Sabato, 27 Maggio 2017
Lavoro

Lavoro (112)

Essere sempre informati sulla propria posizione previdenziale è fondamentale per il lavoratore, soprattutto in vista della pensione. Ma come fare a verificare i contributi versati? L'Inps offre a tutti i suoi iscritti la possibilità di accedere al proprio estratto contro contributivo, un documento che elenca tutti i contributi effettuati all'Istituto in favore del lavoratore. Questo strumento riepiloga i versamenti da lavoro, figurativi e da riscatto, suddivisi in base alla gestione alla quale il lavoratore risulta iscritto. Grazie all'estratto conto contributivo, si legge sul sito dell'Inps, i lavoratori possono verificare la regolarità dei contributi versati autonomamente o dai propri datori di…
Hai un'auto di grossa cilindrata con bollo scadente ad aprile 2017? Occhio al superbollo. Il 31 maggio, infatti, si ricorda sul sito dell'Agenzia delle Entrate, è il termine per il pagamento dell'addizionale erariale alla tassa automobilistica, pari a venti euro per ogni kilowatt di potenza del veicolo superiore a 185 Kw, ridotta dopo cinque, dieci e quindici anni dalla data di costruzione del veicolo rispettivamente al 60%, al 30% e al 15%. Non è più dovuta decorsi venti anni dalla data di costruzione. Chi deve pagare: i soggetti che risultino proprietari, usufruttuari, acquirenti con patto di riservato dominio, ovvero utilizzatori…
Dal 1 settembre arriva il polo unico Inps per le visite fiscali. La competenza in materia di accertamenti medico-legali sulle assenze dal lavoro per malattia dei dipendenti pubblici passa all'Istituto nazionale della previdenza sociale. E' questa una delle principali novità introdotte dal nuovo testo unico del pubblico impiego, approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, che attua la riforma Madia in due corposi decreti legislativi. Il polo unico in capo all’Inps gestirà le visite fiscali, sia nel pubblico sia nel privato, attraverso il trasferimento all’Istituto delle competenze e delle risorse sulle visite fiscali dei dipendenti pubblici oggi affidate anche alle Asl.…
Nei primi tre mesi del 2017 le aziende italiane hanno intimato 143.225 licenziamenti con un aumento del 2,8% sullo stesso periodo del 2016. Ma se si guarda ai licenziamenti per giusta causa (quelli sui quali è intervenuto il Jobs Act nel 2015 di fatto cancellando il reintegro in azienda in caso di allontanamento illegittimo nelle aziende oltre i 15 dipendenti, ndr) l'aumento è stato del 14,4%, da 16.004 a 18.349. Rispetto al 2015 quando i licenziamenti disciplinari furono 12.705 l'aumento è stato del 44,39%. Nelle aziende con oltre 15 dipendenti i licenziamenti per motivi disciplinari (giusta causa o giustificato motivo…
A marzo 2017 sono state presentate all'Inps 111.334 domande di indennità disoccupazione con un aumento del 12% sulle 99.435 di marzo 2016. Così l'Osservatorio Inps sulla cig secondo cui rispetto a febbraio si è registra una crescita per le richieste di disoccupazione del 5,77%. Nei primi tre mesi sono arrivate 381.495 richieste di indennità di disoccupazione (368.993 delle quali Naspi) a fronte delle 356.497 presentate nei primi tre mesi 2016 (+7%). Nei primi tre mesi del 2014 le richieste di disoccupazione superavano quota 532.000 mentre nel primo trimestre 2015 erano 494.359. Crollano le richieste di cassa integrazione ad aprile: nel…
Si dice che essere genitori sia il mestiere più difficile del mondo. Peccato però che si tratti dell'unico lavoro non retribuito, nonostante la riconosciuta difficoltà e complessità. Con l’avvicinarsi della festa della mamma, il marketplace ProntoPro.it ha voluto calcolare quale sarebbe lo stipendio delle madri se il loro lavoro fosse retribuito, scoprendo che una mamma in media guadagnerebbe circa 3.045 euro netti al mese. Per calcolare lo stipendio di una madre sono state prese in considerazione tutte le attività svolte dentro e fuori casa, con le relative paghe orarie riconosciute a chi esercita i diversi mestieri al di fuori della…
Untitled-1

  1. Primo piano
  2. Popolari