Mercoledì, 26 Aprile 2017

CINGHIALE SENTINELLA DI INQUINANTI RADIOATTIVI

Secondo uno Studio dell'Istituto Zooprofilattico di Torino, Il cinghiale potrebbe essere utilizzato come segnalatore della presenza di inquinanti radioattivi. Anche di questo si parlerà nell'incontro che il 10 marzo, nella sede dell' Istituto Zooprofilattico di Torino, riunirà esperti da tutta Italia. Tema all'ordine del giorno: il cinghiale. Si parlerà di sicurezza alimentare, difficile convivenza con le coltivazioni, caccia e aspetti nutrizionali. Secondo i dati a disposizione in Italia ci sono tra 600.000 e 800.000 capi. "Si è consapevoli - spiega la direttrice dell'Istituto, Maria Caramelli - del ruolo del cinghiale come sentinella della salute dell'ambiente e degli animali domestici. Saranno presentati alcuni nostri recenti studi sul possibile utilizzo di cinghiali come segnalatore della presenza di inquinanti radioattivi o come campanello d'allarme per la circolazione di microrganismi importanti per la salute dell'uomo e per la zootecnia moderna".

Untitled-1

  1. Primo piano
  2. Popolari