Sabato, 17 Novembre 2018

VOGHERA - RIMUOVERE I TRONCHI DALL'ALVEO DEL TORRENTE STAFFORA, CI VUOLE PIÙ TEMPO A DIRLO CHE A FARLO. BASTA LA VOLONTÀ DI ASSUMERSENE LA RESPONSABILITÀ.

Con l'imprenditorialità che ha caratterizzato il suo percorso di vita  e la storia della sua famiglia, da oltre cent'anni  cognome storico dell'edilizia stradale nella nostra provincia e non solo.

Con  la delusione, anzi la rabbia, di una persona estremamente dinamica,  abituata a fare, che osserva, incredula, lo stallo,  l'incapacità, da parte dei soggetti preposti a  prendersi carico,  affrontare e risolvere una piccola emergenza che  rischia, se ancora trascurata, di trasformarsi in danno irreparabile se non addirittura in tragedia.

<<Rimuovere i tronchi  dall'alveo del torrente Staffora,  che formano una diga ai piedi della passerella pedonale parallela al Ponte Rosso? Ci vuole più tempo a dirlo che a farlo. Basta la volontà di assumersene la responsabilità. Lo faccio io. Gratis.>> lo  scandisce serio e determinato, Giorgio Traversa, imprenditore vogherese, classe 54, CEO  dell'impresa Traversa Calcestruzzi & Strade di Voghera, patron del Circuito Tazio Nuvolari di Cervesina

<<Metto a disposizione mezzi, uomini e competenze  senza costi per il Comune o la Provincia–  ribadisce Traversa – ma muoviamoci a togliere quei tronchi prima che l'incuria porti a conseguenze ben più gravi. Stiamo rischiando di compromettere la struttura di una passerella rimessa a nuovo pochi mesi fa perché non si sa chi deve togliere  una manciata di legni da ardere?! Se mi dicono che posso, entro sera l'alveo è pulito>>

Una provocazione? <<Tutt'altro – prosegue l'imprenditore vogherese -   solo una riluttanza  alla burocrazia delle competenze che per cavilli derivanti da spese di qualche migliaio di euro mette a rischio la sicurezza delle strutture e, ben più grave, la vita delle persone>>

Non sappiamo se le carte bollate e i tempi burocratici impediranno l'intervento di Traversa, certo è che un imprenditore ha messo a disposizione gratuitamente la propria forza lavoro per  sistemare un bene collettivo. Nell'Italia che vorremmo,  uno come Giorgio  Traversa, avrebbe già rimosso tutti i tronchi.  Con il plauso di qualcuno.

  1. Primo piano
  2. Popolari