Domenica, 22 Aprile 2018

TERRE D’OLTREPÒ E LA VERSA: PRIMI GIORNI DI VINITALY COL SEGNO PIÙ

Il ritorno dei vini La Versa alla kermesse italiana del vino per eccellenza sta suscitando grandissimo interesse. Nella giornata di ieri, mentre presso la sala polivalente (Stand E4 al 2° piano del PalaExpo) si presentava ufficialmente a giornalisti e addetti ai lavori il nuovo Collezione 2007, riserva metodo classico La Versa indirizzato al canale Horeca, solo pochi metri più avanti, nello stand C4, il pubblico si raccoglieva via via attorno allo spazio espositivo della storica casa spumantistica oltrepadana per assaggiare i suoi nuovi vini. In poche ore sono stati serviti oltre 2000 assaggi di 'Collezione'. Molto apprezzato anche il Carta ORO, l'altro Metodo Classico disponibile per gli assaggi, e i tre charmat Pinot Nero, Riesling e Moscato.

"Da questo Vinitaly stiamo avendo grandi soddisfazioni – Afferma Andrea Giorgi, Presidente di Cantine Terre d'Oltrepò e La Versa – sapevamo che il ritorno del marchio La Versa avrebbe attirato molte persone, ma quello a cui abbiamo assistito in questi primi due giorni di Vinitaly va certamente oltre le nostre più rosee aspettative. C'è grande curiosità, voglia di riscoprire il Metodo Classico La Versa, ma anche tanto interesse su vini più beverini a base Pinot Nero, Riesling e Moscato, referenze charmat che hanno riscosso un grande successo e apprezzamenti soprattutto da parte di un pubblico giovane".

Esattamente di fronte allo spazio La Versa c'è il grande stand di Terre d'Oltrepò e i suoi marchi, Casteggio, Svic, Sansaluto, Etesiaco e Anamari. "Se dobbiamo fare un bilancio di queste prime due giornate di fiera non possiamo che dirci soddisfatti – afferma Marco Stenico, Direttore di Terre d'Oltrepò e La Versa – Questo Vinitaly ci sta dando molto non solo in termini di pubblico. Abbiamo infatti ricevuto un importante riconoscimento dalla giuria di 5StarWines per il nostro Cruasé SVIC di Cantina di Casteggio che è stato valutato con ben 91 centesimi".

Vinitaly prosegue fino a mercoledì 18 aprile, solo allora si potranno finalmente tirare le somme di un bilancio che ha già ampiamente superato gli obiettivi che ci si era prefissati per questa edizione.

 

 

  1. Primo piano
  2. Popolari