Venerdì, 26 Maggio 2017
"La Trippa"

"La Trippa" (22)

Ricordate quando il governo Prodi doveva a ogni costo ridurre il debito pubblico perchè così ordinavano FMI e UE, e quindi si è fatto di tutto , svendendo i gioielli di famiglia? Poi è arrivato Berlusconi che toglieva imposte e faceva regali a tutti, ma FMI e UE non protestavano, e alla fine il debito era più alto di prima. Chi pensa di essere stato preso per il didietro ha ragione, ma non è politicamente corretto ammetterlo. Tra i gioielli da vendere c’era una delle più estese reti autostradali d’Europa, in ottime condizioni ma con basso valore di mercato perchè…
 La recente scissione che si è consumata nel Partito democratico, conferma la storica vocazione all’autolesionismo dei partiti della sinistra. Per poter comprendere le devastanti conseguenze delle divisioni nel campo della sinistra europea, occorre ricordare l’ascesa del nazismo, resa possibile dal fatto che comunisti e socialisti si presentarono alle elezioni tedesche separatamente, favorendo la vittoria di Adolf Hitler nel 1933. In Italia, la scissione di Livorno del 1921 segnò una divisione storica, dalla quale nacquero due partiti che si fecero la guerra per decenni. Dopo il ventennio fascista, lasciarono per 45 anni il potere al partito cattolico, la storica Democrazia cristiana.…
Lottare contro i mulini a vento non serve a nulla, la storia del buon Don Chisciotte della Mancia dovrebbe averlo insegnato. Tutto solo, in sella al suo ronzino spelacchiato e con un'improbabile lancia, voleva sfidare le pale dei mulini tra l'ilarità di tutti. Voghera, Casteggio, Broni, Stradella, ma anche Varzi e Rivanazzano per palare dei paesi più popolosi dell'Oltrepo, hanno sempre di più, anno dopo anno, mese dopo mese, una maggior presenza di supermercati, centri commerciali, grande distribuzione organizzata e negozi in franchising. L'ultima pseudo polemica scoppiata è relativa al McDonald's di Voghera di prossima apertura. Molte le voci di…
 “Banda ad piciu” espressione oltrepadana che di solito viene esclamata scuotendo la testa con rassegnazione, come dire “niente da fare, questi proprio non ci riescono, nè a capire nè a fare”. Si adatta perfettamente alla lunga storia della sinistra italiana, che ha sempre, regolarmente, sprecato in scissioni le poche occasioni che ha avuto. Passiamole in rassegna, per evitare di tranciare giudizi in generale. Cominciamo con l’epoca giolittiana, in cui dopo la ottusa e feroce repressione dei ministri e generali di re Umberto (buono, quello…) ci si apriva a successive riforme elettorali, cooperative, mutualistiche, abitative, tutte fieramente contrastate da una parte…
Untitled-1

  1. Primo piano
  2. Popolari