Domenica, 22 Ottobre 2017

ESPLOSIONE IN METRO A LONDRA, 22 FERITI - E' TERRORISMO, IN CORSO CACCIA ALL'UOMO

Torna il terrorismo a Londra. Un ordigno artigianale è esploso nella metropolitana stamani alle 8.20, in piena ora di punta,  in un treno che stava arrivando nella stazione di Parsons Green. Il convoglio era stipato di persone, in gran parte pendolari.  E' salito a 22 dai precedenti 18 il bilancio dei feriti, fortunatamente nessuna in gravi condizioni. Ne danno notizia le autorità della capitale secondo cui si tratta di persone che hanno riportato ustioni nell'esplosione dell'ordigno improvvisato e altre che si sono ferite nella calca dopo l'attentato.

Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha detto che in città è in corso una "caccia all'uomo", senza però specificare per ragioni di sicurezza se riguardi solo una o più persone. Al momento la polizia non ha annunciato arresti.

Secondo i media britannici, sono stati visti dei "contenitori con esplosivo" all'interno del vagone in cui si è verificata l'esplosione. I passeggeri, terrorizzati, sono fuggiti dando vita ad una pericolosa calca quando il treno si è fermato alla stazione: sono saltati fuori dalle carrozze e si sono messi a "correre per la loro vita", come ha scritto un testimone in un tweet. Molti i bambini che stavano andando a scuola: a bordo del treno. Alcuni - racconta un testimone - sono caduti nella calca del fuggi-fuggi all'interno della stazione.

Scotland Yard ha dichiarato che si è trattato di un episodio di terrorismo

Nella stazione c'è una forte presenza di agenti armati. Le misure di sicurezza sono previste dal protocollo anti-terrorismo di Scotland Yard sebbene le operazioni siano al momento sotto il comando della British Transport Police. Gli artificieri - scrive il Daily Mail - stanno disattivando un secondo ordigno esplosivo trovato nella metropolitana di Parson Green'. L'ordigno artigianale non è completamente esploso, e questo - secondo Scotland Yard - spiegherebbe i danni limitati.

"Una palla di fuoco ha avvolto la carrozza della metropolitana". E' una delle testimonianze che si leggono sui social media dopo l'esplosione. "Ho sentito urla e persone che fuggivano nella stazione di Parsons Green", ha detto un altro testimone. Circolano anche foto di feriti con bruciature sulla fronte. "Ho visto una donna con ustioni sulla faccia e sulle gambe che veniva portata via in barella", ha raccontato la presentatrice della Bbc Sophie Raworth che si trovava alla stazione della metropolitana di Parsons Green dopo l'esplosione avvenuta a bordo di un treno della metro di Londra. La giornalista ha raccontato del panico a cui ha assistito con decine di persone che, proprio nell'orario di punta, cercavano di allontanarsi dalla carrozza su cui si era udito un forte boato.

La premier britannica Theresa May è tenuta costantemente informata su quanto accaduto alla metro di Londra. Il primo ministro ha convocato per le 11 locali, le 12 in Italia, una riunione d'emergenza del Cobra, il comitato di crisi del governo britannico. "I miei pensieri vanno ai feriti a Parsons Green e ai servizi di soccorso che stanno rispondendo coraggiosamente all'atto terroristico", ha twittato.

"Londra - ha detto il sindaco della capitale britannica, Sadiq Khan - condanna gli odiosi individui che usano il terrorismo per metterci in pericolo e distruggere il nostro modo di vivere. Come Londra a dimostrato più volte, non saremo mai intimiditi o sconfitti dal terrorismo", ha affermato ancora il primo cittadino.

Le autorità londinesi hanno chiuso parzialmente la linea metropolitana District che conta tra le sue fermate anche quella di Parson Green, teatro questa mattina di un'esplosione che ha provocato numerosi feriti. Il servizio e' stato sospeso tra le fermate di Earls Court e Wimbledon.

giift

  1. Primo piano
  2. Popolari