Martedì, 22 Agosto 2017
Primo Piano

Primo Piano (481)

Piacenza piomba nell’orrore dello stupro. Con l’aggravante che il violentatore di un bimbo disabile torna subito libero. Ieri, dopo un’attenta e accurata indagine, i carabinieri del capoluogo emiliano hanno arrestato un richiedente asilo di ventun’anni, reo di aver stuprato un bambino tredicenne, italiano e affetto da gravi deficit cognitivi. L’ignobile fatto è avvenuto il 10 luglio scorso, quando il povero bambino, dopo aver subito lo stupro (confermato dalle visite mediche a cui il piccolo è stato sottoposto), ha trovato la forza di raccontare tutto ai genitori, attivando le immediate indagini dell’Arma. L’inchiesta è ora coordinata dal pm piacentino Maria Grazia…
Terrore anche in Germania. Una persona è stata uccisa e un’altra è rimasta ferita in un attacco di una persona armata di coltello a Wuppertal, nel Nord Reno-Westfalia. Lo scrive l’agenzia di stampa tedesca Dpa. Il responsabile è tutt’ora in fuga, mentre la polizia accorsa in massa sul posto sta dispiegando ingenti contingenti di uomini e mezzi per cercare di catturare l’autore dell’orrendo crimine.
Si chiamavano Bruno Gulotta e Luca Russo le due vittime italiane dell'attentato a Barcellona. Bruno Gulotta, l'informatico di Legnano, quando era sulla Rambla ha appena fatto in tempo a mettere in salvo i figli prima di essere ucciso, secondo quanto ha riferito il titolare della società di Legnano in cui Gulotta lavorava, Pino Bruno. Bruno ha parlato con la moglie di Gulotta, Martina, 28 anni, che gli ha raccontato l'accaduto: "Stavano passeggiando sulle Ramblas con i due figli, Aria, di 7 mesi, nel passeggino, e Alessandro, di 6 anni, che il padre teneva per mano. Il van è arrivato all'improvviso.…
La polizia catalana è a caccia di quattro persone collegate agli attentati in Spagna: si tratta di Moussa Oukabir (17 anni), Mohamed Hychami (24), Younes Abouyaaqoub (22), di Ripoll, e Said Aallaa (18), di Ribes de Freser. Tutti e quattro hanno origini marocchine. IN ALTO LA FOTO DIFFUSA DALLA POLIZIA Terrore a Barcellona, ma la città si risveglia con la voglia di vivere senza dimenticare l'orrore. Migliaia di cittadini si sono riuniti attorno a Re Felipe VI, al premier Mariano Rajoy e al presidente catalano Carles Puigdemont in Plaza Catalunya, cuore di Barcellona, per un minuto di silenzio in omaggio…
Driss Oukabir - fratello di Mousa, sospettato di essere il conducente del furgone della strage di Barcellona - era stato in Italia nell'estate 2014, ospite per alcuni giorni di una donna di Viterbo che aveva conosciuto in precedenza in Spagna. La donna è stata rintracciata dalla polizia che l'ha sentita già ieri: agli investigatori ha confermato che la permanenza di Driss è stata solo una vacanza. Secondo gli inquirenti, l'episodio non è in alcun modo collegato alla strage di ieri e ad altri fatti di terrorismo. La polizia ha confermato di ricercare attivamente quale presunto conducente del furgone che ieri…
Dopo Barcellona e la Spagna il terrore colpisce anche la Finlandia dove diverse persone sono state colpite a coltellate in un attacco nella città di Turku. L'attacco è avvenuto, verso le ore 15, sulla piazza del mercato Puutori e avrebbe provocato la morte di almeno una persona. La Bbc News scrive di immagini che mostrano un corpo in terra che è stato coperto. I feriti sarebbero 7-8. Stando ai testimoni oculari, l'assalitore o gli assalitori avrebbero attaccato diverse persone con un grande coltello e fra di queste ci sarebbe anche una donna che stava spingendo la carrozzina. La polizia finlandese…

  1. Primo piano
  2. Popolari