Lunedì, 14 Ottobre 2019

OLTREPÒ PAVESE - RIMBORSO DEI DANNI AI VEICOLI DEI CITTADINI DERIVATI DA COLLISIONE CON FAUNA SELVATICA

I cittadini i cui veicoli in circolazione nel territorio di Regione Lombardia su strade statali, regionali, provinciali e comunali, che abbiano subito un danno a seguito di collisione/investimento con fauna selvatica possono presentare domanda di rimborso del danno subito. Periodo di validità 01.01.2017 – 31.12.2019.

In analogia a quanto in uso presso altre Regioni, la presente copertura indennitaria (Kasko), deve intendersi operante in presenza di rinuncia - da parte del cittadino danneggiato e/o dei suoi eredi legittimi e/o testamentari - di ogni azione civile e di ogni ulteriore richiesta di rimborso danni nei confronti della Pubblica Amministrazione (vedi fac-simile dichiarazione).

La presente copertura indennitaria si applica ai cittadini i cui veicoli in circolazione nel territorio di Regione Lombardia su strade statali, regionali, provinciali e comunali, abbiano subito un danno a seguito della collisione con fauna selvatica selvatica (mammiferi e uccelli selvatici dei quali esistono popolazioni viventi, stabilmente o temporaneamente, in stato di naturale libertà nel territorio regionale, con esclusione dei cani randagi. A titolo esemplificativo e non esaustivo, devono intendersi ricompresi nella definizione: cervi, camosci, mufloni, daini, cinghiali, stambecchi, caprioli, orsi, volpi, tassi, lepri, nutrie e fagiani).

Sono escluse dalla presente procedura le strade in concessione, quali ad esempio autostrade, tangenziali protette, a pagamento in generale.

Il cittadino deve denunciare l'incidente (sinistro) utilizzando il fac-simile allegato (modello denuncia kasko)

La domanda dovrà essere presentata entro 30 giorni dal verificarsi dell'incidente.

Al modello di denuncia occorre allegare la seguente documentazione:

  • Attestazione di aver o non aver beneficiato di altri rimborsi assicurativi o privati per i danni che formano oggetto della domanda di indennizzo e dichiarazione di rinuncia all'azione civile e di risarcimento danni nei confronti della Pubblica Amministrazione, nonché dei dipendenti della medesima. (vedi modello dichiarazione )
  • Verbale delle Autorità, se intervenute
  • Eventuali testimonianze corredate da fotocopia fronte / retro del documento d'identità (in corso di validità) e del codice fiscale
  • Fotografie a colori con targa visibile che documentino il danno subito
  • Fattura e/o preventivo di riparazione del danno
  • Fotocopia fronte / retro della patente di guida del conducente
  • Fotocopia fronte / retro del libretto di circolazione del veicolo
  • Fotocopia completa della polizza personale stipulata per il mezzo in vigore al momento dell’evento (nb: la copia del rinnovo, certificato contrassegno e carta verde non sono sufficienti) o dichiarazione di inesistenza di garanzia kasko sul mezzo danneggiato e/o di altre garanzie che coprano l’evento per il quale si richiede il risarcimento dei danni
  • scheda di demolizione rilasciata dal P.R.A. (Pubblico Registro Automobilistico) solo in caso di danno con perdita totale al veicolo;
  • estratto cronologico generale rilasciato dal P.R.A., solo in casi di danno con perdita totale del veicolo
  • per le Società, dichiarazione trattamento IVA (detraibile o indetraibile, nel caso con specifica della percentuale che non è possibile portare in detrazione)
  • estremi bancari completi del proprietario del veicolo (IBAN) (si precisa che l’indicazione di questo dato non impegna alla liquidazione del sinistro e non costituisce conferma di indennizzabilità dello stesso).

La mancata o parziale indicazione delle informazioni richieste nei moduli obbligatori previsti, o il mancato invio dei documenti richiesti su indicati, potrebbe comportare il ritardo o l’impossibilità di definire la pratica.

a domanda compilata in ogni sua parte e completa di tutti gli allegati dovrà essere trasmessa in una delle seguenti modalità:

  • Tramite raccomandata con avviso di ricevimento a: Regione Lombardia – Presidenza – Struttura Gestione dei Servizi Interni – Piazza Città di Lombardia 1 – 20124 Milano

oppure

  • Tramite Pec (posta certificata) all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

oppure

  • Tramite presentazione della domanda al protocollo generale di Regione Lombardia (presso Palazzo Lombardia) oppure al protocollo degli Uffici Territoriali Regionali nei capoluoghi delle Provincie.
  • Telefono: 02/67654701 (il lunedì e il giovedì dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 14,00 alle 16,30)  

    Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Tempi di gestione della pratica ed accertamento del danno 

    La Regione Lombardia, ricevuto il modulo di denuncia e la documentazione prevista, provvederà alla protocollazione della pratica e trasmetterà la stessa alla Compagnia, tramite il Broker Assicurativo.

    La Compagnia, entro 60 giorni dalla ricezione della denuncia, riscontrerà il danneggiato direttamente o tramite il Broker.

    La Consulenza Tecnica della Compagnia Assicuratrice, in possesso del preventivo e/o fattura, stimerà i danni su documentazione, salvo casi dove riterrà opportuno incaricare un perito per visionare il veicolo.

    Ove venisse incaricato il perito, lo stesso prenderà contatto diretto con il danneggiato per concordare la data del sopralluogo di verifica del veicolo e accertamento dei danni.

    La riparazione del veicolo è a discrezione del danneggiato e non obbliga la Compagnia Assicuratrice al rimborso della spesa.

    La Compagnia, dopo 120 giorni da quando è in possesso di tutta la documentazione e/o informazioni prevista al punto “come presentare domanda”, darà riscontro al danneggiato in merito alla risarcibilità del danno e relativamente all’eventuale importo rimborsato.

    La mancata o parziale indicazione delle informazioni richieste nei moduli obbligatori previsti, o il mancato invio dei documenti richiesti su indicati, potrebbe comportare il ritardo o l’impossibilità di definire la pratica.
     

    Termine e conclusione del procedimento 

    L'indennizzo è pari al 75% del danno accertato al veicolo a seguito di stima da parte della Consulenza Tecnica della Compagnia, ovvero del valore del veicolo al momento del sinistro in caso di danno totale o antieconomico, ed è corrisposto fino al limite massimo di euro 5.500,00 (IVA compresa) per sinistro.

    Non sono comprese nell’indennizzo eventuali ulteriori spese che non riguardano la riparazione del veicolo, quali: traino, spese legali, fermo tecnico, beni ed oggetti personali, casco etc.
     

    Termine di prescrizione 

    Il diritto all’indennizzo si prescrive in 24 mesi dalla data di accadimento del sinistro – art. 2952 codice civile

  • La ricezione ed il riscontro da parte di Regione Lombardia e/o degli Assicuratori incaricati dei documenti e delle informazioni richieste per l’istruttoria non costituisce conferma dell’indennizzabilità del danno.

    Gli interessati eventualmente non soddisfatti dell’indennizzo, possono ricorrere nelle modalità previste dalle norme di legge.

  1. Primo piano
  2. Popolari