Sabato, 25 Marzo 2017

LA CANTINA LA VERSA VA ALL'ASTA - SI PARTE DA 5,6 MILIONI DI EURO

La cifra comprende lo storico stabilimento, uno dei più prestigiosi d’Italia, nato nel 1905, il wine point di Montescano e il brand. A luglio l'ultimo amministratore delegato era stato arrestato per bancarotta e autoriciclaggio

La cantina sociale La Versa sar? venduta per 5,6 milioni di euro. L’indiscrezione è trapelata quando dovrebbero mancare pochi giorni alla pubblicazione del bando ufficiale. A redigerlo è stata la curatela fallimentare nominata dal tribunale di Pavia a luglio, dopo l’arresto dell’ultimo amministratore delegato Abele Lanzanova per bancarotta e autoriciclaggio. Salvo probabili rialzi in fase di asta, con questa cifra ci si potr? accaparrare uno degli stabilimenti più prestigiosi d’Italia. La lista esatta dei beni all’asta verr? resa nota a breve, ma comprender? la cantina storica (1905) di Santa Maria della Versa con annessi e connessi: macchinari per la vinificazione, linee di imbottigliamento, magazzini. In più, il wine point di Montescano e, ovviamente, il brand «La Versa», noto in tutto il mondo (anche se ultimamente un po' appannato a causa della lunga crisi).

Ad agosto, al termine del primo bando per le manifestazioni di interesse, il curatore milanese Luigi Spagnolo aveva dichiarato che vi erano state alcune proposte di acquisto del solo marchio, ma erano state respinte. La continuit? aziendale dovrebbe continuare a rappresentare una condizione imprescindibile anche in futuro. A suggerirlo c'è anche il fatto che il nome della cantina è in pratica un toponimo: il Versa è il torrente che d? il nome alla vallata in cui dominano incontrastati vigneti, oltre che al paese stesso in cui si trova lo stabilimento, Santa Maria della Versa.

Altra questione che andr? affrontata è quella dei dipendenti, rimasti circa in una trentina, che a fine agosto hanno concluso il periodo di cassa integrazione e stanno vivendo nella speranza della vendita e del rilancio dell'azienda. I soggetti che alcune settimane fa si erano detti interessati all’acquisto erano 13: in maggioranza aziende o cordate di imprese di primo piano a livello nazionale ma, si dice, anche gruppi di imprenditori della zona. Col bando di acquisto però si fa sul serio: le offerte dovranno essere presentate entro il 25 novembre, poi, il 2 dicembre, se saranno più di una, ci sar? la gara al rialzo. Chi si aggiudicher? il gioiello degli spumanti d’Oltrepo ne diverr? subito il proprietario.

Il prezzo di partenza è meno di un quarto dei debiti che hanno portato la cantina al crac (oltre 23 milioni accumulati prima dell'arrivo di Abele Lanzanova), senza contare immobili, macchinari e magazzini. Nonostante la crisi di liquidit? in cui l'azienda si trova ormai da anni e che aveva portato i produttori di uva a un lento esodo verso altri clienti più affidabili (molti debiti erano verso gli stessi conferitori), fino a quest'anno i rimorchi carichi di uva hanno continuato ad arrivare, seppure in quantit? sempre minori. Dopo 111 anni, quella del 2016 è stata la prima vendemmia in cui le luci della cantina sono rimaste spente, e le presse silenziose.

source - http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/16_settembre_26/cantina-la-versa-pavia-asta-5-milioni-euro-8908b2c0-8411-11e6-b7a9-74dcfa8f2989.shtml

?

Untitled-1

  1. Primo piano
  2. Popolari