Mercoledì, 29 Marzo 2017

VOGHERA - "L'IMPORTANZA DEL PROGETTO 'VIENI A VIVERE A VOGHERA' PER RILANCIARE LA CITTÀ"

 

In casa UDC, un gruppo di giovani, gli attivisti ,i rappresentanti di lista ed il direttivo al gran completo festeggiano la riconferma di Carlo Barbieri a Sindaco della città. C'è stata grande attesa per i risultati che giungevano dagli ultimi seggi, ma a dare certezze di vittoria è stato il seggio della frazione Oriolo con oltre cento voti di differenza tra Barbieri e Ghezzi. Ad Oriolo come in altri seggi ove l'UDC raccoglie consensi è apparso evidente l'apporto del partito al risultato elettorale. All'Onorevole Paolo Affronti riferimento dell'elettorato di centro e segretario dell'UDC vogherese che ha contribuito con il suo partito al successo del Sindaco, rivolgiamo alcune domande.

Il contributo dell'UDC e le richieste per l'appoggio alla coalizione?  

"Siamo stati determinanti per il successo della coalizione già nel 2015 e ci siamo riconfermati come la seconda forza presente in Consiglio Comunale .Abbiamo ottenuto da Barbieri e dalle altre forze di maggioranza riconoscimenti ed abbiamo lavorato con impegno contribuendo a sviluppare progetti concreti per la città nella prima fase di questa amministrazione. C'è stato il triste periodo del commissariamento, non certo voluto da Barbieri e dalla sua squadra, con corsi e ricorsi. Abbiamo creduto da subito nella candidatura Barbieri e  abbiamo chiesto che le forze vincenti nel primo turno fossero riconfermate senza nessun apparentamento per questa ultima edizione del ballottaggio".

Quale è stata la risposta di Barbieri?

"Barbieri ha accettato concordando solo eventuali appoggi esterni, in alcuni casi, a nostro avviso più enunciati che effettivi, comunque lo scarto di oltre 200 voti contro gli 11 del ballottaggio con Torriani conferma che ogni apporto ha fatto bene alla coalizione originaria per ottenere la vittoria".

Da sempre Lei parla per Voghera di formula politica con riferimento al Partito Popolare Europeo (per l'Italia Forza Italia, UDC e NCD), una formula che pare avere un rilancio, ma questo vale anche a livello locale?

"La presenza del l'Onorevole Buttiglione in una sala del centro natatorio gremita di persone per la manifestazione elettorale organizzata dall'UDC ha voluto rappresentare la validità politica di questa coalizione ed i riferimenti europei innegabili dopo il successo di Tajani (Forza Italia)quale Presidente del Parlamento europeo. Formula politica che risulta rilanciata dopo il risultato di Strasburgo ottenuto occorre dirlo anche ad uomini della Lega che hanno sostenuto la candidatura di Tajani".

L'appoggio esterno della Lega come è stato da Voi considerato?

"Favorevolmente, non poteva essere diversamente considerato che trattasi di una elezione amministrativa e per governare questa città tutte le forze presenti in consiglio comunale dovranno collaborare perché la città' non perda opportunità. Noi avevamo chiesto a Barbieri di non cercare accordi o appoggi con i personaggi che avevano accusato e contestato la coalizione per presunti brogli al risultato del primo turno e poi cercavano apparentamenti con Barbieri per il ballottaggio".  

Parliamo delle priorità e del programma quali sono i punti che porterete avanti?

"I punti sono quelli per buona parte già annunciati dal Sindaco e sono per buona parte, quelli già in agenda prima del commissariamento. Al primo punto l'emergenza rifiuti che si poteva evitare ed il ripristino delle isole ecologiche che in parte è già avvenuto con una rapidità imprevedibile. Attenzione massima all'occupazione e ripristino dello sportello lavoro chiuso dal Commissario. C'è poi il problema dei richiedenti asilo e la loro presenza in città in termini numerici. Riteniamo come città di aver già dato. La Prefettura ci deve risposte sul numero delle presenze attuali. Ci sarà ancora la delega all'osservatorio sanità, anche attraverso questo canale collaboreremo con la Direzione Generale dell'ASST con le forze sindacali e con gli operatori sanitari per non allentare l'attenzione sul nostro ospedale. Massimo impegno per ii problemi dello sport, del sociale con particolare attenzione alle famiglie vogheresi del Teatro Sociale e di altri argomenti sul tappeto penso ne abbia parlato il Sindaco, mentre noi non tralasciamo l'importanza del progetto vieni a vivere a Voghera per rilanciare la città e l‘Oltrepo con le potenzialità di qualità della vita e al tempo stesso rilanciare il mercato immobiliare oggi in crisi".

A suo giudizio qual è stato l’errore  che ha  commesso Ghezzi e che gli è costato la sconfitta?

"Non c’è dubbio che il risultato di Ghezzi è stato superiore alle aspettative, ma è certo che ha intercettato voti del centro destra più per dispetto a Barbieri e alla sua maggioranza che per reale convinzione. Inoltre è emerso che il programma esposto da Ghezzi è stato contradditorio in più punti, basti pensare al tema raccolta differenziata portato avanti in consiglio comunale in maniera esasperata per poi arrivare a dire che si può tornare indietro con le isole ecologiche. Contraddizioni queste che non pagano".

E' stata corretta la strada intrapresa dal Commissario Pomponio nel decidere di affidarsi ad una società esterna per ricercare la figura più idonea alla dirigenza di ASM? 

"A nostro avviso il Commissario doveva tener conto della scadenza  del 29 gennaio in modo tale che un’amministrazione democraticamente eletta potesse formulare la propria posizione, confrontandosi il sindaco (il Comune di Voghera detiene il 99% di ASM) con gli altri componenti dell’assemblea". 

 

Untitled-1

  1. Primo piano
  2. Popolari