Sabato, 25 Novembre 2017

OPERATORI SOCIOSANITARI : BOTTE E UMILIAZIONI A DISABILE, IL RAGAZZO INDOTTO A LECCARE LA SUOLA DELLE SCARPE

Erano stati arrestati dai carabinieri livornesi nello scorso mese di marzo, con l'accusa di maltrattamenti e lesioni nei confronti di un disabile di 23 anni che assistevano nel suo appartamento di Livorno. Oggi, i militari hanno diffuso il video delle violenze sul ragazzo che aveva portato gli investigatori ad arrivare all'arresto dei due operatori socio sanitari di una cooperativa convenzionata con il Comune: calci, botte, strattoni ed anche - da quanto emerge dalle indagini - il ragazzo indotto a leccare la suola delle scarpe di uno dei due. Si tratta di una donna di 59 anni ed il collega di 28 che finiti nell'inchiesta condotta dai carabinieri dopo la denuncia della madre del ragazzo, insospettita da alcuni segni comparsi sul corpo del figlio, hanno chiesto nei giorni scorsi il patteggiamento: due anni di reclusione e pena sospesa.
    Nella vicenda è coinvolta anche una terza operatrice che era stata denunciata, e che ha scelto di essere giudicata con rito ordinario.

giift

  1. Primo piano
  2. Popolari