a trovare un ambiente piacevole e accogliente che li rende sereni e appagati. Il lavoro agricolo è davvero terapeutico: svela abilità”.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

L'introduzione, dal 1 Agosto scorso, delle nuove tariffe di utilizzo dell'Autoporto di Voghera ha comportato, nell'arco dei primi tre mesi dall’introduzione di tali modifiche, un notevole aumento dell'utilizzo della struttura, sia in termini di sottoscrizione di abbonamenti, sia per quanto riguarda il parcheggio occasionale del veicolo. 

Molti pendolari hanno deciso di sottoscrivere i nuovi abbonamenti annuali e semestrali che oltre ad un risparmio economico consentono una più efficiente gestione del tempo.

Anche le soste orarie hanno visto un netto incremento; soprattutto tra gli studenti e i viaggiatori occasionali che non sempre necessitano di un abbonamento, la possibilità di lasciare l’auto dal mattino alla sera con soli 2 euro (tariffa per soste fino a 12 ore) ha rappresentato un incentivo all’utilizzo della struttura. 

L'Amministratore Unico di Asm Voghera Spa, Daniele Bruno, esprime soddisfazione per i primi dati che emergono dopo l'applicazione delle nuove tariffe dell'Autoporto; dati che, a fronte di un più consistente utilizzo della struttura, hanno comportato un aumento del fatturato del 20% circa rispetto al corrispettivo trimestre dello scorso anno. 

“Ci fa piacere il positivo accoglimento delle nuove tariffe da parte dell’utenza; al di là dei buoni impatti economici ciò che più ci soddisfa è aver reso l’autoporto una struttura sempre più fruibile ai cittadini. Il nostro obiettivo è quello di far si che l'Autoporto sia sempre di più un punto di riferimento per la città, da poter utilizzare con convenienza e in assoluta sicurezza. E proprio per accrescere la percezione di sicurezza e migliorare il servizio agli utenti abbiamo anche deciso di prolungare l’orario di apertura dello sportello fino alle 20,30, soprattutto a vantaggio di chi rientra un po’ più tardi dal lavoro.”   

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

   

Sconti a circa 350 famiglie sulle tariffe annuali per la frequenza agli asili nido privati accreditati e alle scuole dell’infanzia paritarie. La Giunta Comunale di Voghera,  ha approvato il riparto delle risorse del Fondo Nazionale per il sistema integrato dei servizi di educazione e istruzione dalla nascita sino a sei anni (annualità 2017), in attuazione del D. Lgs. n. 65/2017 e della D.G.R. n. 7404/2017. Circa 350 famiglie con bambini che frequentano gli asili nido privati accreditati e le scuole dell’infanzia paritarie godranno degli sconti.

 I fondi destinati agli asili nido privati accreditati e alle scuole dell’infanzia paritarie verranno erogati a seguito dell’approvazione di una convenzione che prevede la riduzione dell’impegno economico delle famiglie alle spese di funzionamento dei servizi educativi per l’infanzia. Il finanziamento è utilizzato per la riduzione della retta di frequenza a carico delle famiglie in misura di 100 euro annui per ogni bambino iscritto e frequentante nel corso dell’anno scolastico 2018/19 negli asili nido e scuola dell’Infanzia.

La riduzione per la retta di frequenza per la Sezione sperimentale Primavera (che accoglie bambini dall’età dai 2 ai 3 anni) è di 290 euro. Il finanziamento destinato al Comune di Voghera è di 121.118,49 euro relativo al consolidamento, l’ampliamento, la qualificazione del sistema integrato di educazione e istruzione e al sostegno degli interventi degli Enti Locali nella gestione dei servizi educativi per l’infanzia e delle scuole dell’infanzia. Il riparto è stato effettuato tenendo conto dei parametri indicati da Regione Lombardia: 30% del fondo per tutti i bambini residenti a Voghera da 0 a 6 anni, 50% solo agli asili nido, 15% scuole paritarie, 5% sezione primavera.

Riparto fondi

Prima infanzia (Asili Nido)

 

Asili nido Comunali accreditati Gavina, Pombio

€ 69.135,60

Asilo nido accreditato Cairoli

€ 5.627,20

Asilo nido accreditato L’angolo dei bambini

€ 3.094,96

Paritarie (Scuole dell’infanzia)

 

Istituto Sacra Famiglia

€ 9.988,28

Istituto Santa Caterina

€ 9.566,24

Asilo infantile Monumento ai caduti

€ 2.813,60

Il Mondo dei Bambini

€ 6.330,60

Cairoli

€ 9.284,88

Sezioni Primavera

 

Sezione Primavera Pontevecchio (IC Via Marsala)

€ 5.275,07

Credendo fortemente nel ruolo di aggregazione e di crescita del ciclismo amatoriale che hanno le squadre, l’Asd Sant’Angelo ha deciso di istituire il "Trofeo santangiolino", che intende proprio premiare la partecipazione dei team alle granfondo santangioline.

