Mercoledì, 26 Aprile 2017
Salute

Salute (77)

L'Agenzia Italiana del Farmaco, ha disposto il ritiro, a scopo cautelativo, dei lotti n. 023014 scad. 2/2019 e n. 023015 scad. 3/2020 della specialità medicinale ISCHEMOL A*COLL 10ML 0,05+0,1% - AIC 023540038 della ditta Thea Farma Spa. Il provvedimento si è reso necessario a seguito della comunicazione della ditta concernente un risultato fuori specifica a 36 mesi per il lotto n. 023014. Le indicazioni terapeutiche del farmaco ISCHEMOL A COLL sono le forme allergico-iperemiche a carico della congiuntiva e degli annessi oculari. Stati congestizi della congiuntiva. Nello specifico pur presentando scarso assorbimento sistemico deve essere usato con cautela in pazienti…
Gravidanze troppo medicalizzate, con più di 4 visite in 9 mesi nell'87% dei casi, un numero ancora troppo alto di parti cesarei (35%) e madri sempre più anziane: così è la natalità in Italia secondo il Rapporto annuale sull'evento nascita, realizzato dal Ministero della Salute, con i dati rilevati nel 2014 dal Certificato di Assistenza al Parto (CeDAP). Complessivamente i bambini nati nel 2014 in 513 punti nascita sono stati 502.446 (erano 512.327 nel 2013). Anche se la maggior parte delle nascite (62,5%), avviene in strutture dove si fanno almeno 1000 parti l'anno, rimane un 7,5% di parti in strutture…
È la Purple Drank l’ultima moda dello “sballo” in voga tra i giovanissimi. Uno sballo pericolosamente fatto in casa, facile da preparare con uno sciroppo per la tosse che si può comprare senza prescrizione medica, con l’aggiunta di una bevanda gassata. Una droga a basso costo, in uso negli anni Settanta in America e nord Europa, e che oggi da noi si aggiunge al drammatico elenco di sostanze stupefacenti “fai da te”, sempre più gettonate da fruitori sempre più in erba. E allora, l’ultimo plateale utilizzo del micidiale cokctail che provoca potenti effetti sedativi e psicoattivi, è stato sanzionato in …
 Infarto? Uno spray, sì proprio uno spray, riduce i danni al cuore da infarto Infarto, spray ripara i danni al cuore. Uno studio dell’Università della Carolina del Nord dimostra che basterebbe uno spray per riparare i danni che un infarto causa al cuore. Ovviamente si tratterebbe di uno spray speciale, che i ricercatori avrebbero ottenuto impiegando una base di biomateriali porosi e che poi andrebbe spruzzato sulla superficie danneggiata del muscolo cardiaco. Tale spray dovrebbe essere in grado di far rigenerare i tessuti lesionati dall’infarto, utilizzando così una tecnica poco invasiva e sicuramente meno importante rispetto all’applicazione di punti di…
 Nuovo studio sui tumori destinato a far rumore. Secondo questa ricerca, infatti, chi si ammala - nella maggior parte dei casi - può prendersela con la sfortuna. E' quanto sostengono Bert Vogelstein e Cristian Tomasetti, rispettivamente genetista e biostatistico della Johns Hopkins University di Baltimora, attraverso uno studio pubblicato su 'Science'. Due terzi dei tumori, secondo i ricercatori, sono infatti imputabili a mutazioni genetiche, quindi 'al caso', piuttosto che a stili di vita sbagliati. Già nel 2015 gli studiosi avevano avanzato tale ipotesi, suscitando numerose polemiche, e ora sono tornati sull'argomento con un nuovo studio che conferma e rafforza l'idea…
Si rafforzano i dati sul legame fra una rara forma di cancro e le protesi al seno. E' la Food and Drug Administration (Fda) statunitense a tornare sulla questione, a 6 anni di distanza dall'avvertimento lanciato dall'Organizzazione mondiale della sanità. L'agenzia regolatoria Usa già nel 2011 aveva parlato di un possibile link e ha ora rafforzato la sua posizione al riguardo, con un aggiornamento rimbalzato sui media internazionali. La Fda cita i dati di 359 donne - di cui 9 sono morte - che dopo l'impianto di protesi mammarie hanno sviluppato un tumore del sangue, una rara forma di linfoma…
Untitled-1

  1. Primo piano
  2. Popolari