Martedì, 11 Dicembre 2018

MULTE PIÙ CARE DAL 2019

Un rialzo, che potrebbe farsi sentire già tra qualche settimana. Dal primo gennaio 2019 le multe stradali potrebbero costare il 2,4% in più. A rilevarlo è Luigi Altamura, comandante della polizia municipale di Verona per l'Asaps, l'Associazione sostenitori e amici della polizia stradale. Secondo le stime, infatti, i divieti di sosta 'semplici' dovrebbero passare da 41 a 42 euro, le violazioni alle Ztl e alle corsie bus da 81 a 83, l'uso del cellulare alla guida da 161 a 165 euro e così via.

Il comma 3 dell'art. 195 del Codice della Strada (decreto legislativo nr. 285/1992 e successive modificazioni ), prevede che "la misura delle sanzioni amministrative pecuniarie è aggiornata ogni due anni in misura pari all'intera variazione, accertata dall'Istat, dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (media nazionale) verificatasi nei due anni precedenti."

Dai calcoli di Asaps sull'indice FOI (che prende in considerazione i prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati) tra novembre 2016 e ottobre 2018 è stato registrato un aumento è del 2,4%. Ed è probabile che a partire dal prossimo mese l'aumento sarà effettivo.

Se così fosse sarebbero diverse le sanzioni che subirebbero l'aumento: oltre a quella per il divieto di sosta semplice salirebbe anche l'omessa revisione da 169 a 173 euro, l'eccesso di velocità di non oltre 10 km/h rispetto al limite, che passerebbe da 41 a 42 euro, l'eccesso di velocità fra 10 e 40 km/h oltre il limite da 169 a 173 euro, l'eccesso di velocità fra 40 e 60 km/h oltre il limite da 532 a 545 euro, l'eccesso di velocità di 60 km/h oltre il limite da 829 a 849 euro.

  1. Primo piano
  2. Popolari