Mercoledì, 29 Marzo 2017
Primo Piano

Primo Piano (401)

L’atteso pronunciamento del Tar sulla richiesta di sospensiva dello stop all’impianto non è arrivato. Si è svolta così la prima udienza inerente il ricorso presentato da Iet al Tar, contro il provvedimento regionale che ha negato l’autorizzazione all’impianto pirolisi, schierati a favore della società milanese Confindustria e Assolombardia, schierati contro Regione, Provincia e comuni capeggiati da Rivanazzano Terme e Retorbido. La decisione del Tar potrebbe anche non arrivare nel senso che non è escluso che il Tar possa pronunciare la propria incompetenza a giudicare e possa così trasmettere gli atti alla Corte Costituzionale. Questo potrebbe essere un’eventualità dopo che i…
Per tutti è “il conte”, o meglio ancora “al cont”, in dialetto. All’anagrafe Luchino Dal Verme, Milano, 25 novembre 1913 – Torre degli Alberi, 29 marzo 2017, una leggenda vivente, è morto, oggi, nel suo castello quattrocentesco. Nacque dai Dal Verme, nobile famiglia milanese originaria di Verona. Allo scoppio della seconda guerra mondiale era ufficiale nelle batterie a cavallo del Reggimento artiglieria celere "Principe Amedeo Duca d'Aosta" (3°). In seguito inquadrato nel Reggimento artiglieria a cavallo (3°), partecipò alla disastrosa campagna italiana di Russia. Tornato in patria, fu inviato a Forlì con l'incaricato di addestrare le nuove reclute per ricostituire…
La risposta al disagio degli operatori medici costretti a turni di lavoro massacranti per fronteggiare le carenze di personale, arriva dall’Azienda socio sanitaria territoriale che assegna agli ospedali di Voghera, Stradella e Varzi sei medici che a turno rinforzeranno i pronto soccorsi dei presidi ospedalieri oltrepadani. Per i sei medici è prevista l’assunzione a tempo determinato, validità di un anno, un compenso orario lordo di 28 euro e un investimento totale annuo da parte dell’Asst di 300 mila euro. Certamente sembra essere un primo passo anche se il numero dei medici assegnati sembra essere esiguo rispetto alle problematiche legate alla…
In Italia c'è un esercito di oltre un milione di civili armati di fucili e pistole, anche se nel 2016 il numero degli amanti delle armi è calato di circa 246 mila unità. Sono i dati in possesso del Viminale. In tutto tra cacciatori, sportivi del tiro al volo, detentori per difesa personale (di fucili e pistole) e guardie giurate, l'esercito è composto da 1.063.537 persone, ma ognuna di queste di solito detiene più di un'arma. I dati sono ancora in via di aggiornamento. Il 2015 è l'anno che ha fatto registrare l'impennata più alta con 1.309.318 di civili armati. …
 Non c’è più religione si potrebbe dire con una facile battuta. Dopo i falsi tecnici dell’Enel, ecco i falsi parroci e diaconi, in abito talare, stanno bussando alla case con la scusa del rito della benedizione per poi ”spillare” le offerte. Ma c’è chi si è spinto anche più in là vendendo santini e rosari. I casi sono per ora isolati. La scorsa settimana due uomini, uno vestito da prete e l’altro in borghese, si sono presentati in alcune abitazioni ma le case erano già state benedette. E’ qui che è nato il sospetto. Se non riconoscete il parroco o…
 Un lavoratore che, “avendo subito un trapianto di rene, necessitava di ripetute pause fisiologiche durante l’orario di lavoro, è stato licenziato”. A denunciare “il grave episodio accaduto alla Metalcastello Spa, l’azienda di Castel di Casio (Bologna) che produce ingranaggi” è la Fim-Cisl Area metropolitana bolognese. La Fim Cisl ha dato mandato al proprio legale di fiducia, l’avvocato Livio Mercatante, di assistere il lavoratore “in questa grave vicenda”. “Auspichiamo – spiega il sindacato – che l’azienda riveda la propria posizione ritirando il licenziamento”. “Nel corso degli ultimi anni – denuncia la Fim-Cisl – nonostante le continue sollecitazioni da parte della Fim-Cisl…
Untitled-1

  1. Primo piano
  2. Popolari