Lunedì, 27 Marzo 2017

OTTO SUPER PAPERONI HANNO LA STESSA RICCHEZZA DI METÀ DELL' UMANITÀ

A furia di deregulation e libero mercato, viviamo in un mondo dove più che l' uomo conta il profitto, dove gli otto super miliardari censiti da Forbes, detengono la stessa ricchezza che è riuscita a mettere insieme la metà della popolazione più povera del globo: 3,6 miliardi di persone, scrive Repubblica. E non stupisce visto che l' 1% ha accumulato nel 2016 quanto si ritrova in tasca il restante 99%.

E l' Italia non fa eccezione. I primi 7 miliardari italiani possiedono quanto il 30% dei più poveri.

«La novità di quest' anno è che la diseguaglianza non accenna a diminuire, anzi continua a crescere, sia in termini di ricchezza che di reddito», spiega Elisa Bacciotti, direttrice delle campagne di Oxfam Italia. Nella Penisola il 20% più ricco ha in tasca il 69,05% della ricchezza, un altro 20% ne controlla il 17,6%, lasciando al 60% più povero il 13,3%. O più semplicemente la ricchezza dell' 1% più ricco è 70 volte la ricchezza del 30% più povero.

Ma Oxfam, continua Repubblica, non punta il dito solo sulla differenza tra i patrimoni di alcuni e i risparmi, piccoli o grandi, dei tanti.

 

Le differenze si sentono anche sul reddito, che ormai sale solo per gli strati più alti della popolazione. Perché mentre un tempo l' aumento della produttività si traduceva in un aumento salariale, oggi, e da tempo, non è più così. Il legame tra crescita e benessere è svanito. La ricchezza si ferma solo ai piani alti. Accade ovunque, Italia compresa.

Untitled-1

  1. Primo piano
  2. Popolari