Sabato, 22 Luglio 2017

FISCO, DAL 2000 RISCOSSI DEBITI PER 100 MILIARDI: SOLO 11% TOTALE

Si attesta a quota 100,8 miliardi di euro il totale dei debiti riscossi dal fisco nel nuovo millennio. Rispetto al totale delle somme chieste ai contribuenti, pari a 917,8 miliardi, l'incasso si ferma al 11%. In 16 anni, dal 2000, quando la riscossione era affidata a 39 società private, al 2016, ultimo anno di Equitalia, il gettito è più che raddoppiato, passando da una media annua di 2,9 miliardi a 7,8 miliardi. I dati sono contenuti nel dossier presentato da Equitalia in Parlamento.

Il sistema di riscossione ha subito diverse modifiche nel ventunesimo secolo, sempre con l'obiettivo di rendere più efficiente una macchina che produce risultati non soddisfacenti. Fino al 2005 l'attività veniva svolta da 39 soggetti, in prevalenza banche, che operavano nei diversi ambiti territoriali. In questo periodo le entrate partono da 670 milioni di euro del 2000 e arrivano a 3,9 miliardi nel 2005.

L'affidamento della riscossione alle banche ha fatto nascere più di qualche dubbio sull'efficienza del sistema in quanto spesso i clienti erano allo stesso tempo anche contribuenti con dei carichi pendenti. Il 2006 è stato l'anno della transizione dal privato al pubblico, da 39 società a una. O meglio due. Perché la Sicilia ha sempre fatto eccezione, con la sua Equitalia Sicilia. Si è così passati ad incassi che da 6,7 miliardi del 2007 sono aumentati fino a 8,9 miliardi del 2010.

La crisi economica, e le misure introdotte a più riperse dai vari governi a favore dei debitori in difficoltà, hanno bloccato e fatto retrocedere la corsa degli incassi, fino a 7,1 miliardi nel 2013. Poi il trend di crescita è ripreso e, lo scorso anno, si è tornati ai volumi precedenti l'introduzione dei limiti ai poteri di Equitalia, con entrate pari a 8,7 miliardi. Il passaggio dai privati al pubblico ha quindi fatto salire il gettito medio annuo degli ultimi 10 anni a 7,8 miliardi di euro, cioè più del doppio delle somme incassate dai precedenti affidatari.

Nonostante le misure introdotte per allentare la morsa del fisco, la società di riscossione negli anni è diventata il peggior nemico dei contribuenti. Il governo ha quindi deciso di cambiare immagine e dare vita, dal prossimo primo luglio, all'ente pubblico economico Agenzia delle entrate riscossione. Inizia così un nuovo capitolo della saga tra contribuenti e fisco.

 

  1. Primo piano
  2. Popolari