Sabato, 23 Settembre 2017

SANTA MARIA DELLA VERSA : "DICIAMO CHE TUTTO HA RISENTITO DEL FALLIMENTO DELLA CANTINA LA VERSA"

L'Alta Val Versa, legata da sempre all'immagine della Cantina Sociale, torna a promuovere il suo territorio; ha voluto farlo istituendo un ente apposito, finalizzato a fornire tutte le informazioni necessarie al visitatore che, per varie ragioni, ha perso di vista le peculiarità di questo luogo.

Beniamino Sbaraglini, uno dei volontari che gestisce l'Infopoint, è nato e cresciuto in questa valle; conosce perfettamente la zona e tutti i posti in cui vale la pena fare una tappa per assaggiare un buon calice di vino, piuttosto che gustare un piatto della tradizione locale, o molto semplicemente trascorrere una giornata alla scoperta di questa zona.  

Sbaraglini quando è stato istituito l'Infopoint?

"L'idea di istituire un ente per la promozione del territorio locare era già stata considerata nella precedente amministrazione, ma si è concretizzata con quella attuale. L'infopoint è stato inaugurato il 30 maggio 2015, con la partecipazione di Angelo Ciocca (in quel periodo assessore regionale) e con la benedizione della copia del quadro raffigurante la Beata Vergine, da parte del Parroco di Santa Maria della Versa".

Da chi è composto l'Infopoint?

"L'infopoint è stato creato per unire i cinque comuni dell'Alta ValVersa, ovvero Santa Maria della Versa (dove ha sede), Golferenzo, Volpara, Montecalvo Versiggia e Canevino. Non c'è un organico; c'è un Presidente (Anna Zucconi) e una decina di volontari (tutti nati e cresciuti in questa valle), che si occupano della gestione".

Quali sono le finalità di questo ente?

"L'unica finalità è quella di promuovere lo sviluppo turistico locale; tramite la nostra pagina Facebook divulghiamo tutte le iniziative e gli eventi in programma in questi comuni. Inoltre, la sede è aperta al pubblico tutti i sabati mattina e le domeniche mattina (in occasione degli eventi sono previste aperture straordinarie)".

L'Infopoint di Santa Maria della Versa è un punto di riferimento di tutta la Val Versa. Secondo lei non avrebbe avuto più senso posizionarlo all'ingresso della Val Versa piuttosto che a Santa Maria della Versa?

"Santa Maria della Versa è il simbolo dell'intera vallata nonchè il comune più grande".

Al visitatore che arriva in Alta ValVersa cosa consigliate?

"Consigliamo dove può andare a bere un buon calice di vino, dove assaggiare piatti della tradizione locale, dove alloggiare eventualmente e, se c'è qualche evento in corso, lo indirizziamo. Sono tante le cantine, gli agriturismi, i ristoranti, i B&B e le case vacanze che si sono offerte di partecipare alla nostra iniziativa di sviluppo del turismo locale. Ad esempio, l'anno scorso, alla manifestazione degli Autieri, abbiamo pattuito una convenzione con i ristoratori della zona e abbiamo indirizzato i partecipanti nei vari locali, in modo che tutti gli ospiti potessero ricevere il meglio e tutti i ristoratori potessero lavorare equamente".

Rispetto a qualche anno fa, in questa zona gli eventi, la ricettività e le attività commerciali stanno "scomparendo". L'infopoint cosa fa per affrontare questo cambiamento?

"Noi dell'Infopoint ce la stiamo mettendo tutta per promuovere la zona; con la pagina Facebook cerchiamo di coinvolgere il più possibile le persone. Non è facile; ci stiamo rendendo conto che può funzionare, soprattutto, ci stiamo rendendo conto che, durante le aperture nei week end, il visitatore cerca il contatto: non gli basta ricevere l'invito su Facebook, ma vuole parlare direttamente con noi. Vogliono un consiglio reale!".

Secondo lei, come mai la zona ha smesso di attrarre visitatori?

"Da sempre la Cantina La Versa ha svolto un ruolo fondamentale nella promozione dello sviluppo locale. Con il suo fallimento, molto è andato perduto. Il visitatore conosce in prima persona o per sentito dire la storia di questa azienda e, quando si ferma da noi, vuole sapere. Diciamo che tutto ha risentito di questo fallimento. Noi le strutture e la volontà di ripartire ce l'abbiamo, indipendentemente da La Versa".

Collaborate con altri enti o associazioni?

"Certo che sì. In primis con la Pro Loco di Santa Maria e con le amministrazioni degli altri comuni da cui è composto l'Infopoint. Inoltre, collaboriamo con la biblioteca comunale di Santa Maria della Versa. Noi abbiamo il compito di supportare tutti i loro eventi".

Come finanziate la vostra attività?

"Noi pubblicizziamo gratuitamente le attività, gli eventi e le manifestazioni. Non abbiamo sponsor. Nella nostra sede abbiamo un pc e un telefono che ci sono stati donati, la struttura e l'arredo sono proprietà del Comune di Santa Maria della Versa. L'infopoint offre semplicemente un servizio".

Quali aspettative avete per il futuro?

"Ovviamente, ci auguriamo di poter continuare ad offrire questo servizio. Sarebbe bello che ci fossero anche più volontari. Tuttavia, quello che ci interessa di più in questo momento è la possibilità di realizzare uno stradario e una brochure dell'Alta Val Versa, piuttosto che un sito internet ad hoc, in modo da poter essere sempre più visibili".

 

  1. Primo piano
  2. Popolari