Domenica, 24 Settembre 2017

BRONI - MOSCATO RALLY: GARA SOLITARIA PER NICELLI - IMERITO CON LA CLIO

Non hanno brillato eccessivamente gli equipaggi oltrepadani impegnati in un caldo week-end che ha accompagnato il sedicesimo Moscato Rally, gara ricca di colpi di scena. Ben 111 gli equipaggi che hanno dato vita ad un sabato sera suggestivo vissuto agonisticamente sui sette chilometri e mezzo della storica prova di Diano D’Alba. Un tratto ripetuto tre volte che ha messo in luce lo svizzero Ivan Ballinari in gara con Giusva Pagani a bordo di una Ford Fiesta R5. Veloci e determinati, i portacolori della Lugano Racing hanno imposto il loro ritmo vincendo tutti i passaggi e chiudendo la prima giornata di gara con 4”2 di vantaggio sul valdostano Elwis Chentre e Fulvio Florean su di una vettura gemella.

Un ritmo che permetteva a Ballinari di ottenere il successo anche sui primi due tratti che caratterizzavano la sfida cronometrata della Domenica e che permetteva loro di guidare la classifica assoluta pregustando la gioia del successo. Ma l’imprevisto era dietro l’angolo e sulla sesta prova speciale, lo svizzero commetteva purtroppo il primo, unico ma determinante errore finendo fuori strada lasciand la vittoria a Chentre-Florean che hanno avuto il merito di aver viaggiato costantemente sulle tracce del veloce ticinese. Per quanto riguarda i piloti oltrepadani in gara: Azzaretti, Barberis, Chiapparoli, Nicelli e Stefanone, gli sportivi, conoscendone le potenzialità, si attendevano forse qualcosa in più. Il risultato migliore lo ha ottenuto Barberis, navigato da Zerbini sulla Peugeot 208, che ha chiuso la gara al 17° posto assoluto ed il quinto in classe R2b in cui hanno preso il via 14 equipaggi. Nelle altre classi troviamo: in A6 con 5 vetture al via, terzo posto di Stefanone-Filippini con la Peugeot 106 (41° assoluti), in N2, con 11 equipaggi in gara c’è il 6° posto di Chiapparoli-Domenichella con la Citroen Saxo (47° assoluti). Gara solitaria invece in R3T per Nicelli-Imerito (18° assoluti) con la Clio, dopo una gara tutta i salita. Soli al via e soli al traguardo anche Azzaretti-Spognolo con la Saxo in classe RS1.6 (56° assoluti). Hanno concluso la gara 72 equipaggi.

 

  1. Primo piano
  2. Popolari