Mercoledì, 19 Febbraio 2020

BRESSANA BOTTARONE - NELL'ARIA DI PREGIO NATURALISTICA SPUNTA UNA DISCARICA ABUSIVA. “INDISPENSABILE IL CONTRIBUTO DEI CITTADINI CHE HANNO SEGNALATO ALLE AUTORITÀ COMPETENTI”

Su segnalazione delle GEV (Guardie ecologiche volontarie) e di alcuni privati cittadini residenti in zona i Carabinieri della stazione forestale di Pavia e Mortara hanno effettuato un sopralluogo a Bressana Bottarone rinvenendo, nella sede operativa di una società che si occupa della produzione e commercializzazione di materia plastiche, una discarica a cielo aperto in un'area di elevato pregio naturalistico. Sono stati posti sotto sequestro circa mille metri cubi di rifiuti vari: terre e rocce di scavo, traversine di cemento, ferro e miscele bituminose, materiale plastico aziendale, pneumatici fuori uso e cemento di scarto-demolizione. Il tutto abbandonato sul terreno, all'aperto, in una vasta area di circa 900 metri quadrati, in parte identificata dal Pgt vigente del Comune di Bressana Bottarone come "area ad elevato contenuto naturalistico", di proprietà della stessa società oggetto del sopralluogo. Denunciato in stato di libertà, per il reato di inquinamento ambientale, il responsabile della società proprietaria dell'area. Informata l'autorità giudiziaria competente, proseguono gli accertamenti sulla provenienza di tutti quei rifiuti, in attesa delle disposizioni sulla bonifica dell'area, che ovviamente sarà a carico della stessa società proprietaria. Codacons: "Si tratta di un rinvenimento di particolare importanza sia per le dimensioni della discarica che per l'area in cui si trova. Ancora una volta indispensabile il contributo dei privati cittadini che hanno segnalato alle Autorità competenti il fatto. Invitiamo tutta la cittadinanza ad inviare segnalazioni e richiedere informazioni direttamente al Codacons, associazione che per finalità statutaria si occupa della difesa dell'ambiente e dell'ecosistema."

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

  1. Primo piano
  2. Popolari