Si tratta di un trofeo che al termine della stagione darà un riconoscimento alle prime cinque squadre per numero di iscritti complessivi alle tre granfondo organizzate dalla società santangiolina: Granfondo Valtidone, Granfondo Ti-Rex del Penice e Granfondo di Casteggio.

Non sarà necessario iscriversi in una soluzione unica come team e nemmeno a tutte e tre le prove, anche se l’iscrizione in combinata all’intero trittico è quella più vantaggiosa e che maggiormente contribuisce ad accrescere le possibilità per la squadra di fare classifica. Questa sarà aggiornata e pubblicata dopo ciascun evento e terrà conto degli iscritti di ogni squadra.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Caterina Grimaldi Consigliere comunale del Movimento 5 Stelle di Voghera dichiara : "La crisi di maggioranza e l’incapacità dell’amministrazione di “governare” ASM e la città non si combatte con i giochetti in aula consiliare, ma con la Politica. Sono stupita dagli attacchi ricevuti dal PD e soprattutto dalla Lega relativi alla mia decisione di non uscire dall’aula, durante il Consiglio Comunale del 29/11 u.s., e far mancare il numero legale, solo per evidenziare le assenza (vere o presunte) di alcuni consiglieri della maggioranza. Questa è una pratica che faccio mal volentieri. Il Consiglio Comunale, dove si discute e decide della vita dei nostri concittadini e della nostra città, viene prima di ogni ”giochetto”. Per me sono più importanti le interrogazioni e le delibere che devono essere discusse e votate e credo fortemente che l’azione di contrasto alle scelte sbagliate dell’amministrazione Barbieri su temi delicati quali la sana gestione di ASM, debba avvenire in Consiglio Comunale, con gli strumenti che ci mettono a disposizione lo Statuto Comunale e i vari Regolamenti Consiliari. Abbiamo a disposizione, la possibilità di fare interrogazioni, delibere, emendamenti, abbiamo la possibilità di fare sentire con forza la nostra contrarietà allo scempio di ASM e al disastro bollettazione dei consumi. I nostri cittadini e soprattutto gli elettori del M5S preferiscono la discussione e la Politica. Non i giochetti d’aula. Rispedisco al mittente al Consigliere leghista Albini - che prima si fa eleggere in maggioranza per poi passare all’opposizione e magari poi ritrovarcelo ancora candidato con il solito centro destra fra qualche anno - ogni mio coinvolgimento con la maggioranza del Sindaco Barbieri, che contrasterò in ogni luogo e in ogni momento, ma sempre con il rispetto del ruolo che ho l’onore di ricoprire. In quanto al PD scelgano pure di uscire dall’aula tutte le volte che desiderano, spesso non se ne sente la mancanza, ma lascino la libertà a chi è democraticamente eletto di scegliere quali strumenti utilizzare per svolgere il proprio ruolo di consigliere comunale. In quanto alle assenze della maggioranza consiliare, è evidente che ci sono grossi dissapori, ma che non si riferiscono evidentemente a come è mal gestita la nostra Azienda di servizi, ma solo alla volontà di sostituire dirigenti con altri dirigenti, in base a logiche interne di spartizione delle poltrone. Il bene di ASM interessa a pochi - conclude la Grimaldi - altrimenti, in maggioranza, le voci si sarebbero sentite e le azioni si sarebbero viste." 

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Il nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti arriva anche nel Quartiere Centro, a completare così tutto il servizio nel territorio comunale di Voghera. A partire dal prossimo 17 dicembre anche i residenti e gli esercizi commerciali del Quartiere centro dovranno conferire tutti i rifiuti (ad eccezione della carta e del cartone per il quale rimarrà attivo il servizio porta a porta) nei nuovi cassonetti stradali che sono stati posizionati dal settore Igiene Urbana. Nel caso in cui qualche residente non abbia ancora il kit per la raccolta comprensivo di tessere magnetiche può recarsi a ritirarlo presso l’apposito ufficio (Infopoint), in via Gramsci 1 (Ex Caserma di Cavalleria) dal lunedi al sabato, dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Stando alle parole dell'assessore regionale al Welfare il pronto soccorso dell'ospedale di Varzi non corre alcun rischio di essere chiuso. I nuovi spazi dell'Ospedale varzese con l'attivazione di 10 nuovi posti letto fanno parte di una riorganizzazione che prevede lo sviluppo della telemedicina per la realizzazione di soluzioni integrate e innovative che possano fungere da supporto alla rete di offerta ospedaliera. Codacons: "Il pronto soccorso di Varzi non deve chiudere, si tratta di un presidio di importanza vitale per il territorio. Vigileremo affinchè alle parole dell'assessore seguano i fatti".

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari